Comunicato stampa n.113 del 24/12/2013

Oggetto: Auguri di Buon Natale e di sereno 2014

Messaggio di auguri del Presidente dell'Unione dei Comuni Città Telesina Pasquale Carofano.

"Quale Presidente della neo costituita Città Telesina ho il piacere di formulare i più fervidi auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo alle comunità di Amorosi, Castelvenere, San Salvatore Telesino, Solopaca e Telese Terme.

Auspico che il nuovo corso politico avviato con l'unione tra i nostri Comuni possa essere un fattore decisivo di ripresa economica e di crescita occupazionale, in grado di ridare fiducia nel futuro e benessere a tutti".

Comunicato stampa n.112 del 24/12/2013

Oggetto: Unione dei Comuni "Città Telesina"

Sabato 21 dicembre 2013 si è insediato presso il Centro Congressi delle Terme di Telese  il Consiglio dell'Unione dei Comuni della Città Telesina.

I Comuni di Telese Terme, Amorosi, Castelvenere, San Salvatore Telesino e Solopaca hanno dato vita ad un organismo sovracomunale che avrà il compito di  condividere una serie di servizi e creare le premesse per una politica comune di sviluppo dell'intero comprensorio nel solco di una Città Telesina che non abbia più confini e rinsaldi legami tra cittadini che vivono in un territorio con le stesse caratteristiche e potenzialità

Presidente dell'Unione è stato designato, per 5 anni come da statuto, il Sindaco di Telese Terme Pasquale Carofano e i due vice saranno, alternativamente per 2 anni e 6 mesi, il Sindaco di San Salvatore Telesino Fabio Massimo Romano e il Sindaco di Solopaca Antonio Santonastaso.

Nella prima fase dei lavori il nuovo consesso è stata presieduto dal Consigliere anziano Mirella Fabbri per la convalida degli eletti. Con votazione palese si è passati ad eleggere il Presidente del Consiglio dell'Unione. La presidenza è andata al Consigliere di Amorosi Claudio Ferruccio mentre la vice presidenza è stata attribuita al Consigliere di Castelvenere Antonio Di Brigida.

Nel suo discorso programmatico il Presidente Pasquale Carofano ha posto sì l'accento sul momento storico della costituzione, dopo anni di discussioni appassionate,dell'Unione della Città Telesina, ma ha subito indirizzato l'attenzione sull'agenda dei lavori che impegneranno i Consiglieri eletti  e la Giunta non solo sulla condivisione di alcuni servizi al fine di migliorarne l'efficienza e conseguire risparmi in termini di spesa.

Compito dell'Unione, infatti, sarà altresì quello di delineare una politica di sviluppo dell'intero territorio puntando sulle eccellenze nel settore agroalimentare, sulle risorse naturali e sul turismo termale.

L'insediamento del Consiglio è stato il momento storico da cui partire per lavorare insieme in maniera condivisa superando per sempre le argomentazioni di un campanilismo che in passato hanno ostacolato la crescita di un territorio vasto e ricco di risorse da valorizzare.

Il passo successivo sarà ora l'assegnazione da parte del Presidente Carofano delle deleghe ai quattro Sindaci, Antonio Santonastaso (Solopaca) Giuseppe Di Cerbo (Amorosi) Alessandro Di Santo (Castelvenere) e Fabio Massimo Romano (San Salvatore Telesino)  che compongono la Giunta dell'Unione della Città Telesina.

Un ringraziamento particolare ai ragazzi della Scuola di Musica Città di Castelvenere con gli sbandieratori, le majorette, il direttore artistico Salvatore Simone e il maestro Pasquale Aiezza, che hanno allietato e reso più celebrativa la serata.

Le line di indirizzo esposte in sede di insediamento del Consiglio dell'Unione rappresentano un work in progress perché gli indirizzi programmatici saranno elaborati confrontandosi con forze economiche, il mondo culturale e le associazioni presenti sul territorio. Da sottolineare che è stato lanciata altresì l'idea di istituire un concorso di idee riservato agli istituti scolastici dei cinque Comuni per la progettazione del logo della Città Telesina in modo da coinvolgere la creatività degli studenti. La scelta sarà operata da una apposita commissione.

Comunicato stampa n.111 del 18/12/2013

 Oggetto: Consiglio Unione dei Comuni Città Telesina

E' in programma sabato 21 dicembre 2013 alle ore 16.00 presso il Palazzo dei Congressi delle Terme, il primo Consiglio dell'Unione dei Comuni "Città Telesina".

Si tratta dell'atto di insediamento del Consiglio dell'Unione dei Comuni di Telese Terme, Amorosi, Castelvenere, San Salvatore Telesino e Solopaca.

Saranno presenti i  Consiglieri eletti nei Consigli Comunali delle 5 città  che con questo primo atto ufficiale danno il via ad una Unione che si propone innanzi tutto lo svolgimento in forma associata di alcune funzioni ai sensi del D.Lgs. 267/2000.

L'ordine del giorno prevede al primo punto l'esame e la convalida degli eletti alla carica di Consiglieri dell'Unione dei Comuni "Città Telesina" e l'insediamento del Consiglio.   

Al secondo punto si prevede l'elezione del Presidente e del vice Presidente del Consiglio dell'Unione.

Al terzo punto sono previste le comunicazioni del Presidente dell'Unione Pasquale Carofano sulla formazione della Giunta e sulla proposta degli indirizzi generali di governo.

I Sindaci dei 5 Comuni dell'Unione invitano tutte le associazioni e tutti i cittadini a partecipare a questo storico evento.

Comunicato stampa n.110 del 17/12/2013

Oggetto: Progetto "Coloriamo il nostro futuro"

La costante efficace collaborazione tra Comune e Istituto Comprensivo di Telese Terme si sta rivelando particolarmente produttiva sia nel campo dell'offerta formativa per gli studenti sia sul piano della promozione territoriale.

In questo solco si inserisce la partecipazione dell' Istituto Comprensivo al Progetto nazionale "Coloriamo il nostro futuro" che da 13 anni promuove la cittadinanza attiva nei ragazzi grazie al coinvolgimento dei Consigli Comunali junior.

Alla rete nazionale aderiscono al momento 80 scuole inserite nelle aree di quattordici parchi nazionali e dodici Regioni.

L'obiettivo è quello di far sì che i Consigli Comunali junior possano interagire con le Amministrazioni Comunali al fine di garantire la tutela dell'ambiente e dei parchi in particolare.

La sinergia con il Comune e l'adesione al Progetto "Coloriamo il nostro futuro" hanno determinato una serie di attività  da parte dei ragazzi dell'Istituto Comprensivo che si sono tramutate in azioni concrete di promozione del territorio con un immediato ritorno di immagine e di visibilità. Riprova ne sono le tante richieste, da parte di Istituti Comprensivi di tutta Italia, di itinerari turistici del nostro Sannio in vista dell'organizzazione delle tradizionali gite scolastiche.

Nel 2013 il Convegno-raduno del Progetto è stato organizzato dall'Istituto Comprensivo di Taverna in provincia di Catanzaro e si è svolto dal 16 al 20 aprile con la partecipazione dei Dirigenti Scolastici e dei Sindaci junior. In Calabria erano presenti per l'I.C. di Telese Terme il Dirigente il prof. Luigi Pisaniello, il Sindaco Pasquale Carofano e il Sindaco Junior, anche in vista della pianificazione del Convegno 2014 che si terrà a Telese Terme.

Proprio per gettare le basi organizzative il Sindaco Carofano e il Dirigente Pisaniello hanno partecipato anche al pre-convegno tenutosi a Forno di Zoldo in provincia di Belluno dal 15 al 17 novembre 2013.

" L'evento che organizzeremo nel mese di maggio nella nostra comunità – ha dichiarato il Sindaco Pasquale Carofano – riveste una straordinaria importanza perché grazie ai ragazzi dei Consigli Comunali junior che partecipano ai Convegni, insieme ai loro docenti e agli Amministratori, si assicura una importante promozione del territorio, in modo da destagionalizzando l'affluenza turistica in tutta la nostra Valle Telesina e nell'intero Sannio".

Il convegno organizzato dall'I.C. di Telese Terme in collaborazione con l'Unione dei Comuni "Città Telesina" si terrà dal 15 al 18 maggio 2014 a Telese Terme e si calcola l'arrivo di 300-350 persone provenienti da tutta Italia tra Amministratori, Dirigenti Scolastici, Docenti accompagnatori e Sindaci Junior.

" Un grazie va senz'altro al Dirigente dell'Istituto Comprensivo prof. Luigi Pisaniello, ai docenti e al Consiglio Comunale Junior – ha concluso il Sindaco - che hanno aderito a questo importante progetto nazionale che unisce l'impegno dei ragazzi per la salvaguardia dell'ambiente ad una importante vetrina di promozione del nostro territorio".   

Comunicato stampa n.109 del  13/12/2013

Oggetto: Protocollo d'Intesa con Sviluppo Campania

La Giunta Comunale in data 12.12.2013 ha approvato un importante Protocollo d'Intesa con Sviluppo Campania per la promozione del microcredito FSE.

In virtù di questa intesa è stata prevista l'istituzione di uno "Sportello Informativo Comunale" per informare e agevolare tutti coloro che intendono accedere a specifici finanziamenti regionali.

Con tale iniziativa il Comune di Telese Terme vuole rendersi parte attiva nel sostenere il tessuto commerciale, turistico e industriale della cittadina termale.

Nell'anno 2011 la Giunta della Regione Campania ha affidato a Sviluppo Campania un fondo con dotazione di 65 milioni di euro per il sostegno alle micro, piccole e medie imprese della Campania.

Con atto integrativo del 30.09.2013 la dotazione del fondo è stata integrata per un importo complessivo di 100 milioni di euro.

L'obiettivo che si propone lo strumento finanziario è quello di supportare l'avvio e l'investimento in attività imprenditoriali, favorendo l'accesso al credito ai soggetti in situazioni di svantaggio economico, sociale e occupazionale, i giovani, le donne, gli immigrati, i disoccupati e i lavoratori a rischio di espulsione dal mercato del lavoro.

Sono previsti per le finalità perseguite da Sviluppo Italia prestiti per un ammontare minimo di €.5.000,00 e massimo di €. 25.000,00 con un tasso di interesse nullo e una rateizzazione a cadenza mensile.  

Comunicato stampa n.108 del  02/12/2013

Oggetto: Consiglio Comunale del 29 novembre 2013

Nel Consiglio Comunale di venerdì 29 novembre è stato approvato il bilancio di previsione.

La discussione ha riguardato anche la tassa di smaltimento dei rifiuti e la nomina dei rappresentanti del Comune di Telese Terme in seno al Consiglio dell'Unione dei Comuni della Città Telesina.

La relazione sul bilancio è stata presentata dal Sindaco che ha la delega in materia.

Il primo cittadino ha subito posto l'accento sul fatto che il bilancio è molto ingessato a causa di risorse finanziarie limitatissime.

Inoltre il Sindaco ha sottolineato che il Comune di Telese Terme non può contrarre nuovi mutui presso la Cassa Depositi e Prestiti e pertanto è difficile fare una programmazione concreta di largo respiro.

E' stato altresì sottolineato che è stata posta la massima attenzione nel contenere al massimo le spese, operando tagli ove possibile e riservando maggiori risorse alle problematiche sociali con particolare riferimento a quelle fasce più marginali della comunità.

Tuttavia il bilancio, che è risultato essere in equilibrio, dopo una lunga discussione tra i Consiglieri presenti in aula, è stato approvato con il voto compatto della sola maggioranza.  

Relativamente alla tassa per lo smaltimento dei rifiuti è stato precisato che l'Ente comunale non ha apportato alcuna modifica alle tariffe dello scorso anno, evitando quindi di introdurre aumenti che non possono essere assolutamente sostenuti dai cittadini in un momento di crisi così pesante.

Si è passati poi alla nomina dei rappresentanti del Comune nell'Unione dei Comuni della Città Telesina. Mediante due operazioni di voto separate e a scrutinio segreto per la maggioranza sono stati nominati i Consiglieri Selvaggio, Tanzillo e Parente mentre per la maggioranza è stata nominata Maria Ausilia Alfano. 

Comunicato stampa n.107 del 26 /11/2013

Oggetto: Festa delle stelle 2013

Si è svolta ieri sera presso l'Auditorium Calandra la 19° edizione della Feste delle Stelle organizzata dal Coni.

Sono stati premiati atleti e dirigenti della provincia che nel corso dell'anno si sono particolarmente distinti nelle varie discipline sportive, in ambito regionale e nazionale.

Tra i premiati Salvatore Di Paola , maestro telesino di judo, che ha ricevuto la stella al Merito Sportivo su indicazione del Presidente Nazionale del Coni Giovanni Malagò.. Un riconoscimento meritato per il maestro che nel corso degli anni ha avvicinato tanti giovanissimi alla disciplina del judo e ha conquistato con i suoi allievi numerosi titoli in campo nazionale e internazionale.

Le capacità professionali e umane di Salvatore Paola sono apprezzate soprattutto dai genitori dei  ragazzi che fin dalla tenera età frequentano con passione la palestra comunale di Telese Terme dove il maestro di judo tiene i suoi corsi.

 " Esprimo grande soddisfazione – ha dichiarato Francesco Bozzi che era presente alla cerimonia di premiazione – per il prestigioso riconoscimento attribuito dal Coni al maestro di judo Salvatore Di Paola che in tanti anni ha avviato i nostri bambini alla sana pratica sportiva. Ulteriore testimonianza dell'ottimo lavoro dell'amico Di Paola sono i sette  titoli italiani vinti dalla sua allieva Angela Giamattei e il titolo nazionale conquistato l'anno scorso da Giuseppe Leone anche loro premiati ieri sera a Benevento.

Va evidenziata anche la premiazione  per la convocazione in nazionale del giovanissimo calciatore di Telese Terme Enrico Brignola grande promessa del calcio.".

Il Sindaco Pasquale Carofano ha voluto sottolineare il valore anche sociale dell'attività svolta dal maestro Di Paola e l'importanza dei traguardi sportivi raggiunti dagli atleti premiati eri sera, motivo di orgoglio dell'intera cittadina termale. 

 

Comunicato stampa n.106 del 23 /11/2013

Oggetto: Allerta Meteo

La Protezione Civile Regione Campania ha diramato un bollettino di allerta per la giornata di oggi sabato 23 novembre 2013. Il Sindaco e l'Amministrazione Comunale invitano i cittadini a prestare la massima attenzione soprattutto nell'utilizzare i sottopassi presenti sul territorio e di monitorare i locali seminterrati.

Un particolare appello alla prudenza e a tenere sempre alto il livello di attenzione viene rivolto ai residenti nelle zone in prossimità del fiume. Lo stato di allerta permane fino alle ore 24 della giornata di oggi.

 

Comunicato stampa n.105 del  21/11/2013

Oggetto: conferenza stampa Stagione teatrale 2013-2014

Invito i colleghi giornalisti a partecipare sabato 23 novembre 2013 alle ore 10 presso il Cinema Teatro Modernissimo di Telese Terme  alla conferenza stampa di presentazione della stagione teatrale 2013-2014.

Interverranno il Sindaco Pasquale Carofano, il Consigliere con delega alla cultura Patrizia Tanzillo e il Presidente del Teatro Pubblico Campano Vincenzo D'Onofrio.

Comunicato stampa n.104 del 20/11/2013

Oggetto: Centro Pastorale Consiglio comunale del 22 novembre

L'Amministrazione Comunale ritiene opportuno ricordare che venerdì 22 novembre 2013 alle ore 17.30 presso il Centro Congressi delle terme di Telese si terrà il Consiglio Comunale sulla "costruzione del Centro Pastorale".

Si procederà in quella occasione ad approvare lo schema di convenzione, che darà alla Diocesi di Cerreto Sannita-Telese-Sant'Agata de' Goti il via libera per l'avvio della costruzione dell'importante opera.

La realizzazione del progetto segna un punto di svolta per il comprensorio territoriale della valle telesina sotto vari profili.

Il popolo di Dio avrà una nuova Casa ove potrà dare la giusta solennità e la doverosa dignità alle funzioni religiose sia locali sia di ampio respiro, nonché migliore accoglienza per le tante attività, anche di natura sociale, collegate. 

Essa costituirà, sicuramente, un punto di riferimento unitario per una aggregazione di quei fedeli provenienti da fuori zona, che spesso si trovano di passaggio sul nostro territorio con finalità religiose.

Un dato non marginale è rappresentato dal costo dell'opera pari a circa 6 milioni di euro, che darà respiro anche ad una economia locale in un momento di crisi che sta attanagliando l'intero Paese.

E' da porre in rilievo, altresì, che nella convenzione è stato previsto di dare in uso, quando occorra, al Comune di Telese il capiente e moderno salone dei convegni annesso al Centro Pastorale.

Non può essere nascosta, pertanto, la soddisfazione per un progetto di così ampia portata strategica.

Ai tentativi di polemica avviati qualche giorno fa sull'argomento l'Amministrazione Comunale non intende dare risposta, perché significherebbe spostare il dibattito su cose superflue e irrilevanti.

Una giornata così importante e gratificante per la comunità telesina non può essere inquinata da irresponsabili posizioni, che oggi non appaiono affatto giustificate.

L'attuale Amministrazione in questi tre anni e mezzo ha fatto la sua decisiva, convinta e importante parte affinché il Centro Pastorale potesse diventare realtà, senza con questo voler disconoscere l'operato positivo prodotto al riguardo dalle Amministrazioni precedenti.

Si auspica pertanto che il civico consesso, al quale saranno presenti il Vescovo Mons. Michele De Rosa, i Sindaci della Città Telesina e molti Sindaci del comprensorio diocesano, possa registrare uno straordinario momento di unità e di condivisione per l'intera comunità.    

 

Comunicato stampa n.103 del  13/11/2013

Oggetto: Centro Pastorale a Telese Terme

L'Amministrazione Comunale ha il piacere di comunicare che dopo un lungo e complicato iter amministrativo si è giunti al traguardo della formale approvazione in Consiglio Comunale dell'atto di convenzione, che darà il via libera alla costruzione del Centro Pastorale in Telese Terme.

Il Civico Consesso sarà convocato per venerdì 22 novembre 2013 presso il Centro Congressi delle terme di Telese alle ore 17.30 e avrà, data l'importanza, come unico punto all'ordine del giorno proprio l'approvazione del documento, che sarà firmato al termine della seduta consiliare.

L'opera da realizzare, che prevede una spesa di circa 6 milioni di euro, sorgerà su una superficie di circa 22.000 mq nella zona della piana e precisamente all'altezza dell'incrocio di via Vallo Rotondo con via San Giovanni.

Tale ipotesi progettuale pur essendo nata oltre un decennio fa è stata influenzata, purtroppo, da ritardi e battute d'arresto causati da complessi e farraginosi meccanismi normativi e amministrativi.

Tuttavia questa Amministrazione Comunale ha voluto portare avanti tale previsione con determinazione e convinzione in armonia anche ad un preciso e qualificante punto programmatico relativo agli impegni assunti in campagna elettorale.

Si auspica, oggi, di mettere fine anche ad una serie di critiche e polemiche che vi sono state su tale argomento.

L'epilogo della vicenda parla da solo.

Va dato atto del forte e appassionato impegno che il Sindaco Pasquale Carofano ha dedicato, fin dai primi giorni del mandato amministrativo, alla complicatissima questione del Centro Pastorale.

Il gioco di squadra e di piena condivisione, registratisi al riguardo, sia con l'Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Liverini sia con tutti gli altri componenti dell'Amministrazione, nonché con l'Ufficio Tecnico che ha saputo declinare con intelligenza e operosità le direttive ricevute, hanno consentito di pervenire con successo al compimento di una operazione, niente affatto scontata nell'esito finale.

Particolare gratitudine va espressa al Vescovo di Cerreto Sannita, Mons. Michele De Rosa, che non ha fatto mai venir meno il proprio ottimismo e la propria fiducia nell'operato di questa Amministrazione.

Al Consiglio Comunale saranno invitati oltre che i Sindaci della Città Telesina, anche i Sindaci dell'intera Valle Telesina in segno di attestazione che l'opera erigenda ha una valenza strategica non solo per la città di Telese Terme ma per l'intero comprensorio.          

 

Comunicato stampa n.102 del 05/11/2013

Oggetto: Stella Michelin allo chef Giuseppe Iannotti

L'Amministrazione Comunale tutta formula le più vive congratulazioni allo chef telesino Giuseppe Iannotti per il conferimento della Stella Michelin che è stata attribuita al suo ristorante Kresios sito nella cittadina termale.

Auspica altresì per lui ulteriori e più ambiziosi traguardi per la sua attività.

Comunicato stampa n.101 del 05/11/2013

Oggetto: Cerimonia del 4 novembre

L'Associazione Combattenti e Mutilati di guerra è stata parte attiva nella organizzazione della tradizionale manifestazione del 4 Novembre, che si è svolta in un clima di sentita partecipazione.

Con la direzione del sig. Angelo Leone è stato dato il via alla celebrazione con un corteo che dalla Casa Comunale ha raggiunto la Chiesa Parrocchiale, ove è stata celebrata una Santa Messa dal Vescovo Mons. Michele De Rosa per ricordare le vittime di tutte le guerre.

Al termine del momento religioso il corteo ha fatto ritorno presso il monumento ai Caduti, sito davanti le scuole elementari per le ulteriori e significative fasi cerimoniali impreziosite da una numerosa presenza di cittadini. Sono state deposte presso il monumento ai Caduti, dopo l'alzabandiera accompagnata da squilli di tromba, due corone di fiori dal Sindaco di Telese Terme Pasquale Carofano e dal Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Cerreto Sannita, capitano Alfredo Zerella.

A seguire è stata data lettura dal partigiano Alfredo Festa dei nomi di quei concittadini deceduti nei due conflitti mondiali.

Vi sono stati, quindi, gli interventi del capitano Zerella e del Sindaco di Telese.

L'Ufficiale dei Carabinieri ha letto il messaggio scritto per l'occasione dal Presidente della Repubblica, mentre il primo cittadino ha inteso sottolineare il grande significato morale della ricorrenza anche con riferimento ai tanti focolai di guerra che, purtroppo, ancora si registrano nel mondo e che richiedono un grande impegno da parte di tutti affinché si possa far prevalere la pace universale.

E' stato dato vita, infine, da parte delle scolaresche presenti a performances artistiche di grande maestria, con canti e letture che hanno destato l'autentica ammirazione di tutti i presenti.

Ha fatto spicco l'originale interpretazione dell'Inno Nazionale Fratelli d'Italia.

I più giovani studenti, diretti dalla prof.ssa Ester Riccio, si sono resi i veri protagonisti della giornata avendo saputo rimarcare e affermare quel collegamento ideale e di valori tra le vecchie e le nuove generazioni.

Alla cerimonia sono stati presenti oltre le Autorità già menzionate, i Dirigenti dei due Istituti Scolastici, dott.ssa Domenica Di Sorbo e dott. Luigi Pisaniello, alcuni Amministratori del Comune di Telese Terme, il Presidente della Pro Loco Telesia Antonio Grimaldi, la Dirigente del Commissariato di Polizia di Telese Terme dott.ssa Giuseppina Consales con propri collaboratori, il Comandante della Stazione Carabinieri di Telese Terme luogotenente Roberto D'Orta, rappresentanti della Tenenza della Guardia di Finanza di Solopaca, nonché appartenenti alle associazioni dei Corpi dei militari in congedo.

 

Comunicato stampa n.100 del 24/10/2013

Oggetto: Inaugurazione nuova sede Stapa-Cepica

Nella mattinata odierna è stata inaugurata la nuova sede, ubicata in via Mainolfi, degli uffici regionali dello Stapa-Cepica.

Presenti alla cerimonia il Sindaco Pasquale Carofano, l'Assessore Giovanni Liverini e il Presidente del Consiglio Comunale Michele Selvaggio. Sono intervenuti anche il Dirigente dello Stapa-Cepica provinciale di Benevento dott. Parente, i dirigenti del Demanio della Regione Campania e della Provincia di Benevento, dott. Trombetti e dott. Spallone accompagnati dai rispettivi collaboratori.

Inoltre hanno presenziato il responsabile dello Stapa-Cepica di Telese dott. Ciervo, con tutto il personale dipendente, nonché i presidenti delle Cantine Sociali di Solopaca e Guardia Sanframondi, rappresentanti delle organizzazioni sindacali, della Coldiretti, CIA, Confagricoltura e numerosi cittadini.   

E' stata così definitivamente scongiurata l'ipotesi di una soppressione o di una delocalizzazione di tali uffici in un altro Comune della Provincia di Benevento in conseguenza della riduzione della spesa pubblica operata dalla Regione Campania, non più disponibile a sostenere la spesa del fitto dei locali ove precedentemente l'Unità Operativa Territoriale era allocata.

L'Amministrazione Comunale ha fortemente perseguito la volontà di non subire un ulteriore depauperamento di un importante ufficio pubblico.

Per raggiungere tale risultato, ci si è prodigati nel portare a compimento un complesso procedimento amministrativo che ha consentito di mettere a disposizione dello Stapa-Cepica, con la formula del comodato d'uso gratuito, nuovi locali entrati, da poco tempo, nella disponibilità del Comune di Telese Terme.

Nel corso della cerimonia, dopo la benedizione dei locali da parte del parroco don Gerardo Piscitelli, è stata ribadita l'importanza che lo Stapa-Cepica assume con la propria sede nella città di Telese, stante la posizione baricentrica della cittadina termale rispetto a un vasto territorio agricolo a favore del quale vengono erogati servizi informativi di assistenza e di consulenza.  

E' stato anche prospettato che gli uffici dello Stapa-Cepica di Telese dovranno diventare un centro di eccellenza soprattutto per quanto riguarda la valorizzazione di un comparto agricolo, quello vitivinicolo, che sta diventando sempre più decisivo ai fini di un concreto sviluppo economico delle nostre zone.

E' l'occasione questa per esprimere sentimenti di gratitudine nei confronti degli on.li Erminia Mazzoni ed Umberto Del Basso De Caro che hanno sostenuto nelle sedi opportune la volontà dell'Amministrazione di conferma a Telese Terme di un ufficio pubblico così importante.

Oggi l'Amministrazione è convinta che un ulteriore sostegno potrà essere fornito per la valorizzazione dei servizi dedicati all'agricoltura dal Ministro dell'Agricoltura Nunzia De Girolamo, che con molta determinazione sta operando a favore del Sannio.

Comunicato stampa n.99 del  17/10/2013

Oggetto: Convocazione Consiglio Comunale

Il Presidente Michele Selvaggio ha convocato, in seduta straordinaria, il Consiglio Comunale per il giorno 24 ottobre 2013 alle ore 17.00 presso la biblioteca comunale in Piazza Madre Teresa di Calcutta per discutere sul seguente ordine del giorno:

Lettura ed approvazione verbali precedente seduta del 09.09.2013

Comunicazioni del SindacoInterrogazioni

Mozione – Proposta di deliberazione presentata dal Consigliere Capasso "Abbattimento del 40% della TARES 2013 utilizzando gli utili derivanti dal condono TARSU"

Mozione – Proposta di deliberazione presentata dal Consigliere Capasso "Utilizzo indennità Amministratori per istituzione fondo anti crisi"

Mozione – Proposta di deliberazione presentata dal Consigliere Capasso "Modifica comma 8 art.13 e comma 8 art.44 Regolamento Consiglio Comunale"

Mozione – Proposta di deliberazione presentata dal Consigliere Capasso "Grandi Progetti Regione Campania – Corpi Idrici Superficiali – Comprensorio BN4 indirizzi per la redazione di uno studio di fattibilità finalizzato a definire una proposta di variante al progetto redatto dall'ARCADIS"

Proposta di delibera presentata dal gruppo di minoranza "Approvazione Regolamento per la disciplina del referendum popolare (Statuto art.35 capo 3)"

Esame ed approvazione Regolamento per la disciplina del referendum comunale

Nomina dei rappresentanti del Comune di Telese Terme in seno al Consiglio dell'Unione dei Comuni della "Città Telesina"                                  

 

Comunicato stampa n.98 del  16/10/2013

 Oggetto:  Dalla  Regione Campania assegnati 65.000 euro al Comune di Telese Terme per il VI Trofeo   Città di Telesia di running

Con viva soddisfazione è stato appreso che la richiesta di contributo presentata alla Regione Campania, ai sensi della L.R. n.8/2008, per finanziare il "VI Trofeo Città di Telesia" di running 2012 è stato concesso per l'intero importo richiesto pari a euro 65.000,00 circa.

Il risultato conseguito è motivo di orgoglio di tutta l'Amministrazione, in quanto rappresenta l'epilogo positivo di una vicenda amministrativa, che in prima istanza, aveva indotto la Regione Campania ad escludere dal finanziamento il progetto della cittadina termale.

Infatti solo a seguito delle opportune rimostranze di questa Amministrazione rappresentate in data 20 giugno 2013 dal Sindaco Carofano alla Commissione consiliare speciale per la trasparenza della Regione Campania, è stato possibile ribaltare la iniziale decisione di esclusione.

Sono state pertanto riconosciute, oggi, le fondate e buone ragioni di legittimità del progetto rispetto alle quali la Regione Campania ha dovuto rivedere le proprie posizioni, riformulando una nuova graduatoria di merito nella quale Telese Terme è stata allocata in quarta posizione, utile a poter diventare assegnataria a pieno titolo del rilevante contributo finanziario richiesto.

"Abbiamo lottato con le unghie e con i denti  - afferma il Sindaco Carofano – per farci riconoscere dalla Regione Campania le nostre legittime pretese. E' un risultato questo che azzera le facile critiche recentemente mosse dal Consigliere Capasso verso la Giunta Comunale, accusata sostanzialmente di chiara incompetenza allorquando si era dovuto registrare la iniziale esclusione dalla concessione del contributo". "Come più volte ribadito – continua il Sindaco - questa Amministrazione risponderà con i fatti, evitando di essere fagocitata in sterili e infruttuosi tentativi di polemica, che oggi sembra essere diventato lo sport più praticato da alcune persone. Desidero tuttavia, ulteriormente, sottolineare che il contributo finanziario ottenuto oltre che rappresentare l'esito di un costante appassionato lavoro che la mia Amministrazione sta svolgendo, ha creato le premesse per consolidare a Telese Terme un evento sportivo di rilievo internazionale in grado di poter dare un forte impulso alla vocazione turistica della nostra cittadina".       

 

Comunicato stampa n.97 del 14 /10/2013

Oggetto:  Rifiuti: i debiti degli altri che paghiamo noi

Nel manifesto affisso in questi giorni sulla problematica dei rifiuti l'Amministrazione Comunale ha comunicato alla cittadinanza che il Capo dell'Unità Tecnica Amministrativa del Dipartimento della Protezione Civile ha diffidato il Comune di Telese Terme affinché saldi il suo debito pregresso.

Nel dettaglio si precisa che tra il 15/12/2005 e il 31/12/2009 il Comune di Telese Terme ha smaltito i rifiuti senza pagare, perché sugli oltre 800 mila euro di smaltimenti, 174 mila euro sono stati pagati nel 2009, 335 mila li ha pagati l'attuale Amministrazione negli anni 2010-2011 e oggi, a saldo del dovuto, sono stati chiesti i restanti 330 mila euro.

Di conseguenza dal 2005 al 2009 chi ha amministrato ha lasciato un debito insoluto di circa 665 mila euro solo per gli smaltimenti.

A tali cifre vanno poi sommati ulteriori 800 mila euro che l'Amministrazione Comunale sta pagando al gestore privato per spazzamento, raccolta e trasporto erogati negli anni precedenti all'insediamento dell'Amministrazione in carica.

Tali cifre poi vanno sommate al decreto ingiuntivo del settembre 2008 con cui il Consorzio BN2 reclama pagamenti insoluti per euro 274.755,34. In attesa di una soluzione di tale vicenda, si pagano comunque gli avvocati.

Altri 250 mila euro il Comune li ha già sborsati per un'isola ecologica che non potrà mai essere realizzata, per la quale la Regione nel 2009 revocò anche il contributo di euro 200 mila. In questi mesi i Consorzi Nazionali che trattano le varie matrici di rifiuti differenziati (legno, imballaggi, carta, vetro, alluminio, pile,etc.) stanno dando soldi ai Comuni che hanno le isola ecologiche attive, in modo da incentivare il riciclo.

E' evidente che, di conseguenza, aumenta il divario di Telese da altre comunità e aumentano le difficoltà per evitare la crescita dei costi, già rilevanti, a causa dell'introduzione da parte del Governo, della TARES.

Gli Amministratori dell'epoca sono gli stessi che oggi, dall'opposizione, chiedono di diminuire il costo dei tributi sui rifiuti.

Questo è l'obiettivo che l'Amministrazione Comunale cercherà di raggiungere nonostante il grave peso di alcune vicende che ricadono sui cittadini e sull'Amministrazione.

 

Comunicato stampa n.96 del 11/10/2013

Oggetto:  Comunicato dell'Amministrazione Comunale

Questa Amministrazione fin da quando si è insediata ha scelto di operare silenziosamente e con umiltà, con l'unica e precisa missione di servire l'interesse dei cittadini di Telese.

Tuttavia con cadenza quasi giornaliera abbiamo dovuto fronteggiare duri attacchi intrisi di menzogne e finanche di insulti.

La nostra bussola, comunque, è rimasta orientata sempre nella stessa direzione.

Al termine del nostro mandato sarà l'intera comunità a dare il giudizio vero e reale su quanto fatto; non ci hanno intimidito i tanti "strilloni" di turno, aiutati anche da una certa stampa di parte, che hanno fatto e fanno da cassa di risonanza nell'inquinare l'opinione pubblica.

Ma la cosa più scandalosa e inaccettabile, che oggi si sta verificando è la posizione assunta dal consigliere Capasso da quando si è dimesso da assessore, passando all'opposizione.

I suoi continui e ripetuti interventi hanno il tenore di insinuazioni poco commendevoli sempre più evidenti sull'operato del capo ufficio tecnico di questo Comune ing. Maurizio Perlingieri.

Purtroppo è finanche troppo evidente l'atteggiamento assunto da Capasso, che da posizione dominante vuol cercare di sopravvivere politicamente sulla pelle di un onesto, laborioso e capace dipendente del Comune di Telese Terme.

E' ovvio che ciò non è accettabile, soprattutto perché l'ing. Perlingieri sta reggendo da tre anni l'Ufficio Tecnico di questo Comune con una abnegazione semplicemente ammirevole e con una laboriosità e competenza difficilmente riscontrabili altrove.

L'ing. Perlingieri rappresenta un punto di forza non solo per il Comune, ma soprattutto per l'intera comunità verso la quale si è posto sempre con uno spirito di servizio e di disponibilità, anche oltre il dovuto, che hanno consentito di superare e risolvere complesse problematiche sia di edilizia privata che di opere pubbliche.

E' paradossale, pertanto, che oggi Capasso dall'opposizione vuol realizzare un libro dei sogni, quando da Sindaco ha combinato ben poco e da Assessore ancora meno.

A lui infatti chiediamo dove era quando:

-          a Telese veniva perpetrato un irrazionale e inconsulto sviluppo urbanistico ed edilizio in assenza delle necessarie opere di urbanizzazione, che oggi condizionano fortemente la messa a punto di un quadro territoriale armonico e dignitoso;

-          molti imprenditori, dopo le loro speculazioni edilizie, hanno dimenticato di effettuare i pagamenti degli oneri di costruzione ed oggi si è costretti a rincorrerli quasi sempre con esito infruttuoso;

-          venivano rilasciati permessi di costruire in assenza di qualsiasi crisma di legalità, originando contenziosi senza fine;

-          i lavori pubblici venivano affidati sistematicamente sempre alle stesse ditte con ribassi risibili con l'unico risultato, in molti casi, di non vedere neanche la chiusura dei lavori;

-          l'Ufficio Tecnico progettava opere pubbliche senza che fossero detenute le necessarie licenze dei software per eseguire le dette progettazioni;

-          veniva consentita, in totale spregio della normativa, la liquidazione di compensi a favore dei responsabili dell'Area Tecnica dell'intero importo del 2%, senza che questo fosse suddiviso in relazione alle prestazioni effettivamente svolte;

-          venivano conferiti incarichi fiduciari senza alcuna giustificazione nei criteri di scelta e nelle motivazioni;

-          il Consorzio Idrotermale approvava progetti incompleti come il teatro del Cerro;

-          venivano realizzate opere pubbliche quali palazzetti, biblioteche, stadi, scuole ecc. senza che nessuna di queste avesse compiuto il suo percorso amministrativo con le prescritte autorizzazioni e certificazioni;

-          venivano realizzate opere pubbliche in aree non deputate ad accoglierle, senza la previa e necessaria acquisizione delle relative aree, causando inevitabili contenziosi tuttora in essere.

Oggi, grazie alla piena affidabilità dell'ing. Maurizio Perlingieri, che ha saputo declinare gli indirizzi di questa Amministrazione, certe cose non accadono più.

Rimandiamo al mittente anche le accuse di inefficienza.

Quanto prima sarà aperto un nuovo capitolo per illustrare alla cittadinanza i non pochi risultati conseguiti in virtù del duro lavoro finora svolto, nonché le enormi difficoltà che si son dovute superare per le gravi limitazioni imposte da debiti contratti dalle precedenti Amministrazioni senza le previste coperture di bilancio.

L'Amministrazione Comunale                     

 

Comunicato stampa n.95 del 24/09/2013

 Oggetto:  Pro Loco Expo

L'Amministrazione Comunale si congratula con il Presidente, il Consiglio direttivo e i soci della Pro Loco Telesia per l'iniziativa denominata "Pro Loco Expo" che ha consentito a tante Pro Loco di ritrovarsi sia per discutere di opportunità di sviluppo turistico anche nelle aree interne della Campania sia per poter promuovere, nella cittadina termale, le proprie eccellenze ed esporre tanti prodotti tipici che incontrano il gradimento dei consumatori.

Interessante il dibattito sul tema "Pro Loco e turismo rurale per il rilancio delle aree interne" che ha messo a confronto le diverse esperienze nel settore e promosso ulteriori progetti per dare un rinnovato slancio a un comparto fondamentale per tante realtà della regione.

Un plauso meritano anche i tanti artigiani che hanno arricchito la manifestazione con stand espositivi che testimoniano in maniera chiara ed evidente come il patrimonio culturale, ambientale, architettonico, storico e religioso delle nostre zone possa ben integrarsi con le risorse artigiane ed enogastronomiche, in modo da proporre ai potenziali visitatori un pacchetto attrattivo e vario di offerta turistica.  

Il Sindaco Pasquale Carofano manifesta la sua soddisfazione per la buona riuscita dell'iniziativa anche in considerazione del fatto che la nuova Pro Loco ha avuto a disposizione poco tempo per l'organizzazione dell'evento, visto che i nuovi vertici, il Presidente Antonio Grimaldi e i suoi collaboratori, si sono insediati solo di recente.

L'esordio è stato sicuramente convincente e il primo cittadino augura alla Pro Loco Telesia di continuare con successo nel suo ruolo di essere motore propulsivo per le iniziative di promozione del territorio.

Comunicato stampa n.94 del 23/09/2013

Oggetto: Ordinazione episcopale Mons. Orazio Francesco Piazza

Tantissimi fedeli hanno partecipato sabato 21 settembre all'ordinazione episcopale di Mons. Orazio Francesco Piazza che si è tenuta presso lo stadio comunale "Cesare Alterio"  in via Lagni a Telese Terme.

"Siamo onorati –  dichiara il Sindaco Pasquale Carofano – di aver ospitato nella nostra cittadina la cerimonia religiosa che ha consacrato don Franco Piazza Vescovo di Sessa Aurunca. Un legame con Telese Terme che il neo Vescovo ha sempre conservato nel suo cuore perché proprio nella nostra comunità ha mosso i primi passi della sua missione in qualità di vice parroco, molto amato da tutti e apprezzato per la sua operosità.Auguriamo al neo Vescovo di operare con la forza e la tenacia del buon pastore nella sua nuova Diocesi di Sessa Aurunca in un momento difficile di grave crisi economica e sociale.

Esprimo grande soddisfazione per la buona riuscita della manifestazione e ringrazio a nome mio personale e dell'intera Amministrazione la Questura e la Prefettura di Benevento, le delegazioni delle Amministrazioni Comunali dell'intera Provincia di Benevento e la delegazione del Comune di Sessa Aurunca, il Comando Provinciale Carabinieri, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, la Compagnia  Carabinieri di Cerreto Sannita, la Polizia Provinciale, la Croce Rossa, la Centrale Operativa del 118, I Gruppi Comunali di Protezione Civile e il Gruppo Regionale che, oltre ad assicurare un nutrito gruppo di volontari sul territorio, hanno provveduto al montaggio delle tende da campo.

Un ringraziamento ai tutti i Comuni che hanno messo a disposizione uomini  e mezzi per assicurare al meglio i servizi di viabilità e  di vigilanza e il necessario supporto tecnico-operativo..

Grazie all'Associazione Cattolica Diocesana, al "Centro Studi Sociali Bachelet", alla Pro Loco Telesia, al "Gigante Buono", al "Cireneo", alla "Misericordia" e all'Associazione "Pro Vita".

Grazie al Presidente della Scuola calcio Valle Telesina nonché gestore dello stadio comunale per l'indispensabile collaborazione offerta.

Grazie alla Forze dell'Ordine, al Commissariato di Polizia e  al Comando Carabinieri di Telese Terme.

Un ringraziamento particolare al Comando di Polizia Municipale di Telese Terme e all'Area Tecnica del Comune che, con i loro responsabili e i loro uomini insieme ai lavoratori LSU, hanno consentito con il loro lavoro  e la loro disponibilità che la manifestazione si svolgesse nel migliore dei modi  e in condizioni di assoluta sicurezza.

Grazie all'intera cittadinanza per aver compreso i disagi che inevitabilmente comporta un afflusso notevole di persone sul nostro territorio e per la rinuncia al tradizionale mercato settimanale del sabato mattina".

 Comunicato stampa n.93 del 20/09/2013

Oggetto: comunicato dell'Assessore Gianluca Aceto

TAR Campania ha negato la sospensiva alla procedura  di approvazione dello studio di fattibilità riguardante il biodigestore di Telese Terme. Non solo. Il TAR ha definitivamente cancellato la causa promossa dal Gruppo di minoranza Telese 2010, senza disporre il rinvio al giudizio di merito. In poche parole, smentendo quanto affermato, lo studio di fattibilità non prefigurava alcuna scelta imposta a chicchessia, avviando correttamente una procedura di studio e confronto. Non c'era materia del contendere.

Da un punto di vista amministrativo, la decisione del TAR certifica un clamoroso flop da parte della minoranza e di quanti, con essa, avevano usato argomentazioni insussistenti. Contrariamente a quanto affermato dal gruppo di minoranza, infatti, se vorranno ancora opporsi (non si sa bene a cosa) dovranno promuovere un nuovo ricorso. Un fallimento giudiziario inappellabile.

Da un punto di vista squisitamente politico, rilevo che comincia a cadere il castello di menzogne, talvolta spudorate, che sono state profuse a fiumi nei mesi scorsi, e che hanno trovato degna sintesi in denunce a Procura, Prefettura, Corte dei Conti. Staremo a vedere come finiranno anche questi tentativi, che per il momento designano un autentico fallimento politico da parte di quanti hanno inteso mestare nel torbido e alimentare confusioni ingiustificate e strumentali. Fallimento che, tanto per cambiare, viene gabellato per successo, nell'ennesimo travisamento della realtà.

Il vero colpo, tuttavia, lo subisce l'intera Telese Terme, trascinata nel liquame da quanti, capendo che il biodigestore l'avrebbe resa un esempio virtuoso in tutta Italia, hanno costruito e alimentato paure strumentali affinché si impedisse alla comunità di crescere ed essere all'avanguardia, nella trasparenza assoluta. Il tutto, garantendo la partecipazione a processi decisionali che erano tutti da definire. Cosa che il TAR ha ufficialmente sancito. Hanno vinto le paure e la cattiva politica, quella che ha trascinato Telese nel disdoro, solo pochi anni fa, e che continua a condizionarla attraverso personaggi che agiscono nell'ombra, carezzando il sogno che i tempi andati possano in qualche modo tornare, seppure in forme nuove.

Gianluca Aceto Vicesindaco di Telese Terme 

Comunicato stampa n.92 del  19/09/2013

Oggetto: Ordinazione episcopale Mons. Orazio Francesco Piazza

La cittadina termale è pronta ad accogliere la solenne cerimonia di investitura a Vescovo di S.E. Mons. Orazio Francesco Piazza.

La Santa Messa di ordinazione episcopale, officiata da S.Em.za Card.Crescienzio Sepe, si terrà sabato 21 settembre 2013 con inizio alle ore 16.30 presso il nuovo stadio comunale di via Lagni.

Al grande evento si prevede la presenza di numerose autorità civili, militari e religiose della Campania e nazionali, oltre che di alcune migliaia di fedeli.

L'Amministrazione Comunale esprime soddisfazione e gioia per una giornata davvero importante per Telese Terme ed invita tutta la cittadinanza a partecipare alla cerimonia religiosa.

Comunicato stampa n.91 del 13/09/2013

Oggetto: istituzione sede Consorzio Idrotermale

Il Consorzio Idrotermale ha finalmente una propria sede.

Essa è stata istituita presso un locale ricavato appositamente nelle strutture esistenti  del parco delle Terme di Telese.

Viene così, dopo lungo tempo, attuata una clausola contrattuale che, per l'appunto, faceva carico all'attuale gestore delle terme di mettere a disposizione e allestire un adeguato locale per le attività del Consorzio, costituito dai Comuni di Telese Terme e di San Salvatore Telesino.

La nuova sistemazione logistica consentirà di dare all'Ente Consortile una necessaria visibilità ed un maggiore impulso per iniziative che possano essere di utilità per la promozione e lo sviluppo della risorsa termale.

Pertanto martedì 10 settembre i componenti del Consorzio Idrotermale si sono incontrati, per la prima volta, nella nuova sede nel parco termale.

In quell'occasione si è proceduto ad effettuare, tra l'altro, un sopralluogo presso la piscina olimpionica e presso l'area del "Cerro".

E' stato constatato che si è proceduto a completare un importante intervento di bonifica nella zona esterna annessa alla piscina olimpionica e di rimozione di rifiuti e materiali abbandonati per atti di vandalismo perpetrati nella struttura sportiva.

E' stata, altresì, realizzata una nuova recinzione per proteggere più efficacemente l'impianto.

Oggi, purtroppo, a causa di quegli atti vandalici si registrano danni molto consistenti, per il cui ripristino occorrono non poche risorse finanziarie.

Sono allo studio valutazioni per capire quale ipotesi più proficua e più realistica possa essere praticata per la utilizzazione di quella struttura che non può correre il rischio di diventare un dirupo degradato.

L'area del "Cerro" è stata oggetto di importanti interventi di ripristino e di sistemazione.

Tuttavia a causa di una non sufficiente copertura finanziaria non è stato possibile finora ultimare i lavori.

A breve, comunque, saranno reperite le risorse finanziarie per completare il quadro degli interventi, in modo da consentire ai cittadini di poter fruire di uno spazio tra i più suggestivi delle terme.              

Comunicato stampa n.90 del 28/08/2013

Oggetto: Convocazione Consiglio Comunale

Il Presidente Michele Selvaggio ha convocato, in seduta straordinaria, una riunione di Consiglio Comunale per il giorno 09.09.2013 alle ore 9.30 presso la biblioteca comunale in piazza Madre Teresa di Calcutta, per discutere sul seguente ordine del giorno:

1.  Lettura e approvazione verbali precedenti sedute del 31.05.2013 e dell'11.06.2013

2.  Approvazione convenzione per l'esercizio delle funzioni associate in materia socio-assistenziale e socio-sanitaria di cui alla Legge n. 328/2000 ed alla L.R. n.11/2007 tra i Comuni appartenenti all'Ambito Territoriale B4.

Comunicato stampa n.89 del 14 /08/2013

Oggetto: Saluto di benvenuto al Capitano Manuela Zito

Il Sindaco Pasquale Carofano ha indirizzato un saluto di benvenuto e gli auguri di buon lavoro al Capitano Manuela Zito che ha assunto il comando del reparto provinciale della Guardia di Finanza.

"Nel rivolgere un cordiale saluto di commiato al Capitano Vincenzo Pesapane che lascia il  Comando Provinciale dopo cinque anni di intenso lavoro, esprimo a nome mio e dell'intera Amministrazione Comunale auguri di buon lavoro al Capitano Manuela Zito che ha assunto il Comando del reparto provinciale. La Guardia di Finanza è un importante presidio di legalità sul territorio in anni nei quali anche il Sannio deve alzare il livello di attenzione in tanti settori divenuti a rischio. Auguro al Capitano Zito di raggiungere risultati importanti nei settori di competenza delle Fiamme Gialle".

Comunicato stampa n.88 del 13/08/2013

Oggetto: Grande Progetto " Risanamento ambientale corpi idrici superficiali delle aree interne"

Trentadue milioni di euro per il Sannio, di cui 6,0 per Telese Terme.

E' questa la cifra destinata ai Comuni sanniti nell'ambito del Bando di Gara, a valere sui fondi POR FESR 2007/2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale europea per l'affidamento della progettazione, del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e della realizzazione dei lavori del "Lotto Funzionale Provincia di Benevento" del Grande Progetto "Risanamento ambientale corpi idrici superficiali delle aree interne".

Si tratta di un progetto per il corretto funzionamento del sistema di depurazione in un'area come la provincia di Benevento, ma anche per il litorale Domizio.

In particolare, per i Comuni del comprensorio BN4, in cui rientrano Telese Terme, Castelvenere, San Salvatore Telesino e Solopaca, gli interventi per circa 11 milioni e 500mila euro riguardano il completamento delle reti fognarie e la realizzazione di un impianto comprensoriale con relativo completamento degli emissari e collettamento fognario. Circa 6 milioni di euro saranno destinati a Telese Terme per il completamento della rete fognaria comunale.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco telesino, Pasquale Carofano.

"Rispetto alle tante promesse del passato - ha dichiarato - questa Amministrazione comunale si è distinta per essere riuscita a portare all'attenzione delle Istituzioni preposte le proprie problematiche con concretezza e tempismo.  Anche nel settore della tutela dell'ambiente e della salvaguardia del territorio abbiamo attivato, con grande impegno, iniziative di collaborazione istituzionale che hanno reso possibile il raggiungimento di tali risultati. Telese Terme è riuscita, anche grazie al prezioso lavoro di coordinamento portato avanti dall'Amministrazione provinciale di Benevento, ad interfacciarsi con la Regione Campania e con il soggetto attuatore dei grandi progetti di risanamento ambientale, riuscendo a completare tutta la maglia di rete fognaria comunale con 5 Km di nuova fognatura che oltre a completare la rete del centro urbano, si sviluppa su tutta l'area della Piana di Telese. Inoltre dismettiamo l'attuale depuratore di località San Biase realizzandone uno nuovo al di là della rete ferroviaria, liberando e restituendo al verde e ai cittadini tutta l'area ad ovest del Seneta e del Grassano. Insomma, uno sforzo mai pensato prima. Proposte concrete, quindi, per la tutela e la riqualificazione di un territorio che per troppi anni è stato dimenticato ed abbandonato a sé stesso. Da questo momento, faremo tutto il possibile per garantire e garantirci che i progetti che interessano Telese Terme vengano realizzati nel migliore dei modi. Continueremo la nostra attività di interazione e collaborazione con i soggetti attuatori di questi importanti interventi di riqualificazione ambientale.

Lo stanziamento di fondi per il completamento della rete fognaria di Telese Terme è un obiettivo storico che questo governo locale è riuscito a raggiungere solo grazie ad una concreta credibilità politico-amministrativa.

Comunicato stampa n.87 del 10/08/2013

 Oggetto: Biodigestore anaerobico

Dopo una lunga e approfondita discussione che ha coinvolto l'intera maggioranza consiliare, il Sindaco di Telese terme, Pasquale Carofano, con una lettera inviata al Commissario Straordinario della Provincia di Benevento, Prof. Aniello Cimitile, ha comunicato la rinuncia da parte del Comune termale all'istallazione sul proprio territorio di un Biodigestore anaerobico modulare.

Come si ricorderà, la precedente dichiarazione di disponibilità all'istallazione dell'impianto contemplava la possibilità di utilizzare l'area adibita a isola ecologica situata in località San Biase. Dopo meticolosi approfondimenti, la maggioranza tutta ha dovuto constatare che per via di gravi omissioni da accertare e da ascrivere alle precedenti amministrazioni, il luogo prescelto non presentava le caratteristiche richieste.

Il Territorio di Telese, ad oggi, non contempla un sito idoneo a poter ospitare una struttura che, pur avendo dimensioni assai modeste, possa essere collocata in modo idoneo.

Resta , da parte del Sindaco e dell'intera maggioranza, la convinzione della bontà del progetto che si inquadra a pieno titolo nella cosiddetta  strategia "Rifiuti Zero", strada che le Amministrazioni territoriali dovranno percorrere convintamente per poter garantire un futuro di sostenibilità ai territori di questa Provincia.

Comunicato stampa n.86 del 09 /08/2013

Oggetto: TelesèBellissima: THE WHITE NIGHT 2013

L'evento promosso e organizzato dall'Amministrazione Comunale e dal Forum dei Giovani della cittadina termale in sinergia con i giovani dei forum del distretto n. 9 rientra nel progetto TelesèBellissima.

Un progetto nato da un'idea giovane di promuovere, esaltare, esportare le eccellenze, le virtù, le bellezze non solo di Telese ma dell'intero comprensorio.

In collaborazione con l'Associazione Commercianti di Telese Terme e con il patrocino della Regione Campania l'evento è giunto quest'anno alla sua quarta edizione.

Ancora una volta positivo il resoconto e grande affluenza a uno evento che oramai è diventato "...un dogma dell'estate telesina..." così come affermato dal Presidente del Forum Ernesto Cusano.

Nella splendida cornice del Viale Minieri di Telese Terme la manifestazione si è svolta tra musica, arte, cultura, shopping con esibizioni live di band musicali e artisti di strada. Quest'anno, inoltre, l'evento che si è svolta in un intero weekend, ha visto, per la prima volta nella storia, l'elezione della reginetta di Telese: Miss TelesèBellissima, la cui fascia è andata alla n.02 Alessia Liverini.

Positivo, dunque, il commento del presidente Cusano. "Possiamo ritenerci ancora una volta soddisfatti per la riuscita dell'intera manifestazione. Ringraziamo l'Amministrazione Comunale che crede da sempre nel nostro operato e che ci aiuta a superare le innumerevoli difficoltà che ogni volta dobbiamo affrontare. Fortunatamente noi giovani siamo tenaci e certi che il buon lavoro che stiamo facendo sarà sempre più riconosciuto nelle istituzioni che contano. Stiamo già lavorando per l'evento del prossimo settembre, quando assieme agli amici del Gruppo Giovani della Croce Rossa Italiana, saremo impegnati con la quarta edizione del 'TelesèBellissima-musicround' che vede concorrere le band emergenti provenienti da tutta la nostra regione in un intero weekend all'insegna della riscoperta di un punto di forza del paesaggio telesino: il lago ".

Sulla stessa lunghezza d'onda il commento dell'assessore alle politiche giovanili Carmine Covelli. "Ringrazio l'Associazione dei Commercianti di Telese Terme per la sensibilità mostrata nel collaborare alle attività dei nostri giovani. Un ringraziamento particolare ai Volontari della Protezione Civile, al Gruppo Giovani della Croce Rossa Italiana e all'Associazione Radioamatori Italiani. Grazie anche al comando di Polizia Locale, alla Stazione dei Carabinieri e al Commissariato di Polizia, agli operatori LSU del Comune, e a tutti coloro che hanno sacrificato il loro tempo per l'organizzazione di questa manifestazione con un particolare plauso ai giovani. L'intento è quello di continuare ad esportare le bellezze della nostra città fuori dai confini comunali rafforzando sempre più la rete dei Forum del distretto n.9 che tanto lustro dà alla nostra Telese e ai comuni viciniori. L'invito è rivolto, quindi, a tutti i giovani della Campania che attendiamo numerosi anche quest'anno nei nostri territori così come accaduto lo scorso anno quando, per un intero weekend, i rappresentanti dei Forum più virtuosi della regione Campania hanno visitato  il nostro territorio apprezzandone le bellezze paesaggistiche e le risorse culturali che esso offre."

Il video dell'evento è fruibile su youtube al link

https://www.youtube.com/watch?v=rnh56OcFjuU&feature=youtube_gdata_player

 

Comunicato stampa n.85 del 08 /08/2013

Oggetto: Riunione CDA Consorzio Idrotermale e Impresa Minieri

Questa mattina 08 agosto presso la Casa Comunale si è tenuto, in un clima di cordialità, un incontro molto proficuo, tra il CDA del Consorzio Idrotermale e l'Impresa Minieri.

La discussione è stata incentrata sui problemi più cogenti come il canone contestato e la situazione di stallo in cui versa l'area del Cerro.

Riguardo alle prospettive future non si è potuto fare a meno di porre in evidenza la grave crisi che ancora investe il settore del turismo termale e di tutto l'indotto. Una possibilità di intervento è rappresentata dalle attività culturali da promuovere all'interno della struttura termale in modo da costituire un forte polo di attrazione nei confronti di turisti che manifestano interesse anche per la promozione di eventi e di manifestazioni di riconosciuto spessore.

E' stato infine preso l'impegno di stabilire un maggiore confronto tra le parti per il rilancio delle terme e dei territori.

Comunicato stampa n.84 del 08/08/2013

Oggetto: Trattamento antiparassitario alberi di viale Minieri, corso Trieste, via Roma

Si comunica alla cittadinanza che martedì 13 agosto 2013 a decorrere dalle ore 2.00 e fino alle ore 6.00 l'Ufficio Tecnico Comunale ha programmato, con la ditta Mutria Fiori affidataria del relativo servizio, il 3° trattamento antiparassitario agli alberi di viale Minieri, corso Trieste, via Roma.

Saranno adottate tutte le misure idonee a consentire agli addetti di operare in piena sicurezza ed efficienza.

Sul viale Minieri sarà istituito il divieto di sosta.

 

Comunicato stampa n.83 del 06/08/2013

Oggetto: calendario disinfestazione

Il responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell'ASL di Benevento ha comunicato il calendario del servizio di disinfestazione, disinfezione e derattizzazione sul territorio della provincia di Benevento, trasmesso dalla A.T.I. SIGECO srl. competente ad effettuare il relativo servizio.

Di seguito le date relative al territorio di Telese Terme:

 

Ø  6 agosto 2013                         1° trattamento di disinfestazione adulticida associato alla disinfezione       

 

Ø  29 agosto 2013                       1° trattamento di disinfestazione ovicida-larvicida

 

Ø  29 agosto 20913                    1° trattamento di derattizzazione

 

Ø  6 settembre 2013                  2° trattamento di disinfestazione adulticida associato alla disinfezione

 

Ø  21 settembre 2013                2° trattamento di disinfestazione ovicida-larvicida

 

Ø  21 settembre 2013                2° trattamento di derattizzazione

 

Ø  02 ottobre 2013                     3° trattamento di disinfestazione adulticida associato alla disinfezione

 

Ø  16 ottobre 2013                     3° trattamento di derattizzazione

 

Ø  25 ottobre 2013                     4° trattamento di disinfestazione adulticida associato alla disinfezione

 

Ø  21 novembre 2013                4° trattamento di derattizzazione

 

Ø  13 dicembre 2013                 5° trattamento di derattizzazione

SCUOLE

 

Ø  23 agosto 2013                      1° trattamento di disinfezione, disinfestazione e derattizzazione scuole

 

Ø  02 gennaio 2014                   2° trattamento di disinfezione, disinfestazione e derattizzazione scuole

Il calendario potrà subire variazioni nella programmazione temporale per condizioni meteorologiche non idonee all'esecuzione dell'intervento o per esigenze dell'Ente committente e dell'A.T.I.

Comunicato stampa n.82 del 05/08/2013

Oggetto: disinfestazione straordinaria

Il Dipartimento di Prevenzione dell'ASL di Benevento nel definire il calendario degli interventi di disinfestazione, disinfezione e derattizzazione sul territorio provinciale per il periodo luglio – settembre 2013, ha comunicato  che sarà effettuato un servizio straordinario di disinfestazione del territorio di Telese Terme a partire dalle ore 01.30 nella notte tra martedì 6 agosto e mercoledì 7 agosto.

Si invitano pertanto i residenti a tenere chiusi  balconi  e finestre durante le ore di attuazione di tale servizio.

 

Comunicato stampa n.81 del 31/07/2013

Oggetto: Emergenza caldo

L' Amministrazione Comunale, ogni estate, tramite l'ufficio socio-assistenziale istituisce un Centro di Ascolto e di Aiuto presso il Comune al fine di prestare la necessaria assistenza in modo particolare agli anziani che vivono da soli

Il numero al quale rivolgersi per chiedere informazioni o per segnalare situazioni di particolare emergenza è 0824 974109.

In ogni caso per diminuire il livello dei rischi connessi all'afa, si consiglia a tutti e in particolare ai bambini e agli anziani di non uscire di casa nelle ore più calde della giornata, di assicurare un buon ricambio d'aria negli ambienti domestici, di evitare attività faticose, di consumare frutta e pasti leggeri e soprattutto di bere molta acqua.

Comunicato stampa n.80 del 29/07/2013

Oggetto: interruzione manifestazioni

Il Sindaco Pasquale Carofano e l'Amministrazione Comunale, previo contatto per le vie brevi con gli organizzatori, hanno concordato l'interruzione di tutti gli spettacoli e i relativi festeggiamenti  in programma oggi 29 luglio nella cittadina termale, in segno di rispetto per le vittime del tragico incidente stradale verificatosi ieri sera sulla A16.

 Comunicato stampa n.79 del 29/07/2013

   Oggetto: solidarietà alla città di Pozzuoli

Il Sindaco Pasquale Carofano ha manifestato al Sindaco di Pozzuoli  Vincenzo Figliolia la solidarietà dell'intera comunità telesina per la tragedia che si è verificata nella serata di ieri sull'autostrada A16 nel tratto irpino.

La comitiva era di ritorno da Pietrelcina e aveva soggiornato nella serata di sabato a Telese Terme.

In mattinata  il primo cittadino Carofano ha voluto sottolineare la mestizia con cui la città telesina ha accolto la notizia dell'incidente che ha coinvolto persone che avevano scelto di trascorrere il week end nel Sannio e in particolare a Telese Terme.

In questi momenti di grande dolore tanti sono gli interrogativi ai quali si deve dare una risposta al fine di evitare in un tratto di strada, da sempre indicato come pericoloso, il ripetersi di incidenti mortali.     

Il Sindaco Carofano ha rivolto al Sindaco Figliolia che ha già proclamato tre giorni di lutto cittadino, i sentimenti di solidarietà e di vicinanza alla comunità puteolana.

 

Comunicato stampa n.78 del 29/07/2013

 Oggetto: Vincitori Concorso Balconi in...fiore IX edizione

Nei giorni scorsi presso la Casa Comunale si è riunita la Commissione giudicatrice del Concorso "Balconi in...fiore" giunto alla IX edizione.

Presenti il Sindaco Pasquale Carofano, l'Assessore allo Spettacolo Carmine Covelli, il Consigliere con delega al Verde Pubblico Paride Parente, il capogruppo di maggioranza Francesco Bozzi, il Dirigente dell'IIS Telesi@ Domenica Di Sorbo e il Presidente del Forum Giovani Ernesto Cusano.

Dopo un attento esame delle fotografie raffiguranti i balconi partecipanti al concorso, la commissione ha deciso di assegnare il 1° premio  alla sig.ra Pengue Giuseppina residente in Viale Europa, 51.

Il secondo premio è stato attribuito alla sig.ra Pilla Catia residente in via Casino Brizio,3 mentre è stato deciso un ex aequo per il 3° posto che è andato alla sig.ra Cielo Anna Maria  residente in Viale Minieri, 143 e alla sig.ra Palladino Rosetta  residente in Via Luisa San Felice, 6.

Inoltre sei composizioni hanno ricevuto una menzione di merito: Procaccini Giuseppe – Bianchi Pier Luigi – Romano Valeria – Tiziano Anna – Romanelli Benito – Di Giacomo Maria Antonia.  

Le foto dei vincitori sono visibili sul portale del Comune nell'apposita sezione riservata al concorso.

A tutti i partecipanti al concorso sarà donato un oggetto artigianale in maiolica decorata.

Soddisfazione è stata espressa dall'Assessore Carmine Covelli. " Un concorso che giunge alla IX° edizione rappresenta, chiaramente, un evento consolidato nel novero delle manifestazioni organizzate nella nostra città. Ogni anno sono sempre di più i concittadini che con grande passione si dedicano a decorare il loro balcone e quindi Telese. E' nostra intenzione coinvolgere, già dal prossimo anno, i Comuni viciniori affinché il concorsi "Balconi in...fiore" possa divenire il primo concorso di "bellezza" della costituenda Città Telesina".

La premiazione, come da tradizione, avverrà il giorno 15 agosto nel parco delle terme al termine della Santa Messa celebrata da Mons. Vescovo  Michele De Rosa.

Nella foto il balcone che ha vinto il concorso 2013.

 

Comunicato stampa n.77 del 26/07/2013

Oggetto: Nuovo Direttivo Pro Loco Telesia

Dopo il rinnovo dei vertici della Pro Loco Telesia con le operazioni di voto che si sono svolte domenica 21 luglio 2013 il Sindaco Pasquale Carofano ha voluto rivolgere i suoi auguri di buon lavoro ai neo eletti.

"Formulo  i miei migliori auguri di buon lavoro al nuovo Presidente della Pro Loco Telesia Antonio Grimaldi e ai componenti del Consiglio Direttivo. 

Alla Pro Loco spetta un ruolo di primo piano nella programmazione di iniziative per la valorizzazione del risorse del territorio in collaborazione con le associazioni presenti nella nostra cittadina.

Auguro al Presidente Grimaldi e ai neo Consiglieri  di lavorare con grande entusiasmo e con la voglia di adoperarsi per il bene della nostra comunità e sono sicuro che già dai prossimi giorni la Pro Loco Telesia farà sentire la sua presenza e la sua energia positiva. Auguri di buon lavoro e ad maiora".

 

Comunicato stampa n.76 del 05/07/2013

Oggetto: Campagna adesione soci Pro Loco Telesia

La Pro Loco Telesia è stata commissariata per inattività il 24 giugno 2013 dal Presidente Regionale dell'UNPLI (Unione Pro Loco d'Italia) prof. Mario Perrotti il quale, come da statuto, ha nominato quale commissario ad acta il Presidente Provinciale UNPLI Benevento Antonio Lombardi.

Il Commissario ha comunicato che a partire da lunedì 8 luglio 2013 saranno aperte le iscrizioni all'Associazione Pro Loco Telesia.

Tutti i cittadini interessati, pertanto, possono presentare apposita richiesta di ammissione a Socio, compilata in ogni sua parte, presso il Comune di Telese Terme entro il 18 luglio 2013 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 mentre il martedì e il giovedì anche di pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Contestualmente alla richiesta deve essere versata la quota sociale per l'anno 2013 di euro 10,00 (dieci euro).

Il modello di richiesta di ammissione a Socio potrà essere scaricato (è in corso di pubblicazione) dal sito www.unplibenevento.it  sezione DOCUMENTI file PRO LOCO TELESIA o ritirato presso il Comune di Telese Terme nei giorni e negli orari indicati.

Dal suddetto sito si potrà scaricare, a breve, altresì, lo statuto della Pro Loco Telesia, il regolamento elettorale e dei lavori assembleari, per il rinnovo degli Organi collegiali e le richieste di candidatura.

Tutti coloro che abbiano presentato richiesta di ammissione a Socio entro il 17/07/2013 e che non abbiano ricevuto, entro il 19/07/2013 comunicazione di non ammissione, possono partecipare all'Assemblea generale straordinaria per l'elezione dei componenti degli Organi Collegiali, che si terrà il giorno 21 luglio 2013 alle ore 9.30 in prima convocazione e alle ore 10.00, in seconda convocazione, presso la sede della Pro Loco Telesia in Piazza Giolitti n.1 a Telese Terme.  

Comunicato stampa n.75 del 03/07/2013

 Oggetto: Convegno di studi "Verso la nuova Città Telesina – integrare le risorse per la valorizzazione del Territorio".     

L'Amministrazione Comunale di Telese Terme, con il Patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Benevento,  della Società Geografica Italiana, di  Federterme,  del Gal Titerno, dell'Università degli Studi del Sannio e infine del Laboratorio di Pedagogia dell'Università di Roma Foro Italico ha organizzato un convegno sul tema " Verso la Nuova Città Telesina. Integrare le risorse per la valorizzazione del territorio" che si svolgerà presso il Palazzo dei Congressi delle Terme il giorno 6 luglio 2013 dalle ore 16.30.

Obiettivo  principale  di questo convegno  è quello di offrire ai decisori politici e ai cittadini della costituenda Città Telesina un primo incontro di discussione sui possibili vantaggi del  rilancio del nostro territorio inteso non più come semplice somma algebrica delle peculiarità economiche di ogni singolo Comune ma come, invece, sia ormai necessario programmare un piano di sviluppo che possa intendersi come un unico sistema economico omogeneo.

I più recenti studi di marketing territoriale dimostrano che solo i territori dotati di  una vision ben definita e condivisa dai cittadini raggiungono performance di successo economico. Di conseguenza, in una epoca caratterizzata dalla globalizzazione dei mercati, dove  la competitività dei territori è sempre più accesa anche in vista dell'inarrestabile allargamento della UE, risultano vincenti solo quelle realtà territoriali di più ampia consistenza demografica rispetto ai nostri piccoli centri presi singolarmente.

In tal modo la comunità  può al contempo  incidere significativamente sia nel riparto delle risorse pubbliche  sia nell'intercettare maggiori  flussi economici di sviluppo.

Il Convegno sarà aperto dal Sindaco di Telese Terme Pasquale Carofano e vedrà l'alternarsi delle relazioni di esperti e  docenti di varie Università, quali la Tuscia, il Molise, il Foro Italico e il Sannio.

I lavori saranno conclusi dal Magnifico Rettore dell'Università del Sannio prof. Filippo Bencardino.

A tutti i presenti verrà rilasciato attestato di partecipazione.

"L'Amministrazione Comunale – dichiara il Sindaco Pasquale Carofano – ha inteso promuovere un convegno su un tema di diretto ed attuale interesse per gli importanti processi socio-economici-politici in atto sul nostro territorio. Mi sembra questo il miglior modo per avere ulteriori e utili contributi da parte di riconosciute personalità del mondo della cultura, da valorizzare sul piano delle scelte politiche che dovranno essere effettuate. Mi riferisco a tal proposito alla esigenza di predisporre un Piano Urbanistico Comunale che deve avere l'ambizione di saper creare i presupposti per uno sviluppo sostenibile del territorio telesino, conforme alle sue peculiarità ambientali, paesaggistiche, economiche, culturali e di servizi. Mi riferisco, inoltre, anche alla necessità di dare un reale impulso alla nascente Città Telesina, per fare in modo che un più ampio territorio e una più grande comunità possano essere fattori di spinta per il raggiungimento di una migliore qualità della vita dei nostri cittadini. Ringrazio, fin d'ora, pubblicamente le illustri personalità che hanno inteso aderire ad una giornata di approfondimento e studio da dedicare alle questioni più cruciali del nostro territorio e l'amico Rosario De Iulio per il suo impegno  nell'organizzazione di questo incontro".      

Si allega la locandina del programma.

Comunicato stampa n.74 del 02/07/2013

Oggetto: Biglietti per cure termali gratuite

Il Comune di Telese Terme ha ricevuto dall'impresa Minieri , sub-concessionaria del complesso idrotermale, 40 biglietti validi per un ciclo di cure termali gratuite, come previsto dall'art.8 punto C del relativo contratto di sub-concessione.

Tutti i cittadini interessati possono fare richiesta mediante compilazione di un apposito modulo da ritirare presso l'Ufficio socio-assistenziale oppure da scaricare dal portale istituzionale del Comune.

La domanda va presentata unitamente alla fotocopia di un documento di riconoscimento e dell'attestazione ISE-ISEE 2012.

I biglietti saranno assegnati alle prime 40 domande presentate con ISE-ISEE più basso.

Comunicato stampa n.73 del 29/06/2013

Oggetto: Trofeo Città di Telesia

L'Amministrazione Comunale di Telese Terme esprime il più ampio apprezzamento per la riuscitissima manifestazione sportiva svoltasi domenica 23 giugno 2013.

Ancora una volta la gara podistica internazionale, denominata Trofeo Città di Telesia, ha raggiunto risultati di straordinario spessore tecnico-organizzativo.

Gli atleti sempre più numerosi, provenienti da gran parte d'Italia e da molte Nazioni estere, quest'anno hanno raggiunto la cifra ragguardevole di oltre 1500 unità.

Nella gara vi è stata la presenza di grandi nomi dell'atletica mondiale quali i keniani Simon Cheprot  Silas Ngetich e gli italiani della nazionale Pertile, Scaini e Buttazzo e in campo femminile rappresentanti della nazionale keniana e italiana.

Oggi l'Amministrazione è sempre più convinta di continuare a sostenere anche nel futuro l'iniziativa dell'ASD Running Telese Terme che ancora una volta si è confermata quale società sportiva di grande affidabilità e professionalità.

Si ritiene che un evento di tale spessore, che richiama migliaia di spettatori, non può che produrre effetti positivi per l'intera valle telesina.

Si è avuto, infatti, il pienone per tutte le strutture ricettive-alberghiere della zona e un grande riconoscimento per le bellezze storico-archeologico-ambientali messe in evidenza dal percorso di gara che in alcuni tratti è apparso di una suggestione unica (Viale Minieri- mura dell'Antica Telesia – torrente Grassano – Antiche Terme Jacobelli).

Anche quest'anno sono state garantite le condizioni di assoluta sicurezza per atleti e spettatori, grazie all'impegno profuso dalle Forze dell'Ordine.

Apprezzatissima è stata poi la novità di quest'anno con l'introduzione della prima stracittadina di 5Km svoltasi nella mattinata di domenica. Una partecipazione di oltre 800 atleti ha caratterizzato la marcia non competitiva che ha prodotto un clima di serenità e di festa per tutto il paese. Il ricavato delle iscrizioni è stato devoluto a Telethon per la ricerca sulle malattie genetiche.

Il Consigliere delegato allo sport Francesco Bozzi ha inteso dichiarare quanto segue: " Non si può non esprimere grande soddisfazione rispetto ad un evento che ha raggiunto standard di qualità, che possono competere a livello nazionale e non solo. Basti pensare che la gara podistica di Telese Terme è considerata tra le prime 320 gare podistiche più interessanti al mondo. Ritengo, inoltre, che la manifestazione può ancora crescere e far sì che il nome di Telese Terme rappresenti un riferimento duraturo e di grande valore per il running nazionale e internazionale".

"Prima di ogni cosa – dichiara il primo cittadino Pasquale Carofano – credo sia mio dovere ringraziare tutti coloro che hanno dato un contributo decisivo alla riuscita di uno spettacolo sportivo che ha coinvolto tutto il paese. Per tale motivo intendo citare il Commissario straordinario della Provincia di Benevento, prof. Aniello Cimitile, e rivolgere il mio caloroso plauso alle attività di sicurezza svolte dalla Polizia di Stato, dai Carabinieri, dai Vigili Urbani, dalla Protezione Civile e dalle decine e decine di volontari. Ai responsabili della società sportiva Running di Telese Terme, che ha organizzato l'evento , dico semplicemente "bravi".

Lo sport, ancora una volta, ha unito ed ha fatto emergere i valori più belli della nostra comunità. Significativa è stata la novità di quest'anno che ha registrato il grande successo della marcia non competitiva svoltasi nella mattinata, alla quale praticamente ha partecipato l'intero paese avendo potuto registrare la presenza di più di 800 atleti. L'auspicio è quello che tale manifestazione possa permanere per lungo tempo a Telese Terme in una prospettiva di eccellenza e di coesione sociale".  

 

Comunicato stampa n.72 del 28/06/2013

Oggetto: Riduzione dei rifiuti: altri risultati raggiunti dal Comune

Dopo essersi aggiudicato il contributo della Provincia di Benevento, il Comune di Telese Terme può vantare un altro risultato importante sulla riduzione dei rifiuti. In qualità di partner del progetto "Non più Leonia", che vede quale capofila la cooperativa Faber, si è aggiudicato il bando Ambiente 2012 di Fondazione con il Sud denominato VERSO RIFIUTI ZERO.

In Campania solo altri due progetti sono stati approvati, per importi rispettivi di 20.000 e 50.000 euro. Il progetto che sarà realizzato in Valle Telesina è invece finanziato per ben 140.000 euro. Altri soggetti partner sono: Cooperativa Social Lab76, Itsituto Istruzione Superiore "Telesi@", Consorzio Amistade, Carlo Iorio.

L'ispirazione è tratta da LE CITTA' INVISIBILI di Italo Calvino.  La proposta intende sviluppare un intervento integrato sul tema specifico del riuso/riciclo dei beni. Da un lato un percorso educativo/formativo rivolto alla Comunità Territoriale sul tema degli stili di vita e delle abitudini di consumo; dall'altro la nascita di un "Parco del Riuso e della Riduzione dei Rifiuti", dove poter portare beni usati e destinati allo smaltimento e trovare una nuova vita. Ogni persona potrà cioè affidare al Parco un proprio bene e gli operatori provvederanno a dare nuova vita a questi prodotti e li reimmetteranno sul mercato, sia tramite vendita diretta che tramite vendita con e-commerce. Il Parco vede poi la presenza di spazi specifici dedicati a laboratori educativi e didattici rivolti alle scuole ed alle famiglie.

Appare ormai imprescindibile  agire con una filosofia di approccio complessivo "Zero Waste". L'intervento in questione, infatti,  attua il passo n. 6 dei "Dieci Passi Verso Rifiuti Zero": "6. Riuso e riparazione: realizzazione di centri per la riparazione, il riuso e la decostruzione degli edifici, in cui beni durevoli, mobili, vestiti, infissi, sanitari, elettrodomestici, vengono riparati, riutilizzati e venduti. Questa tipologia di materiali, che costituisce circa il 3% del totale degli scarti, riveste però un grande valore economico, che può arricchire le imprese locali, con un'ottima resa occupazionale dimostrata da molte esperienze in Nord America e in Australia". La proposta si situa quindi pienamente sia nella risposta di un a domanda presente sul territorio sia quale strumento di riduzione dei rifiuti che di sviluppo economico ed occupazionale.

Il progetto ha quale suo obiettivo quello di interessare l'intera Comunità territoriale di Telese Terme, offrendo una serie di azioni volte alla riduzione nella produzione di rifiuti. I destinatari diretti ed indiretti pertanto coincidono e sono i 7.028 abitanti del Comune suddivisi in 2.792 famiglie. Nella fase successiva il progetto potrà eventualmente estendersi anche alla più ampia "Città Telesina" che raggruppa 5 comuni del comprensorio con circa 21.000 abitanti

Sintesi degli obiettivi del progetto:

-      ridurre la produzione dei rifiuti attraverso un Parco del Riuso e della Riduzione dei Rifiuti dove beni destinati allo smaltimento possono essere rigenerati e trovare nuovo mercato;

-   Sviluppare economia e occupazione dal riuso/riciclo di beni destinati allo smaltimento;

-   Contrastare e superare la cultura dell'usa e getta sostenendo la diffusione di una cultura del riuso dei beni basata su principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale;

-   promuovere il reimpiego ed il riutilizzo dei beni usati, prolungandone il ciclo di vita oltre le necessità del primo utilizzatore, in modo da ridurre la quantità di rifiuti da avviare a trattamento e smaltimento;

-   Contribuire alla nascita di una struttura di gestione del Parco formata da Giovani entro i 35 anni contrastando la disoccupazione giovanile crescente e l'emigrazione dalla Valle Telesina verso altri territori.

"Sono molto soddisfatto del lavoro di programmazione che stiamo conducendo – dichiara l'Assessore all'Ambiente Gianluca Aceto -  nonostante qualcuno si ostini a non vedere che il nostro Comune è ormai un punto di riferimento per quei soggetti che intendono realizzare pratiche innovative per la riduzione e la gestione dei rifiuti. Il risultato ottenuto, per il quale ringrazio l'Associazione Faber e tutti i partner, attesta la qualità del lavoro svolto sin qui e che comincia a raggiungere risultati. Credo che anche l'elemento occupazionale darà ragione alla nostra impostazione e ai risultati che stiamo cominciando a raccogliere".

Comunicato stampa n.71 del 26/06/2013

 Oggetto: trasferimento funzioni autorizzazioni sismiche al Comune di Telese Terme   

Importanti funzioni, prima di competenza del Genio Civile di Benevento, sono state trasferite al Comune di Telese Terme a decorrere dal 19 giugno 2013. Infatti è diventato di competenza dell'Ente comunale il rilascio delle autorizzazioni sismiche, ricadenti nel Comune di Telese Terme, concernenti i progetti di opere private che riguardano fabbricati con altezza massima non superiore a metri 10,50.

L'importante risultato giunge dopo un lungo iter, avviato dalla Giunta Comunale con delibera n.48 del 25 maggio 2012, che fu inviata  per l'approvazione, ai sensi della normativa regionale, al competente settore della Regione Campania.

La nuova definizione delle funzioni, ora incardinate presso l'ufficio tecnico, rappresenta un altro importante sforzo compiuto dall'Amministrazione Comunale, al fine di agevolare i cittadini nei rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Oggi, pertanto, i tempi di attesa per ottenere l'autorizzazione sismica si riducono nettamente potendo prevedere tempi massimi di circa 30 giorni, a fronte dei circa 6 mesi che prima occorrevano presso il Genio Civile di Benevento.

Come è facile immaginare la ricaduta del nuovo procedimento avrà i suoi effetti positivi sui permessi a costruire, la cui efficacia essendo condizionata proprio al rilascio delle autorizzazioni sismiche, potrà consentire ai cittadini di avviare più celermente i lavori.

La commissione tecnica deputata al controllo delle pratiche è stata istituita con Decreto Sindacale.

I componenti della commissione, scelti tra coloro che a suo tempo, previo avviso pubblico, si sono segnalati presso l'Ente comunale, sono:

ing. Giuseppe De Cicco – Presidente - ; ing. Arturo Ferrigni – segretario relatore - ; ing. Carlo Franco – componente - ; ing. Armando Pigna – giovane ingegnere con meno di 5 anni di iscrizione all'Ordine -.

La suddetta commissione sarà remunerata con parte delle risorse finanziarie introitate ai sensi dell'art.2 della L.R. n.9/83 dalla società Arcadis, che provvederà annualmente a trasferirle all'Ente Comunale.             

Comunicato stampa n.70 del 25/06/2013

Oggetto: Don Franco Piazza Vescovo di Sessa Aurunca

Il Sindaco Pasquale Carofano e l'Amministrazione Comunale esprimono felicitazioni per la nomina di don Franco Piazza a Vescovo della Diocesi di Sessa Aurunca.

Mons. Francesco Orazio Piazza è particolarmente legato alla comunità telesina dove ha iniziato la sua missione come giovane vice parroco lasciando un ricordo indelebile per la sua capacità di dialogo con i giovani e per la sensibilità nei confronti dei bisognosi.

Apprezzato docente di elevato spessore culturale e umano ha tenuto proprio a Telese Terme laboratori e corsi di formazione dando vita a uno straordinario polo di solidarietà.

Gli auguri del Sindaco a Mons. Piazza di poter svolgere la sua nuova missione di guida spirituale della Diocesi di Sessa Aurunca con la forza che gli deriva dalla sua profonda fede e dalla sua inesauribile energia.   

Comunicato stampa n.69 del 25/06/2013

Oggetto: riconoscimento del titolo di "Città" per Telese Terme

Con delibera di Giunta Comunale n.71 del 10 giugno 2013 è stata approvata la proposta di richiesta per il riconoscimento del titolo di "Città" per il Comune di Telese Terme.

L'istanza a firma del Sindaco Pasquale Carofano è stata inoltrata, tramite il Prefetto di Benevento, al competente Ufficio del Ministero dell'Interno, per l'ulteriore istruttoria e approvazione.

Alla delibera è stata allegata una corposa relazione tecnica illustrativa che descrive analiticamente le ragioni storico e socio culturali, che sono state poste  a base della richiesta.

L'Amministrazione Comunale auspica che quanto prima possa esservi tale riconoscimento, che rappresenterebbe per Telese Terme un grande risultato per la sua immagine, nonché per l'importante crescita sul piano economico, commerciale, turistico e sociale.

Comunicato stampa n.68 del 22/06/2013

Oggetto: Approvazione progetti Servizio Civile

Con Decreto Dirigenziale n. 309 del 18-06-2013 sono state approvate le graduatorie dei progetti di Servizio Civile Nazionale proposti dagli Enti iscritti all'Albo della Regione Campania entro il 31 ottobre 2012.

"Anche il nostro Comune rientra nella graduatoria dei progetti ammessi avendo ottenuto l'ottimo punteggio di 71 che lo pone in posiziona privilegiata per potere essere inserito nel relativo bando ordinario previsto per la selezione dei volontari per l'anno 2013."

A renderlo noto è il Sindaco del Comune di Telese Terme che sottolinea l'importanza del finanziamento che permetterà all'Ente di poter contare sull'aiuto di giovani leve per continuare il lavoro ben avviato da qualche anno nel settore delle Politiche Giovanili e della Protezione Civile.

"L'approvazione dei progetti di Servizio Civile – sottolinea il Sindaco Pasquale Carofano – è il risultato di un importante lavoro di squadra condotto assieme all'assessore Carmine Covelli e agli uffici del nostro Comune."

Il Decreto Dirigenziale è scaricabile sul sito della Regione Campania www.regione.campania.it.   

 

Comunicato stampa n.67 del 21/06/2013

   Oggetto: Audizione del Sindaco presso la Commissione consiliare speciale per la trasparenza 

                 della Regione Campania

Giovedì 20 giugno 2013 il Sindaco Pasquale Carofano insieme all'Assessore Carmine Covelli, si è recato in audizione presso la Commissione consiliare speciale per la trasparenza della Regione Campania.

L'audizione, sollecitata dallo stesso Sindaco di Telese terme, in data 6 giungo 2013, si è appalesata opportuna al fine di dover definire la legittimità o meno dell'esclusione dai contributi richiesti ai sensi della L.R .n.8 del 2004 dal Comune di Telese Terme per due manifestazioni realizzate nell'anno 2012 .

In particolare i contributi finanziari riguardavano le note manifestazioni TeleséBellissima 2012 e il VI Trofeo Città di Telesia di runnig 2012, per le quali a fronte di una iniziale esclusione dalla concessione dei contributi, dietro presentazione di ricorso da parte del Comune di Telese Terme, si era proceduto da parte della Regione Campania  ad un supplemento di istruttoria conclusasi con esito favorevole per l'Ente comunale.Giovedì scorso, pertanto, il Sindaco di Telese Terme ha volto ulteriormente ribadire alla commissione regionale per la trasparenza le giuste ragioni del comune termale riguardanti il diritto all'ottenimento dei contributi ex L.R.n.8/2004 per le due importanti manifestazioni svoltesi a Telese Terme nell'anno 2012.

Oggi, pertanto, si resta in attesa delle determinazioni che saranno adottate al riguardo e si auspica che possano essere di pieno riconoscimento delle rivendicazioni formulate dal Sindaco e dall'Amministrazione Comunale.   

Comunicato stampa n.66 del 19/06/2013

Oggetto: Trofeo Città di Telesia e Walk of Life per Telethon

Domenica 23 giugno si disputerà a Telese Terme la VII edizione del Trofeo Città di Telesia. L'Amministrazione Comunale come già negli anni passati darà il suo convinto sostegno a una manifestazione che è diventata una gara podistica di livello internazionale e che vedrà la comunità telesina ospitare alcuni top runners italiani e stranieri e un'onda coloratissima di dilettanti che animeranno  per l'intera giornata la cittadina termale.

La gara podistica sui 10 km quest'anno prevede anche la medaglia di finisher per tutti coloro che, partiti da telese Terme, taglieranno il traguardo posto su viale Minieri dopo aver attraversato anche il centro di San Salvatore Telesino.

L'evento è stato presentato alla stampa dall'ASD Running Telese Terme e dall'Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Pasquale Carofano il 13 giugno presso la Rocca dei Rettori. La presentazione alla città nel corso della quale saranno anche consegnati i pettorali ai top runners, è prevista per sabato 22 giugno alle ore 20. 

Ma quest'anno Telese Terme vivrà un altro appuntamento molto importante. Infatti domenica 23 giugno alle ore 10 è in programma una tappa (la II° in regione dopo Napoli) del progetto Walk of Life per Telethon denominata Telesia Family Run per dare un contributo alla ricerca sulle malattie genetiche.

Al momento gli iscritti, soprattutto bambini con le loro famiglie sono già 500. Anche Sindaco, Assessori e Consiglieri Comunali vivranno in prima persona questa bellissima esperienza che porterà la carovana a percorrere un percorso cittadino di 5 km. E' possibile iscriversi alla passeggiata non competitiva presso il gazebo collocato in Piazza Minieri. Versando 5 euro che saranno devoluti a Telethon per la ricerca si riceve la maglietta con il logo di Telesia Family Run Walk of life, la sacca e il pettorale. Al termine tutti i partecipanti riceveranno un pacco di prodotti offerti da vari sponsor. Previsti anche punti di ristoro.

"Ancora una volta – ha dichiarato il Sindaco Pasquale Carofano – la gara podistica organizzata dall'ASD Running Telese Terme trasformerà la nostra cittadina in una grande giornata di festa per l'intera comunità. Ci sentiamo in questa manifestazione sportiva tutti coinvolti ed è per questo motivo che anche i piccoli disagi dovuti alla chiusura di buona parte delle strade del paese sono stati superati e tollerati dai cittadini. E' la comunità, che, in questa occasione, si unisce dando vita insieme agli atleti ad un grande spettacolo, che mette alla ribalta nazionale il nome di Telese Terme. Ancora più apprezzabili sono quest'anno le iniziative a corredo dell'evento principale. La stracittadina, infatti, dei 5 km prevista per la mattinata di domenica sta avendo uno straordinario successo, visto che ad oggi si registra la presenza già di 500 concorrenti. Il ricavato derivante dalle iscrizioni andrà tutto in beneficenza e questo rappresenta il grande cuore della nostra cittadina sempre pronta a rispondere compatta agli appelli per la solidari

 

Comunicato stampa n.65 del 18/06/2013

   Oggetto: La Città Telesina si costruisce sui servizi: verso l'appalto unico dei rifiuti

Nelle scorse settimane i Sindaci di Amorosi, Castelvenere, San Salvatore Telesino, Solopaca e Telese Terme si sono incontrati presso quest'ultimo Municipio e hanno deciso di procedere ad elaborare una proposta per il servizio integrato dei rifiuti, da discutere in tempi brevi. Era presente anche il rappresentante del CONAI, dottor Fabio Costarella, a cui erano stati inviati i dati raccolti mediante apposito format.

In una nota del 21 maggio inviata al Vicesindaco di Telese, Gianluca Aceto, il Direttore generale del CONAI, Walter Facciotto, ufficializzava la disponibilità ad occuparsi della predisposizione di bando, piano industriale, capitolato e di tutti gli altri allegati tecnici necessari a far partire le procedure. Si tratta di un risultato considerevole, poiché nessuna delle Amministrazioni telesine sarebbe stata in grado di svolgere un lavoro così complesso in poco tempo, rendendo omogenei sistemi che oggi sono differenziati sia in termini di servizi che di costi. Quattro su cinque, infatti, stanno procedendo con proroghe di appalti scaduti.  Sarebbe stato necessario, per raggiungere lo scopo, affidare incarichi a società specializzate, ma questo avrebbe comportato un esborso considerevole e probabilmente insostenibile. In altri termini, le difficoltà economiche e tempistiche avrebbero sicuramente costretto i Comuni a procedere singolarmente, ciascuno con il suo bando, perdendo un'occasione importante per iniziare a dare contenuti veri all'Unione telesina.

"Tutta l'operazione è a costo zero per le amministrazioni – afferma il Vicesindaco di Telese Terme, Gianluca Aceto – e ci consente di guardare non soltanto all'impalcatura istituzionale ma, già oggi, ai contenuti di una vera unione. In questi giorni tutti i Comuni hanno completato e inviato la raccolta dei dati. Attendiamo la proposta del CONAI, che sarà analizzata e vagliata dalle amministrazioni comunali, sia individualmente che collegialmente. Se i presupposti saranno ritenuti positivi, si potrà procedere con l'appalto unico. Spero che si possa arrivare ad un simile risultato, previo confronto con tutti i soggetti interessati: la Città Telesina dimostrerebbe di essere molto in avanti sia rispetto al quadro normativo sia rispetto alla sostanza dei problemi da affrontare, tra cui quello dei rifiuti, come del resto la pianificazione urbanistica, è tra i principali".

 

Comunicato stampa n.64 del 17/06/2013

   Oggetto: La seconda farmacia a Telese Terme

L'Amministrazione Comunale informa che finalmente Telese Terme avrà una seconda farmacia.

A seguito della Legge 24 marzo 2012 n.27 che offriva nuove opportunità per l'istituzione di ulteriori farmacie, il Comune di Telese Terme avviava tempestivamente le procedure per intercettare tale importante novità legislativa.

Pertanto nella seduta di Giunta Comunale del 19 aprile 2012 veniva deliberato con atto n.35 di proporre alla Giunta Regionale Campania l'allocazione di una nuova farmacia nella cittadina termale.

Tale richiesta è stata recepita e da pochi giorni con Decreto Dirigenziale n. 29/2013 della Regione Campania è stato approvato il bando che apre il concorso pubblico per l'assegnazione della farmacia.

Nella suddetta delibera comunale è stato previsto di far nascere la nuova farmacia nella zona Scafa, sia per andare incontro ad un'area ad alta densità abitativa, sia per creare le reali condizioni di miglioramento e di sviluppo di quel territorio, verso il quale l'Amministrazione sta ponendo particolare attenzione.

In questa ottica sono stati previsti importanti interventi a cura del Comune.

I primi lavori, che inizieranno tra poche settimane, riguardano la messa in sicurezza di via Fausto Coppi con la costruzione dei relativi marciapiedi.

Seguiranno, poi, il completamento dell'illuminazione pubblica nei tratti dove essa manca e il rifacimento della piazza Francesco da Telese, che versa in uno stato di degrado e di abbandono.

Comunicato stampa n.63 del 15/06/2013

 Oggetto: Polo scolastico. La Giunta Comunale chiede alla Regione Campania di conoscere quali iniziative intenda intraprendere per concretizzare gli impegni presi e reperire le risorse necessarie.

Nel 2010 la Giunta Caldoro sospese l'attuazione di 136 delibere, tra cui la n. 51 del 28 gennaio 2010, che recepiva il protocollo d'intesa sottoscritto con la Provincia di Benevento per la costruzione del polo scolastico. I motivi risiedevano nella necessità di evitare lo sforamento del patto di stabilità. La Giunta regionale, inoltre, riteneva di «attivare il procedimento di autotutela nei confronti dei provvedimenti citati, previa comunicazione [...] nei confronti dei soggetti destinatari ed applicazione delle garanzie di partecipazione al procedimento».

Né la Provincia di Benevento né il Comune di Telese Terme hanno mai ricevuto comunicazione dell'avvio del procedimento. Lo stesso procedimento non risulta, ad oggi, formalmente chiuso da un atto amministrativo della Giunta regionale della Campania, che ha pertanto sospeso e mai revocato la delibera n. 51 del 28 gennaio 2010. Tale condizione ha formalmente impedito di impugnare gli atti ad ogni soggetto interessato, come ad esempio la Provincia di Benevento e il Comune di Telese Terme, i quali risultano fortemente danneggiati dalla scelta di non dare attuazione al programma denominato EQF

In altri settori la Giunta regionale ha adottato una linea diversa, portando a compimento le programmazioni in itinere. È il caso, ad esempio, dei cosiddetti cinque Grandi Progetti, dichiarati ammissibili a finanziamento da parte dei competenti organi della Commissione Europea e che vedono, in alcuni casi, l'imminente avvio della fase esecutiva con la partenza degli appalti.

 In data 22 marzo 2012 la Giunta regionale e l'Assessore competente furono interrogati dal Consigliere Corrado Gabriele, che non risulta avere avuto mai risposta.

Pertanto la giunta comunale ha chiesto al Presidente della Giunta regionale se è a conoscenza delle procedure richiamate e se ritiene che la Giunta regionale possa predisporre atti consequenziali per il completamento di quanto programmato. Ha chiesto inoltre di sapere per quale ragione, nonostante la piena disponibilità degli Enti locali coinvolti, non si sia dato seguito a quanto previsto con le su richiamate intese istituzionali per il finanziamento e la realizzazione degli edifici segnale polifunzionali. Il Progetto EQF, inoltre, aveva la piena condivisione dei competenti organismi europei, mentre tra le priorità individuate in seno al Governo nazionale e al Ministero per la Coesione Territoriale è previsto il "Piano per il miglioramento/ammodernamento delle infrastrutture scolastiche. Tutto questo, nonostante i dati di estrema criticità rilevati in relazione all'utilizzo delle risorse comunitarie, cosi come evidenziati nel Rapporto 2011 sulla Politica di Coesione.

La domanda finale è volta a conoscere quali provvedimenti intenda adottare per realizzare la costruzione del polo scolastico da destinare all'istruzione superiore nel Comune di Telese Terme. In particolare, se la Regione intenda riservare fondi strutturali della programmazione 2006-2013 e/o programmare investimenti su fondi strutturali della programmazione 2014-2020, oltre ad utilizzare fondi derivanti da programmazioni diverse da quelle europee. A tale scopo, viene avanzata ulteriore richiesta al Commissario straordinario della Provincia di Benevento, affinché solleciti la Regione Campania a dare attuazione agli impegni presi per la realizzazione del Polo scolastico di Telese Terme, riservando fondi strutturali della programmazione 2006-2013 e/o programmando  investimenti su fondi strutturali della programmazione 2014-2020, oltre ad utilizzare fondi derivanti da programmazioni diverse da quelle europee.

L'istituto di Istruzione Superiore "Telesi@" rappresenta un'assoluta eccellenza nel panorama scolastico provinciale e regionale, caratterizzandosi per la qualità e varietà dell'offerta formativa, il numero di studenti frequentanti (oltre i mille, anche dopo il distacco della sede di Guardia Sanframondi), il grado di apertura al territorio e alle istituzioni, i numerosi riconoscimenti e successi ottenuti dagli studenti, sia individualmente che collettivamente.

Da molti anni l'Istituto "Telesi@" è costretto a limitare le sue potenzialità per la carenza strutturale di spazi fisici adeguati, essendo allocato in un edificio privato, la cui locazione è a spese della Provincia di Benevento, ormai incapiente rispetto alle effettive esigenze didattiche.

 

 Comunicato stampa n.62 del 14/06/2013

   Oggetto: Musical "Voci del Mediterraneo"

Domenica 16 giugno 2013 alle ore 20.00 in Piazza Minieri l'Istituto Comprensivo della Scuola Primaria e Secondaria di I° grado presenterà il Musical " Voci del Mediterraneo" con musiche del Maestro Erasmo Petringa., già proposto il 30 maggio u.s. presso il cinema Modernissimo di Telese Terme.

L'Amministrazione Comunale ha voluto fortemente che la manifestazione venisse riproposta, tenuto conto della qualità dello spettacolo e delle straordinarie performances dei giovani studenti, interpreti e protagonisti del musical.

Per rendere possibile l'evento, pertanto, l'Amministrazione Comunale ha dato il proprio Patrocinio non solo morale, ma anche il pieno sostegno economico e logistico indispensabili a sostenere gli oneri artistici e tecnici.

All'Amministrazione Comunale è apparso importante far conoscere all'intera cittadinanza il grande impegno e lo spessore dei risultati raggiunti dalle scolaresche telesine, che sempre più si vanno distinguendo e affermando non solo in ambito scolastico.

A parere dell'Amministrazione oggi sembra veramente decisivo promuovere e mettere al centro del rilancio anche economico le questioni culturali, sociali e artistiche di una comunità.

"Aprire alla cittadinanza le risorse dei nostri ragazzi e aver modo di apprezzare la loro bravura anche grazie all'impegno e alla passione dei docenti dell'Istituto Comprensivo - dichiara il Sindaco Pasquale Carofano -  ha stimolato l'Amministrazione Comunale a mettere a disposizione dei piccoli bravissimi attori uno dei punti centrale della nostra cittadina, piazza Minieri, per far sì che lo spettacolo da loro portato in scena a chiusura del Laboratorio d'arte musicale possa essere fruito dall'intera cittadinanza".

 

Comunicato stampa n.61 del 12/06/2013

 Oggetto: delocalizzazione del depuratore sito in località San Biase

E' in dirittura d'arrivo l'elaborazione del progetto preliminare dei corpi idrici superficiali rientranti tra i grandi progetti della Regione Campania, concernente in particolare la realizzazione di depuratori comprensoriali.

La Regione Campania con delibera n.328 del 10 luglio 2012 ha approvato il protocollo d'intesa con la società Arcadis, divenuta affidataria delle procedure attuative del grande progetto.

L'amministrazione Comunale ha posto da subito grande attenzione all'iniziativa regionale essendone interessato anche il territorio telesino.

Numerosi sono stati gli incontri con i responsabili Arcadis al fine di scongiurare ipotesi progettuali penalizzanti per Telese Terme.

Negli ultimi due incontri, il primo avvenuto in data 4 giugno 2013, con il commissario delegato Claudio Cioffi e il secondo in data 11 giugno 2013 con i tecnici Arcadis, ai quali hanno partecipato il Sindaco Pasquale Carofano, l'Assessore Giovanni Liverini e il capo ufficio tecnico ing. Maurizio Perlingieri, sono state raggiunte intese di grandissimo interesse per il territorio comunale.

Il notevole risultato raggiunto, insperabile fino a qualche mese fa, riguarda la previsione della delocalizzazione del depuratore sito in località San Biase con la bonifica di tutto il suolo.

Per l'Amministrazione Comunale il conseguimento di tale obiettivo rappresenta un punto strategico di valorizzazione di siti particolarmente importanti sul piano ambientale.

L'occasione che oggi si presenta è unica per liberare un'area che ormai risulta fortemente urbanizzata.

In sostanza la delocalizzazione del depuratore San Biase è diventata una necessità.

Oggi tale ipotesi, particolarmente onerosa sul piano finanziario, può essere praticata solo grazie agli impegni assunti dalla società Arcadis.

Il Comune di Telese Terme mai avrebbe potuto affrontare impegni finanziari così gravosi.

Nuove prospettive di sviluppo si aprono quindi per quell'area da affrancare, anche in previsione di una delocalizzazione dell'isola ecologica situata quasi a confine con l'area del depuratore.

Le previsioni di utilizzo di tuto quel territorio, lambito da suggestivo passaggio del torrente Grassano, saranno definite con il Piano Urbanistico Comunale che in questi giorni sta muovendo i primi passi.

In sostituzione del depuratore San Biase è previsto l'ampliamento del secondo depuratore, situato in località Mennitto per le esigenze di tutto il territorio telesino.

Quest'ultimo depuratore, aventi caratteristiche comprensoriali che in una prima fase avrebbe dovuto accogliere anche parte degli scarichi di Solopaca, San Salvatore Telesino e Castelvenere, per circa 8.000 abitanti equivalenti, sarà destinato invece ad accogliere solo parte degli scarichi di Castelvenere per circa 2.000 abitanti equivalenti.

Nell'Amministrazione Comunale si registra grande soddisfazione per le intese raggiunte con la società Arcadis tenuto conto che se da un lato il depuratore comprensoriale previsto in Telese Terme sarà destinato ad accogliere anche una parte degli scarichi di Castelvenere, dall'altro quale contropartita sarà eliminato il depuratore di San Biase con bonifica dell'intera area senza alcun aggravio finanziario ed economico per le casse comunali.     

 

Comunicato stampa n.60 del 11/06/2013

Oggetto: Ristrutturazione e completamento strutture sportive

L'Amministrazione Comunale ha prontamente colto le opportunità di finanziamento previste dal DPCM del 25 febbraio 2013, per cercare di reperire risorse finanziarie utilizzate a completamento, messa a norma ed adeguamento delle strutture sportive esistenti sul territorio telesine.

Ben 5 sono state le candidature ed esse riguardano le seguenti strutture sportive:

-completamento del palazzetto dello sport di via Lagni per un importo di €.731.240,00;

-adeguamento alla normativa antincendio del Palafoschino per un importo di €. 39.209,85;

-rifunzionalizzazione della palestra della scuola Media M.D'Azeglio per un importo di €.100.000

-rifunzionalizzazione della palestra comunale al viale Minieri per un importo di €.100.000

-completamento della palestra polivalente(judo) al viale Europa per un importo di €.600.000

Si evidenzia come gli importi pari o inferiori a euro 100.000 sono completamente a carico del finanziamento pubblico, mentre gli interventi di importo superiori a €.500.000 prevedono una compartecipazione del Comune di Telese Terme.

I fondi disponibili sulla misura di finanziamento ammontano complessivamente a 18.000.000 in tutta Italia. L'importo appare decisamente esiguo rispetto alle reali necessità del Paese.

Tuttavia l'Amministrazione effettuerà ogni sforzo per sostenere le candidature dei progetti sopra riportati al fine di ottenere un risultato quanto più positivo possibile a beneficio della collettività telesina.  

 

Comunicato stampa n.59 del 10/06/2013

Oggetto: Trasmissione televisiva "Buongiorno Regione" del 12 giugno 2013    foto

Si comunica che mercoledì 12 giugno a partire dalle ore 7.30 nel corso della rubrica televisiva del TG3 Campania "Buongiorno Regione" verrà messo in onda un servizio su un'arma usata nel Medioevo, denominata in latino "manuballista" .

Tale notizia assume rilievo per la cittadina termale in quanto è previsto che la riproduzione di tale strumento bellico in grandezza naturale sarà collocata all'interno della torre longobarda al termine dei lavori di ristrutturazione, previsto per la fine del corrente anno.

La macchina guerresca è stata riprodotta, con la cooperazione di molteplici artigiani, sotto la direzione dello storico ed esperto dott. Flavio Russo, che ha seguito le indicazioni di una serie di disegni riportati in alcuni codici del IX-X secolo.

La manuballista, che rientra nell'ambito degli arredi museali con finalità didattico-documentarie, documenterà il tipo di armamento ancora in uso nell'Alto Medioevo e, nel contempo, una delle più significative invenzioni del celebre scienziato Erone di Alessandria.

Il congegno che movimenta l'arma è tra i primi, nella storia della tecnologia, a disporre di un accumulatore-motore, con attivazione a comando discrezionale.

E' possibile osservare in alcune immagini archetipali poste sulla colonna traiana la stessa tipologia di manuballiste.

Il modello realizzato in grandezza naturale costituisce, pertanto, al di là della sua funzione di arredo tematico un rilevante elemento didattico per gli studenti, fornendo loro la concreta comprensibile riproduzione di una macchina concepita nel I secolo.       

Significati riscontri e notevole interesse hanno destato macchine similari, già fornite al Museo delle Alpi ubicato nel Forte di Bard, ad Aosta, e all'area archeologica di Saepinum (Campobasso).    

 

Comunicato stampa n.58 del 06/06/2013

Oggetto: Convocazione Consiglio Comunale

Il Presidente Michele Selvaggio ha convocato, in seduta straordinaria, per il giorno 11 giugno 2013 alle ore 17.00 presso il Palazzo dei Congressi delle terme, una seduta di Consiglio Comunale per discutere sul seguente ordine del giorno:

1. Presa d'atto  Progetto "Sindaco Junior e Consiglio Comunale dei ragazzi" – Insediamento C.C.R. e giuramento Sindaco Junior.

 

Comunicato stampa n. 57 del 05/06/2013

Oggetto:   disinfestazione

In questi giorni i cittadini si stanno recando presso gli uffici comunali per sollecitare la disinfestazione contro zanzare e zecche.

Il Comune si è immediatamente attivato presso l'ASL di Benevento.

Si informa la cittadinanza che la mancata disinfestazione e derattizzazione è dovuta alle controverse decisioni della Regione Campania che ha tolto tale funzione alle Aziende Sanitarie ma non ha ancora individuato il soggetto sostitutivo.    

L'ASL ha chiesto chiarimenti urgenti alla Regione che si spera possano pervenire entro la giornata di domani.

Analoghi problemi si erano verificati, per le medesime ragioni, lo scorso anno.

Si spera che le soluzioni giungano repentine e risolutive.

 

Comunicato stampa n. 56 del  04/06/2013

Oggetto:   Istituzione Gruppo di lavoro su biodigestore anaerobico

L'Amministrazione comunale di Telese Terme intende promuovere e incentivare una corretta filiera di trattamento dei materiali post-utilizzo, basata su pratiche per la riduzione della produzione dei rifiuti, sulla raccolta differenziata domiciliare spinta, sulla tariffa puntuale che responsabilizzi l'utente, sul riuso dei beni a fine vita, sul riciclo dei materiali differenziati, sul recupero massimo di materia anche dai rifiuti residuali e sulla riduzione della loro pericolosità.

In proposito ha tenuto un pubblico incontro con la cittadinanza in data 16 maggio 2013, in cui si è dato avvio ad un percorso partecipato che possa condurre alle decisioni più idonee circa l'eventuale realizzazione dell'impianto di biodigestione anaerobico  sulla base delle caratteristiche tecniche dello stesso, dell'ubicazione e dei vantaggi economici stimati.

Nel corso dell'incontro del 16 maggio 2013 l'Amministrazione Comunale ha chiarito i seguenti punti principali:

a)      le decisioni finali saranno assunte solo previo approfondimento tecnico, scientifico ed economico, da eseguirsi con modalità aperte e trasparenti;

b)      il sito dell'isola ecologica, individuato in una prima fase, risulta inadatto a causa di notevoli problemi amministrativi, determinati dall'individuazione dello stesso sito negli anni compresi tra il 2005 e il 2008;

c)       appare utile formare un gruppo di lavoro, composto da esperti nel campo dei rifiuti, ambientalisti e professionalità riconosciute, che possano, entro tempi certi, produrre uno studio specifico che possa fornire i chiarimenti e gli approfondimenti necessari.

Questi contenuti sono stati ribaditi nella seduta del Consiglio Comunale di venerdì 31 maggio u.s.

Con Delibera della Giunta Comunale n.62 del 31-05-2013 è stato deciso di istituire un Gruppo di lavoro formato da esperti nel campo dei rifiuti, cui affidare i lavori di approfondimento tecnico, scientifico ed economico riguardanti il biodigestore anaerobico.

Del Gruppo di lavoro potranno far parte:

·         tecnici laureati,in particolare ingegneri ambientali e chimici; medici in particolare oncologi, biologi e microbiologi agronomi;

·         ambientalisti, indicati da associazioni riconosciute a livello nazionale, a partire da quelle con esperienza nel campo dei rifiuti;

·         figure particolarmente autorevoli nel campo della gestione dei rifiuti e delle iniziative territoriali che vanno nella direzione indicata dalla strategia prima indicata ;

1.       L'elenco di cui al punto precedente è indicativo e non esaustivo;

2.       Fanno parte d'ufficio del Gruppo di lavoro, unitamente all'ing. Maurizio Perlingieri, Responsabile Ufficio Tecnico Comunale, almeno due figure professionali particolarmente esperte nel campo della gestione dei rifiuti solidi urbani e dei rifiuti speciali, anche di valenza universitaria, che l'amministrazione comunale si riserva di individuare successivamente;

3.       Il Gruppo di lavoro individua un Coordinatore, cui possono rivolgersi, in maniera diretta e senza mediazione alcuna, tutti i cittadini. Il coordinatore si rende disponibile a compiere tutti gli incontri e le riunioni, sia operative sia pubbliche, necessarie all'analisi delle proposte e delle osservazioni, fino alla redazione del documento finale;

4.       Ogni cittadino di Telese, in forma singola o associata, può far pervenire, entro i quindici giorni successivi alla pubblicazione della delibera G.C. n.62 del 31-05-2013 e quindi dal 4-06-2013  ed a seguito di affissione di manifesto pubblico il/i nominativo/i degli esperti da inserire nel Gruppo di lavoro, corredata di curriculum o scheda anagrafica da cui possano essere evinte le competenze utili ai lavori;

5.       Tutti i cittadini, indipendentemente dalla residenza, possono far pervenire al Gruppo di lavoro le proprie osservazioni e analisi, preferibilmente in forma scritta, in modo che possano essere opportunamente valutate dagli esperti;

6.       Indicativamente, entro 30 giorni dalla nomina, che avverrà con determina dirigenziale, il Gruppo di lavoro produrrà un documento tecnico-scientifico sulla cui base l'Amministrazione comunale convocherà una pubblica assemblea, al fine di poter operare scelte condivise e partecipate.

 

 Comunicato stampa n. 55 del 31/05/2013

Oggetto:  Corsi di formazione e corsi di specializzazione per i volontari Protezione Civile

Sabato 1 giugno alle ore 15.00 presso la sede dell'associazione in viale Europa sarà attivato il corso di addestramento Speleo Alpino Fluviale per i volontari operativi.

    La seconda tornata dei corsi di formazione per i nuovi aspiranti volontari di Protezione Civile invece partirà sabato 8 giugno alle ore 15.00 presso la biblioteca comunale in piazza Madre Teresa di Calcutta.

 I corsi prevedono un primo ciclo di lezioni frontali su diverse tematiche che vanno dal rischio sismico al rischio idraulico con nozioni di Psicologia dell'Emergenza. Inoltre sarà illustrato come funziona un Piano di Protezione Civile.  Concluso il ciclo di lezioni frontali si passerà alle esercitazioni su campo.

    L'Assessore alla Protezione Civile Carmine Covelli ha affermato con soddisfazione "come la cultura di Protezione Civile si stia sempre più diffondendo tra i cittadini telesini in considerazione del fatto che ai 40 volontari operativi si sono aggiunti altri 15 nuovi aspiranti volontari".

   "E' altresì intenzione dell'Amministrazione Comunale – ha sottolineato l'Assessore Covelli – diffondere nelle scuole di primo e secondo livello la cultura del volontariato, del valore della solidarietà e del coinvolgimento della popolazione nella gestione di eventuali emergenze, mediante seminari ad hoc tenuti da esperti del settore"

Comunicato stampa n. 54 del 29/05/2013

Oggetto:  Pubblica illuminazione Via Roma

Sono in corso di realizzazione, sull'intero tratto di via Roma, i lavori di rifacimento della pubblica illuminazione, che prevedono anche la sostituzione dei pali.

Al riguardo appare opportuno far conoscere alla cittadinanza che i piccoli scavi e il collegamento dei cavi sono propedeutici alla sostituzione degli attuali pali con nuovi e più moderni pali.

La ditta esecutrice dei lavori ha assicurato che provvederà alla sostituzione dei pali, non appena ne sarà ultimata la lavorazione prevista per la fine del mese di giugno.

In quella fase, pertanto, saranno definitivamente completati, a perfetta regola d'arte, i lavori dell'impianto, che allo stato sono da considerarsi solo provvisori.   

 

Comunicato stampa n. 53 del 28/05/2013

Oggetto:  Intervento Assessore Ambiente

    "Il nostro intendimento è di rendere Telese Terme, con la sua vocazione turistica, ambientale e terziaria, uno dei modelli, su scala nazionale, della gestione dei rifiuti, intesa come parte essenziale dei servizi da offrire ai cittadini. Il biodigestore di cui si discute, infatti, rappresenta uno degli aspetti principali della strategia "Rifiuti Zero", per la quale è stata avanzata la proposta di una legge di iniziativa popolare (http://www.leggerifiutizero.it/download/file/1-testo-di-legge ). La medesima strategia, che esclude l'apertura di inceneritori e nuove discariche, è il cuore del Piano rifiuti della provincia di Benevento. Se ne discuterà anche nel Consiglio comunale convocato per venerdì 31 maggio.

Per questi motivi risaltano, ancora una volta, le accuse assurde e pretestuose dei Telesini a 5 Stelle, che, pare ormai acclarato, parlano di cose che non hanno nemmeno letto. Sembra incredibile, ma è proprio così. Di qui la necessità, da parte loro, di continuare a fare confusione e a creare falsi allarmi, su cui aizzare le folle e indire il referendum. E meno male che affermano di essere per la trasparenza e al servizio dei cittadini.
I Telesini a 5 Stelle mi sembrano confusi, al punto di inventarsi un capitolo RIFIUTI in un programma nazionale che scrive il contrario di quanto affermano, e che tiene insieme proprio i due temi: energia e rifiuti. Rimando a uno dei tanti programmi locali dei 5 Stelle, precisamente quello del Comune di Guastalla, che parla di Rifiuti zero e prevede questo:
"Costruzione di un impianto di Compostaggio-Digestione Anaerobica con altri comuni della Bassa per crerare compost per i campi (meno fertilizzanti chimici) e biogas dagli scarti organici, agricoltura e da cucina;
Accordo con imprese per costruzione di un moderno Centro Riciclo modello "Vedelago" per i Comuni della Bassa dove si ricicleranno anche gli scarti plastici, cartacei, prima "non riciclabili" che in questo modo potranno essere riutilizzati trasformandoli in sabbie sintetiche per l'edilizia (ed evitando escavazioni nel Po) e per l'industria plastica. Così facendo gli scarti non saranno nè seppelliti (discarica) nè bruciati (inceneritore)".

Per aiutare i Telesini a 5 Stelle nel loro lavoro di studio, ricerca e mobilitazione popolare, allego il testo integrale dell'articolo 14 della proposta di legge Rifiuti zero, che riguarda il trattamento dell'umido.
I Nostri non si sono ancora accorti che è esattamene ciò che vogliamo fare a Telese:
"Art. 14- Semplificazione delle procedure per l'impiantistica del riciclo
1. In attuazione del principio generale della gerarchia di trattamento, per la realizzazione di impianti di trattamento per il riciclaggio e per il recupero sia di frazioni secche sia umide, sono privilegiate le procedure di autorizzazione accelerate e, ove previsto, semplificate ai sensi dell'articolo 214 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni. Le regioni, comprese quelle a statuto speciale e le province autonome di Trento e di Bolzano nelle forme stabilite dai rispettivi statuti di autonomia e dalle relative norme di attuazione, adottano un iter amministrativo che, lasciando fermi i termini più brevi vigenti, imponga la conclusione del procedimento e il rilascio del titolo autorizzativo a cura dell'amministrazione competente entro e non oltre dodici mesi dalla data del deposito del progetto definitivo da parte del soggetto richiedente.
2. Gli impianti che godono del descritto regime speciale provvedono esclusivamente al trattamento per il recupero di materia e sono identificati nel modo seguente:
a) impianti per la selezione dei rifiuti urbani indifferenziati dedicati alla massimizzazione del recupero di materia al fine del riciclaggio ovvero provvisti di linea di presso-estrusione delle plastiche e di produzione di materia prima secondaria, con esclusione di quelli destinati alla produzione di combustibile derivato da rifiuti (CDR) o di combustibili solidi secondari (CSS);
b) impianti di compostaggio aerobico, compresi i cosiddetti impianti di compostaggio aerobico elettromeccanici, e impianti di digestione anaerobica con successivo compostaggio aerobico alimentati con la frazione organica rifiuti solidi urbani (FORSU), con capacità di trattamento inferiore a 36.000 tonnellate annue e con potenza elettrica inferiore a un megawatt;
c) impianti di selezione e di riciclo di frazioni secche differenziate, con eventuale linea di presso-estrusione delle plastiche e di produzione di materia prima secondaria con capacità di trattamento inferiore a 36.000 tonnellate annue;
d) centri per il riuso e centri di raccolta di cui all'articolo 24.
3. L'attività degli impianti di digestione anaerobica, tra cui quelli previsti dal comma 2, lettera b), è autorizzata alla produzione di biogas con espressa finalizzazione alla trasformazione della totalità del biogas in bio-metano, tramite trattamenti di purificazione e di adeguamento alle caratteristiche richieste dai gestori della rete, privilegiando l'immissione nella rete pubblica di distribuzione, fatta salva la quota di bio-metano da biogas impiegato negli impianti di bassa potenza termica ed elettrica per il fabbisogno energetico necessario al funzionamento degli impianti stessi e l'obbligo del trattamento della frazione residua del digestato in impianti di compostaggio aerobico per la produzione di compost di qualità. È altresì previsto l'uso del bio-metano da biogas come carburante per autotrazione da commercializzare nelle reti autorizzate, specialmente in caso di assenza di rete pubblica di distribuzione del gas. Dalla data di entrata in vigore della presente legge è vietato il ricorso alla combustione del biogas non purificato e prodotto con il descritto processo tecnologico, e tale divieto di combustione del biogas è esteso a tutti i nuovi impianti di digestione anaerobica con successivo trattamento aerobico di qualsiasi dimensione e alimentati sia da FORSU e sia da scarti agricoli che producono compostato idoneo all'impiego in agricoltura e nel giardinaggio, nonché agli impianti a biomasse derivate da altre frazioni organiche provenienti da rifiuti in generale.
4. Gli impianti che hanno ottenuto l'autorizzazione all'esercizio delle attività con procedura semplificata non possono nel tempo essere autorizzati a trattare materiali in ingresso diversi da quelli originariamente previsti. Entro e non oltre il termine di tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare emana un apposito decreto con cui vengono definite le procedure amministrative e stabilite le caratteristiche tecnologiche e costruttive degli impianti, in ordine alle operazioni di immissione in rete e commercializzazione del bio-metano da biogas di cui all'art. 20 e 21 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28″.
Questi punti sono il cuore del Piano rifiuti della Provincia di Benevento, da me voluto e in corso di attuazione. L'impiantistica sarà pubblica e non in mano a soggetti privati.

Lo so che ammettere di aver preso una cantonata può costare fatica, ma prima lo faranno meglio sarà anche per i Telesini a 5 Stelle, che prima o poi dovranno stancarsi di tentare vane arrampicate sugli specchi e rendersi conto che i cittadini hanno bisogno di essere informati, non ingannati".

L'Assessore all'Ambiente

(Gianluca Aceto)

 

Comunicato stampa n. 52 del 28/05/2013

Oggetto:  Convocazione Consiglio Comunale

 Il Presidente Michele Selvaggio ha convocato, in seduta ordinaria, per il giorno 31 maggio 2013 alle ore 18.00 presso il Centro Congressi delle terme una riunione di Consiglio Comunale per discutere sul seguente ordine del giorno:

Lettura e approvazione verbale precedente seduta dell'11.03.2013;Approvazione rendiconto di gestione esercizio finanziario 2012;

In seduta straordinaria verranno trattati i seguenti argomenti:

Comunicazioni del Presidente;Tributo Comunale sui rifiuti e sui servizi "TARES" – termini e modalità di versamento per l'anno 2013;Gestione impianti sportivi per il tennis annessi al Parco delle Antiche Terme Jacobelli. Rinnovo convenzione con il "Circolo Tennis Telesia – Gino Cannarsa";Concessione diretta diritto d'uso area cimiteriale per giovane vittima incidente stradale. Autorizzazione;Ordine del giorno proposto dalla minoranza avente ad oggetto: "Diniego ed indisponibilità alla realizzazione di un impianto di digestione anaerobica nel Comune di Telese Terme, quale previsto dalla Giunta Provinciale di Benevento con delibera n.94 del 16.04.2013". Determinazioni.

 

Comunicato stampa n. 51 del 23/05/2013

Oggetto:  Biodigestore: sulla contro-proposta di cittadini in movimento

L'intervento di Cittadini in Movimento di S. Salvatore Telesino consente di rilevare come per la prima volta si possa parlare apertamente di un'opera pubblica a rilevanza strategica comprensoriale. Il primo elemento da non trascurare è proprio questo.

Sul merito delle questioni, rilevo i seguenti punti:

l'impianto di compostaggio, non essendo preceduto da fase anaerobica, presenta notevoli problemi di gestione, non perché sia dannoso ma perché produce emissioni odorigene e quantità di percolato (di cui non si parla nell'intervento) incomparabili con un biodigestore di piccola portata. Il percolato è un problema ambientale e un costo: deve essere asportato e inviato presso impianti specializzati. Non è un caso che soltanto tre anni fa ci fu una sommossa popolare finanche contro un impianto di compostaggio che il Comune di Frasso Telesino voleva aprire in zona industriale. Anche in quella circostanza ci furono molte strumentalizzazioni, e il territorio perse un'occasione importante, frutto dell'intuizione politica di un'amministrazione che provava a risolvere il problema all'intera Valle Telesina. Insomma: un impianto di compostaggio non sarebbe la panacea che viene rappresentata;il digestato-ammendante non ha simili problemi perché perde la carica odorigena durante la lavorazione, che avviene in impianto chiuso, senza contatto con l'ossigeno (anaerobico, per l'appunto);attualmente, rinunciare alla produzione di biogas è un controsenso: basti considerare che lo prevede anche il programma del Movimento 5 Stelle, particolarmente attento all'energia e ai rifiuti (https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/materiali-bg/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf). Ricavare energia dai rifiuti umidi (senza incenerimento) è la cosa più giusta e razionale che oggi si possa fare, per motivi ambientali e anche economici. I piccoli impianti, a mio modesto avviso, sono molto migliori dei grandi, in quanto sono più prossimi al luogo di produzione dei rifiuti e più adatti a realizzare una filiera di qualità. L'energia recuperata serve a rendere meno oneroso il trattamento e quindi a creare economie per cercare di diminuire i costi che gravano sui cittadini. Con il mero compostaggio non ci sono recuperi energetici ma solo costi, a parte la vendita del compost (se certificato);ricordo che il digestato può essere compostato e commercializzato come prodotto con marchio di qualità certificato. Basta ci sia lo spazio per le linee di essiccazione. Altrimenti è comunque un ammendante naturale per la fertirrigazione;riguardo alla riduzione a monte dei rifiuti, anche il Comune di Telese attuerà misure per il compostaggio domestico. Però anche su questo bisogna bandire le ideologie: a parte che il compostaggio domestico è una procedura articolata, che non si può imporre a tutti i cittadini in tutte la parti del territorio, oggi noi non sappiamo quale sarà il beneficio quantitativo che realmente potrà essere apportato al ciclo rifiuti. E quindi fermare una programmazione per un "sentito dire" non sembra cosa saggia e raccomandabile;forse è mia ignoranza, ma non conoscevo l'esistenza di impianti di compostaggio così a buon mercato, come affermano i Cittadini in Movimento di San Salvatore Telesino. Però aspetto chiarimenti in merito. Rimangono tutti i problemi che ci sono per il biodigestore (aumentati): dove farlo, per quali quantitativi, a servizio di chi;non mi pare proprio che un impianto di compostaggio funzioni a prescindere dai quantitativi, anche perché deve ripagare l'investimento. In altri termini, non è vero che un impianto siffatto è automaticamente più economico e sostenibile di altri;ignoravo pure che esistono impianti di compostaggio che chiedono appena quaranta euro alla tonnellata per trattare i rifiuti. Vi prego, diteci immediatamente dove sono! Provvediamo immediatamente a prendere contatti per cercare di risparmiare qualcosa sui costi;Il biodigestore ha bisogno soltanto della FORSU per funzionare al meglio, per cui non capisco il riferimento all'aggiunta di sottoprodotti per aumentarne il rendimento energetico;non capisco nemmeno il riferimento alla storture indotte dal recupero energetico, che forse si verificano nei megaimpianti di tipo industriale, non in questi impianti "di quartiere".

Le azioni e le scelte del gruppo di lavoro, su cui vogliamo procedere insieme a cittadini, saranno accessibili a tutti (a prescindere dal comune di residenza), così come gli incontri pubblici che faremo ancora sul tema dei rifiuti e del biodigestore. Saranno ben accetti i contributi tecnici che verranno.

Credo siamo l'unico comune della zona che ha fatto incontri pubblici per la partenza della FORSU, prima con le grandi utenze e poi con i cittadini. La raccolta differenziata è passata dal 25% (estate 2010) al 69% (dicembre 2012), senza aumentare la TARSU. Forse in tema di partecipazione e di risultati qualcosa di positivo l'abbiamo fatta.

 

                                                                                                Il Vice Sindaco  -           Gianluca Aceto -

 

Comunicato stampa n.50 del 22/05/2013

In relazione alla promozione di un referendum popolare contro l'ipotesi del biodigestore anaerobico di piccola taglia, modulare e rimovibile, di cui si discute da qualche settimana, sono necessarie alcune precisazioni. L'iniziativa è assunta da una parte soltanto del Movimento 5 Stelle di Telese Terme, denominata "Telesini a 5 Stelle".  Al fine di garantire la massima chiarezza in una vicenda in cui continuano le confusioni e – talvolta – le strumentalizzazioni, si riporta integralmente il programma elettorale del Movimento 5 Stelle: https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/materiali-bg/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf. Si può notare che nel paragrafo ENERGIA, all'ultimo punto, è riportato il seguente obiettivo: "Incentivazione della produzione di biogas dalla fermentazione anaerobica dei rifiuti organici".
Riteniamo che i promotori del Comitato debbano spiegare i motivi reali di un'opposizione che appare dettata da pregiudizi localistici e non da dati di fatto.

Senza aver ancora deciso nulla, nemmeno il sito in cui eventualmente ubicare l'impianto, l'Amministrazione comunale sta procedendo alle verifiche e agli approfondimenti che sono opportuni e imprescindibili, garantendo ampie possibilità di discussione pubblica. In caso di esito positivo, l'Amministrazione realizzerebbe un punto programmatico condiviso e propugnato da tanti, tra cui anche il Movimento 5 Stelle. Chiariscano, i Telesini a 5 Stelle, perché sul piano nazionale sono a favore degli impianti di digestione anaerobica (addirittura anche di grossa taglia) e sul piano locale si impegnano addirittura per un referendum  popolare che dica NO a un mini impianto da 3.000 tonnellate all'anno, a prescindere da ogni valutazione di merito. Se un movimento radicale come quello di Beppe Grillo valorizza i digestori anaerobici nel suo programma nazionale, uno dei più avveduti e accorti dal punto di vista energetico e ambientale, qualcosa di positivo questi impianti devono pure averlo.

La contraddizione appare davvero stridente e sembra interamente ascrivibile a motivazioni strumentali, volte soprattutto alla ricerca di visibilità politica e non tanto ad una discussione di merito. Che si tratti di una strumentalizzazione politica lo dimostra anche il nome scelto dagli attivisti: il Comitato Spontaneo di Volontariato "Telesini a 5 Stelle-Contro il Biodigestore" sembra il nome di una commissione di partito.
Rinnoviamo l'invito al dialogo costruttivo. Vogliamo procedere alla formazione del gruppo di lavoro aperto, cui affidare l'approfondimento tecnico, che deve essere scevro da ogni sorta di pregiudizio ideologico o da logiche di interesse politico o localistico.

Il Vicesindaco

Gianluca Aceto

 

Comunicato stampa n. 49 del 16/05/2013

Oggetto:  cambio sede incontro pubblico

A causa delle avverse condizioni metereologiche e della prevista folta partecipazione di cittadini, l'incontro sul tema: "digestore anaerobico, isola ecologica, appalto servizi: sapere la verità per decidere insieme" si terrà presso il Centro Congressi delle terme sempre alle ore 18.30.

 

Comunicato stampa n.48 del 14/05/2013

Oggetto: incontro pubblico del 16 maggio 2013

 L'Amministrazione Comunale ha organizzato per giovedì 16 maggio 2013 alle ore 18.30 presso il Polo Tecnologico dell'IIS Telesi@ un incontro pubblico sul tema: "Digestore anaerobico, isola ecologica, appalto servizi: sapere la verità per decidere insieme".

 In questi giorni sono circolate molte inesattezze: si è parlato di discarica, di inceneritore, di inquinamento, di centinaia di tir in transito

Evidenti sono state le strumentalizzazioni politiche.    L'Amministrazione Comunale deciderà dopo aver ascoltato i cittadini e aver approfondito le questioni tecniche ed economiche.

 A partire dai risultati già conseguiti con la raccolta differenziata, l'Amministrazione vuole assicurare il futuro della cittadina termale con serietà, buonsenso e determinazione.  

 

Comunicato stampa n.47 del  13/05/2013

Oggetto: Comunicazione dell'Assessore Aceto

In merito agli interventi del Consigliere Capasso, l'Assessore Gianluca Aceto chiarisce quanto segue.

"Rispondo doverosamente al nuovo intervento dell'ex Assessore Capasso, che avanza dubbi su trasparenza e partecipazione dell'iter riguardante il biodigestore anaerobico.
Sulla conoscenza del tema, devo rammentare che Capasso, già da molti mesi, prima delle dimissioni non partecipava più alle riunioni id maggioranza, in cui dell'argomento si parlava. Ed è questo il motivo per cui dice di non averne saputo nulla. Purtroppo stava già decidendo di aprire un percorso politico diverso e non era più interessato al nostro lavoro, che intanto continuava.
Curioso che a fare rilievi del genere sia l'Assessore che ha reso inintellegibile il bilancio ai colleghi di giunta e di maggioranza. Curioso che i rilievi vengano mossi a chi ha tenuto incontri pubblici su tutto quel che sta tentando di realizzare per il comune (rifiuti, innovazione, energia, ambiente, etc.).
Colgo l'occasione per comunicare a Capasso e a tutti i cittadini che l'idea era stata finanche illustrata ben prima della delibera provinciale, ai rappresentanti dell'opposizione consiliare, al fine di aprire un dialogo trasparente e costruttivo per il bene di Telese. La scorrettezza e la strumentalità sguaiata di qualche consigliere di opposizione, ai limiti dell'indecenza intellettuale e istituzionale, saranno sicuramente sottolineate in ogni sede. Spiace che anche Capasso usi argomenti similari, ma si sbaglia.
Altrettanto sbagliata è la clamorosa affermazione secondo cui già ci sarebbe il Progetto preliminare e che l'Università è stata pagata per 9 giorni di lavoro. In realtà il compenso sarà saldato solo dopo la redazione dei progetti preliminari di Telese e Molinara, di cui gli studi di fattibilità sono elementi prodromici.

Insomma l'Università deve ancora lavorare a lungo. Se Capasso vuol fare l'opposizione impari a leggere un po' meglio le carte, evitando di aggiungere confusione e aiutando i cittadini a capire come stanno realmente le cose.
Poi avremo modo di parlare delle responsabilità politiche, amministrative e contabili della incresciosa vicenda legata all'isola ecologica.

Parlo dell'individuazione del sito e dei danni economici di cui né lui né altri si erano preoccupati. Anche questo grosso problema l'abbiamo dovuto risolvere noi. Forse un ringraziamento, anche per averlo tutelato in ordine a responsabilità contabili personali, sarebbe stato doveroso".

Comunicato stampa n.46 del  11/05/2013

 Oggetto: Gli obiettivi programmatici dell'Amministrazione comunale sulla gestione integrata dei       rifiuti:  un modello razionale e sostenibile

 

Dopo aver affrontato e avviato a risoluzione amministrativa la complicata vicenda della cosiddetta isola ecologica, si delinea un altro importante passo in avanti, frutto della collaborazione istituzionale con la Provincia di Benevento.

Per le frazioni secche (carta, metalli, legno, allumino, vetro, pile, farmaci, etc.) e per gli olii vegetali, si conta di avviare i lavori di completamento dell'isola ecologica utilizzando risorse comunali. Conclusi i lavori e attivato il sito, interverranno ulteriori fondi, derivanti da accordi siglati dalla Provincia, per aprire un'ecostazione attrezzata e utile a raggiungere gli standard qualitativi che le direttive europee impongono a partire dal 2015. Inoltre, anche attraverso un nuovo appalto, con l'ecostazione il Comune venderà direttamente i materiali ai consorzi di filiera, realizzando un introito che attualmente, a causa dei contratti ereditati dalle gestioni precedenti, sono appannaggio esclusivo dell'operatore privato.

Per la parte organica, cioè per l'umido della raccolta differenziata, la Provincia di Benevento, in accordo con il Comune di Telese, ha approvato uno studio di fattibilità dell'Università del Sannio per la realizzazione di un biodigestore anaerobico. Si sottolinea, innanzitutto, che la predisposizione di una fattibilità non è l'autorizzazione alla realizzazione dell'impianto, cosa che potrebbe avvenire solo dopo il necessario approfondimento tecnico e dibattito pubblico. Al contrario, evitando fughe in avanti, l'Amministrazione ha inteso avviare un percorso chiaro, trasparente e aperto, durante il quale ognuno potrà farsi un'opinione informata e consapevole.

Il Comune di Telese potrebbe quindi ottenere, insieme a Molinara, la realizzazione di un mini impianto di digestione anaerobica da 3.000 tonnellate annue (6.000 a Molinara). L'investimento, pari a 2,6 milioni di euro, non prevede alcun onere per le casse comunali. Le caratteristiche del mini impianto sono molto semplici:

1.       ridotte dimensioni, pari a quelle di un container scarrabile;

2.       ridotti quantitativi, pari a meno di 10 tonnellate al giorno, ovvero un paio di camioncini di quelli già in uso a Telese Terme;

3.       reversibilità del processo: si tratta di impianti che possono essere facilmente rimossi e posizionati altrove.

La lavorazione avviene all'interno di un biocontainer chiuso, e quindi non ci sono emissioni odorigene. Non si può nemmeno parlare di impatto ambientale, visto che non c'è formazione di percolato e, anzi, tali impianti, essendo prossimi ai luoghi di produzione e raccolta dei rifiuti organici, permettono la drastica riduzione dei trasporti, arrecando notevoli vantaggi in termini economici e ambientali.

L'impianto produce metano, e quindi energia da immettere in rete, acqua e "digestato", vale a dire un composto semiliquido naturale che può avere due destinazioni finali: o viene utilizzato per irrigare e fertilizzare i campi (Telese) oppure viene essiccato per produrre compost con Marchio di Qualità CIC, ai sensi della norma UNI EN 13432:2002 (Molinara). Giova ricordare, inoltre, che il quinto Conto Energia attribuisce il massimo degli incentivi proprio e solo agli impianti che ricavano energia e assicurano il reimpiego delle materie in agricoltura, attraverso la fertirrigazione o attraverso il compost certificato. E' il caso del biodigestore in questione.

Si tratta di un processo tracciato, verificabile e sicuro, di "prossimità", in quanto determina il minore spostamento possibile dei rifiuti e la trasformazione, attraverso filiera di qualità, di un costo in risorsa.

Nel caso in cui decidesse di rilasciare le necessarie autorizzazioni, il comune di Telese Terme potrà godere di diversi vantaggi, che saranno oggetto di apposita convenzione, da sottoscrivere, previa ampia discussione condivisione, con la Provincia di Benevento:

eliminazione totale del costo di smaltimento e trasporto della parte organica, che attualmente è pari a € 160 a tonnellata;partecipazione agli utili di esercizio dell'impianto, garantiti da un piano economico-finanziario decisamente vantaggioso. I ricavi derivano sia dalla vendita dell'energia prodotta sia dalla vendita del digestato alle imprese agricole della zona. Questi impianti hanno risollevato le sorti di diverse comunità del Centro-Nord, che hanno trasformato il problema dei rifiuti organici in un intelligente e redditizio introito;partecipazione attiva ad un percorso virtuoso che dà concretezza alla strategia "Rifiuti Zero", e che costituirà un modello per molte altre realtà. Si può supporre che nei prossimi anni questa tipologia di impianti sostituirà, almeno nelle realtà rurali come il Sannio, i megaimpianti finora concepiti ad uso e consumo delle emergenze nate altrove;reversibilità del processo: l'impianto non ha strutture fisse e inamovibili, anzi può essere asportato e allocato altrove con poco lavoro;realizzazione di un'impiantistica esclusivamente pubblica: saranno gli enti locali competenti, a partire dal Comune che ospita gli impianti, ad assumere le scelte fondamentali, gestendo direttamente un processo che deve essere quanto più aperto e trasparente possibile.

Molti Comuni del Sannio, dalla Valle Telesina al capoluogo, hanno manifestato, ufficialmente  o ufficiosamente, l'interesse ad usufruire di questi impianti. Tuttavia le risorse attualmente disponibili consentono di realizzare le prime linee a Telese e Molinara, che quindi gioveranno di un'occasione unica e irripetibile. Si tratta infatti di investimenti iniziali corposi, sicuramente fuori della portata di un singolo comune.

«Approvato lo studio di fattibilità – dichiara il Vicesindaco con delega all'Ambiente, Gianluca Aceto - che è un mero avvio amministrativo delle procedure, inizia un confronto aperto e ampio con le istituzioni, i soggetti politici e i cittadini, affinché tutti siano informati dei fatti e possano attivamente partecipare alle decisioni finali. Abbiamo preferito avviare un confronto sulla base di uno studio di fattibilità, concretizzando i criteri di trasparenza e partecipazione a cui ci ispiriamo. A breve convocheremo una prima assemblea pubblica, onde raccogliere le osservazioni di tutti ben prima di procedere ad ogni atto ufficiale. Auspichiamo che i cittadini si organizzino e ci aiutino, anche attraverso osservazioni e contributi mirati. Siamo convinti, inoltre, che potrà essere portata la discussione in Consiglio comunale, nel quale poter parlare dei risultati già raggiunti in termini di raccolta differenziata e delle prospettive che si aprono con il nuovo appalto integrato e la nuova impiantistica comunale».

 

Comunicato stampa n.45 del 10/05/2013

Oggetto: Risposta al Consigliere di minoranza Vincenzo Fuschini

E' bastata una semplice e doverosa informativa riguardante opere pubbliche che la comunità telesina aspettava da tempo, per surriscaldare in maniera scomposta l'animo del consigliere di minoranza Vincenzo Fuschini.

Evidentemente al Fuschini non fa piacere che questa Amministrazione porti a compimento opere necessarie per i cittadini di Telese.Le sue invettive e le sue falsità non meriterebbero risposta.

Tuttavia alcune precisazioni sono d'obbligo.

Faccio notare al suddetto che occuparsi di legalità non è cosa da poco ed è impegno diuturno di tutta l'Amministrazione fare in modo che le regole e le procedure vengano rispettate.

Sollevare un polverone sull'approvazione del conto consuntivo, che sarà definito con qualche giorno di ritardo rispetto al termine del 30 aprile è un mero esercizio di futilità e di banalità politica.

Non è previsto al riguardo alcuna conseguenza sanzionatoria, se non l'invito del Prefetto, in prima fase, a provvedere nei termini da lui indicati.

Il conto consuntivo comunque è stato approvato dalla Giunta  in data 30 aprile 2013 e nei prossimi giorni, trascorso il periodo tecnico di messa a conoscenza dei Consiglieri, approderà in Consiglio Comunale per la definitiva approvazione. 

Il ritardo, nel quale sono incorsi centinaia di Enti Locali, anche a causa di repentini mutamenti delle norme che regolano la disciplina dei bilanci, è giuridicamente e finanziariamente irrilevante. 

L'affermazione della legalità è, allora, ben altra cosa. E non meraviglia il fatto che Fuschini non lo sappia distinguere. 

Il rispetto delle regole procedurali e sostanziali è l'esatto contrario di quanto è accaduto invece nelle passate Amministrazioni, delle quali Fuschini è stato un autorevole rappresentate di maggioranza.

Di quel triste passato la cui memoria, mio malgrado, viene sollecitata dallo stesso Fuschini sono costretto a ricordare che nei confronti di alcuni rappresentanti di quelle Amministrazioni tuttora pende un giudizio penale, con pesanti accuse riguardanti pubblici appalti gravemente irregolari. Ne è conseguito un blocco dei lavori e la crisi delle imprese interessate. E' davvero bizzarro che, ancora oggi il Fuschini, invece di stendere un velo pietoso, identifica quelle Amministrazioni, quali esempi di buona politica. E ancora più singolare che, oggi, pretende di dare lezioni di legalità proprio chi assisteva quieto mentre venivano posti in essere quegli atti che sono al vaglio della magistratura e che hanno condotto al commissariamento del nostro Comune, ribaltato agli "onori" della cronaca nazionale.

Con un po' di onestà intellettuale lo stesso Fuschini dovrebbe capire che è estremamente positivo per la comunità telesina se le risorse finanziarie da lui evocate sono gestite da questa Amministrazione in quanto non hanno subito l'infausto destino al pari di quelle connesse alle decine e decine di appalti che più organi giudiziari hanno ritenuto essere illecitamente esperiti, con ribassi minimi dallo 0,45% fino ad un massimo del 7% in soli due casi.

Questa Amministrazione ha eretto un vero presidio di legalità sull'uso del denaro pubblico.

Viene speso solo ed esclusivamente nell'interesse della comunità. Il rispetto delle regole, purtroppo, pur se allunga i tempi, innesca però un meccanismo virtuoso in grado di assicurare anche una migliore qualità delle opere.

Infatti le percentuali di ribasso nelle gare fatte da questa Amministrazione si sono mediamente attestate tra il 25% e il 40%.

E nei casi più importanti le gare, attuate con l'offerta migliorativa, mai praticata nel passato, hanno consentito di far beneficiare alla comunità di opere aggiuntive rilevanti con il costo a completo carico delle ditte vincitrici.

Desidero, poi, ricordare al Fuschini ad evitare che perduri in falsità per l'avvenire che questa Amministrazione può vantare di aver ottenuto un finanziamento di circa 500.000 euro per il completamento dell'ex Istituto Professionale di via Roma ed un finanziamento di circa 350.000 euro per un sistema di videosorveglianza da installare sul territorio di Telese.

Vi sono buoni motivi inoltre per ritenere di poter intercettare altri e più corposi finanziamenti per progetti in fase di avanzata istruttoria presso gli Enti sovraordinati competenti, come nel caso del completamento delle rete fognante per un importo di circa di 3 milioni di euro.

Sono stati, inoltre, prodotti numerosi altri progetti come quello sul Piano Città per un importo di 1.600.000 circa per migliorare e riqualificare la zona Scafa e via Fausto Coppi e quello concernente un Centro Polifunzionale per i giovani.

E' noto poi che per l'ottenimento dei finanziamenti, soprattutto in un periodo come questo, che non è quello delle "vacche grasse", c'è da aspettare un po' di tempo in più.

Se ne beneficerà la prossima Amministrazione ne saremo ovviamente molto gratificati.

Va precisato, inoltre, che per questo Ente, purtroppo, non c'è più capacità di indebitamento sia a causa dei tanti debiti contratti nel passato e sia per restrizioni normative.

Con le poche risorse proprie che questa Amministrazione sta accumulando, con una politica di risparmio e di razionalizzazione, si sta portando avanti un programma di messa in sicurezza di molte strade e di luoghi ancora in uno stato di completo degrado, come già fatto per via Benevento, via C.Ponzio Telesino, via Turistica del Lago e per il parcheggio sito di fronte alla Maugeri.

 

E' innegabile, poi, che la  manutenzione e la cura della pubblica illuminazione ha avuto un deciso miglioramento con questa Amministrazione. Sono state quasi completamente soddisfatte le richieste, inascoltate per anni, di moltissimi cittadini.  Nei prossimi mesi sarà completato il quadro degli interventi della pubblica illuminazione con l'installazione di punti luce ancora mancanti in poche zone del paese. 

Grazie, inoltre, all'interessamento di questa Amministrazione a breve la Provincia metterà in sicurezza alcuni punti del paese con la costruzione di due importanti rotonde e la sistemazione di quelle già esistenti. Mi sembra opportuno infine, concludendo, ribadire che questa Amministrazione è protesa verso le cose concrete da fare più che rintuzzare a crescenti polemiche.

Quando lo si fa, purtroppo, è solo per ristabilire una corretta informazione.

Ma ormai è sempre più evidente come in questa comunità ci sono alcuni gruppi che giocano allo sfascio con invettive, strali e passaparola intrisi di falsità, pensando di stare già in campagna elettorale. Mi limito a ricordare a costoro che è troppo presto perché mancano ancora due anni alla scadenza del mandato e sarebbe saggio per loro risparmiare un po' di energie per quando sarà il momento opportuno.              

 

Comunicato stampa n.44 del 09/05/2013

Oggetto: riduzione spreco alimentare

Il Comune di Telese Terme ha sottoscritto la "carta per una rete di Enti Territoriali a Spreco Zero" volta a sancire l'impegno di Regioni, Province e Comuni per la riduzione degli sprechi e delle perdite alimentari.

Lo spreco alimentare è uno scandaloso paradosso dei nostri tempi perché se da un lato si manifesta la necessità assoluta di aumentare la produzione di alimenti per una popolazione mondiali in continua crescita e che nel 2050 conterà 9 miliardi di persone, dall'altro, secondo dati della FAO, si spreca più di un terzo del cibo che viene prodotto.

Con la sottoscrizione del documento gli Enti Locali si impegnano a sostenere tutte le iniziative che recuperano i prodotti rimasti invenduti o scartati nella filiera agroalimentare per ridistribuirli alle categorie di cittadini al di sotto del reddito minimo e di istituire programmi e corsi di educazione alimentare.

Inoltre Regioni, Province e Comuni si impegnano a promuovere a livello normativo la regolamentazione delle vendite scontate, la semplificazione delle diciture nelle etichette degli alimenti per la scadenza, l'istituzione di un Osservatorio/Agenzia nazionale per la riduzione degli sprechi.

Infine viene sottoscritto l'impegno ad adottare come orizzonte di lungo periodo lo Spreco Zero per promuovere la riduzione progressiva degli sprechi mediante il controllo e la prevenzione di tutte le attività pubbliche e private che implichino la gestione di cibo, acqua, energia, rifiuti, mobilità, comunicazione.

Comunicato stampa n.43 del 08/05/2013

Oggetto: donazione del 5xmille

L'Amministrazione Comunale prosegue nella sua campagna di sensibilizzazione per la destinazione del 5xmille ai servizi sociali, in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi, il cui termine scade il prossimo 31 maggio.

I cittadini sono invitati ad apporre la propria firma nell'apposito spazio dove si chiede di poter destinare il 5xmille ai servizi sociali del Comune di residenza.

La donazione non comporta alcuna spesa aggiuntiva e, ovviamente, è cosa diversa dalla destinazione dell'8xmille.

Il Comune di Telese Terme, seppur con poche risorse a disposizione, è impegnato nel cercare di fornire un aiuto concreto alle famiglie che vivono in situazioni di particolare disagio; inoltre svolge con il coordinamento dell'ufficio socio-assistenziale servizi di segretariato sociale, assistenza domiciliare, telesoccorso, teleassistenza, assistenza per minori diversamente abili, educativa domiciliare ai minori.

La campagna informativa è stata attivata mediante manifesti, locandine consegnate ai CAF e nei pubblici uffici e attraverso il portale istituzionale.

"La crisi economica – dichiara in proposito il Consigliere con delega alle politiche Gianluca Serafini - che ha colpito e impoverito l'Italia in questi anni determina in maniera drammatica la vita dei cittadini e, contemporaneamente, indebolisce le misure di contrasto alla povertà messe in campo dalla Pubblica Amministrazione. E' sempre più urgente un intervento degli Enti Locali che devono porsi, anche se privati di grandi mezzi di contrasto, come controaltare alle politiche di smantellamento delle garanzie sociali."

"Oggi donare il 5xmille – conclude Serafini – è un atto di generosità e, allo stesso tempo, rappresenta una scelta politica precisa che contribuisce alla costruzione di una comunità più giusta. L'Amministrazione Comunale di Telese Terme sta studiando alcune misure economiche in grado di sollevare la qualità della vita di questa comunità. Abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti!".    

 

Comunicato stampa n.42 del  03/05/2013

Oggetto: Potenziamento rete fognante

Sono stati avviati i lavori di potenziamento ed adeguamento della rete fognante aggiudicati in favore della srl "Idroambiente" con procedura dell'offerta migliorativa.

La gara è stata aggiudicata con un ribasso del 27,657% per un importo di 845.412,00 euro, oltre l'Iva come per legge.

Le strade interessate agli interventi sono: via San Giovanni, via Piana, via Fontanelle, via Pozzilli, via Vallo Rotondo, via Scafa, via Fuceta, via Sant'Aniello, via Preneste e via C. Colombo.

Il completamento dei lavori è previsto per il 20 gennaio 2014.

Le migliorie aggiuntive, a totale carico della ditta e senza quindi intaccare l'importo dell'appalto, saranno eseguite all'insegna di una maggiore funzionalità e porranno in essere una riqualificazione urbana e ambientale diffuse.

E' il caso di segnalare al riguardo quelle che sono le migliorie più significative:

-          Tubazione in polipropilene a doppia parete

-          Chiusini con bloccaggio e sistema antinfrazione

-          Predisposizione e rifacimento allacci fogna nera

-          Su via Sant'Aagatella, su via Scafa, via Fuceta, via C.Colombo, via Vallo Rotondo, via Piana e via San Giovanni fresatura e tappetino di cm. 3 su tutta la carreggiata

-          Un anno di manutenzione ordinaria e straordinaria

Con riferimento alla riqualificazione urbana ed ambientale è previsto:

-          Ripristino della canaletta centrale su via Preneste

-          Pulizia di aiuole e messa a dimora di arbusti su un tratto di via Sant'Aniello

-          Predisposizione pubblica illuminazione nei tratti ricadenti tra via Pozzillo, via Piana, via Scafa a completamento di quella esistente

-          Trasporto a discarica dei materiali di risulta

-          Riqualificazione ambientale del tratto ricadente a cavallo tra via Scafa e via Fuceta consistente nel ripristino del percorso pedonale e delle opere di ingegneria naturalistica presenti con pulizia e rifacimento della staccionata

-          Individuazione e mappatura dei sottoservizi con georadar da realizzare su un tratto di 500 metri

-          Numero nove attraversamenti pedonali in asfalto stampato.

"Gli interventi previsti oltre che risolvere carenze non più tollerabili della rete fognante – dichiara l'Assessore Giovanni Liverini – miglioreranno alcune aree del paese anche dal punto di vista urbano e ambientale. Resteranno, tuttavia, per il completamento dell'intera rete fognante ancora alcuni tratti da migliorare e alcuni tratti da realizzare situati in quelle zone del paese ove più recentemente vi è stata urbanizzazione. Al riguardo finora è stata prodotta una specifica progettazione da parte della GESESA; si auspica di poter ottenere quanto prima un finanziamento in grado di sostenere la progettazione pari a circa 3 milioni di euro".    

 

Comunicato stampa n.41 del 30/04/2013

   Oggetto: Il Sindaco Pasquale Carofano incontra l'Impresa Minieri S.p.A.

Nei giorni scorsi si è svolto, presso la Casa Comunale, l'incontro tra i vertici dell'impresa Minieri s.p.a. e il Sindaco di Telese Terme e Presidente del Consorzio Idrotermale, Pasquale Carofano, incontro richiesto da quest'ultimo per capire quali siano le ragioni dell'attuale sofferenza dell'azienda e come sia possibile superarla, per poter garantire, da un lato, i lavoratori nelle loro legittime istanze e, dall'altro, assicurare un regolare andamento della stagione estiva del parco termale.

Nel corso della riunione  – alla quale hanno partecipato il Presidente della Società Costanzo Jannotti Pecci e il Consigliere Delegato per le relazioni Industriali Alfredo Minieri -  il Sindaco Pasquale Carofano, riconoscendo lo stato di crisi generale che coinvolge profondamente anche il settore termale ed alberghiero, ha condiviso e fortemente sostenuto la necessità di mettere in campo ogni sforzo, anche con il sostegno dell'Amministrazione Comunale, al fine di poter garantire la tenuta delle attività termali, grande risorsa della città di Telese Terme.

Al riguardo, il Sindaco ha preso atto dell'ampia disponibilità manifestata da parte dell'Impresa, riconfermata dal Presidente Jannotti Pecci, che ha assicurato che la stagione termale non subirà alcun ritardo nell'apertura, che, come ogni anno, partirà regolarmente il prossimo 6 maggio.

E' stata condivisa la necessità di compiere ogni sforzo affinché  gli effetti negativi del momento congiunturale non ricadano sulle maestranze  delle Terme, verso i quali l'Azienda ha mostrato sempre attenzione, cercando di minimizzare, per quanto possibile, le ricadute socio-occupazionali dell'obiettiva situazione di difficoltà.

In particolare il Sindaco Carofano, pur consapevole delle oggettive  criticità,  ha fortemente sensibilizzato i vertici dell'Impresa affinché ai lavoratori stagionali sia assicurato un periodo di occupazione che consenta loro di poter percepire l'indennità di disoccupazione.

L'Impresa Minieri, sul punto, ha assicurato la sua massima disponibilità compatibilmente con quello che sarà  l'andamento della stagione.

I vertici aziendali, poi, consapevoli delle preoccupazioni, che hanno determinato l'immediato e comprensibile intervento del Sindaco Carofano, si sono impegnati a tenerlo adeguatamente informato sulla evoluzione della situazione e sull'andamento del confronto già avviato nelle sedi proprie, rendendosi disponibili ad un esame congiunto con l'Amministrazione Comunale per l'individuazione di possibili iniziative per attenuare gli effetti della crisi che, allo stato, non sembra prossima ad essere superata come si rileva da situazioni di altri territori che, in questa fase di avvio della stagione 2013, registrano anche casi di mancata apertura degli stabilimenti termali.

In relazione, infine, alla situazione di crisi che sta interessando più specificatamente il Grand Hotel Telese, il prof. Alfredo Minieri ha assicurato il Sindaco Carofano sull'impegno a ricercare ogni possibile soluzione per un piano di sostenibilità economico-finanziaria della gestione alberghiera, con l'esigenza comunque di contenere quanto più possibile gli effetti negativi per i lavoratori.

 

Comunicato stampa n.40 del 30/04/2013  

 Oggetto: congratulazioni al Ministro on. Nunzia De Girolamo

Il Sindaco di Telese Terme Pasquale Carofano e l'Amministrazione Comunale nel congratularsi con l'on. Nunzia De Girolamo per la sua nomina a Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Le  augurano un proficuo lavoro in un settore che necessita di una politica di programmazione e di investimenti per far sì che torni ad essere elemento trainante dell'economia nazionale.

 Comunicato stampa n.39 del 30/04/2013

 Oggetto: Consegna attestati Volontari Protezione Civile

In una sala goccioloni delle Terme gremita dai volontari della Protezione Civile ma anche da tanti cittadini che hanno testimoniato con la loro presenza l'interesse per il Gruppo Comunale dei Volontari di Protezione Civile, sabato 27 aprile, sono stati consegnati i tesserini e gli attestati a coloro che hanno partecipato ai corsi e sostenuto l'esame finale.

Grande soddisfazione è stata espressa dall'Assessore con delega alla Protezione Civile Carmine Covelli che ha ripercorso le tappe del percorso compiuto dal gruppo comunale in sinergia con il Gruppo di Protezione Civile di Benevento.

Anche il Sindaco Pasquale Carofano ha voluto complimentarsi con i 40 nuovi Volontari e ha posto l'accento sull'importanza della Protezione Civile nelle situazioni di emergenza ma anche in occasione di manifestazioni per coadiuvare organizzatori nel prestare assistenza ai visitatori. Infine ha confermato la concessione al Gruppo comunale dei locali situati presso l'ex campo sportivo di Viale Europa.

Il Responsabile del Gruppo comunale Rinaldo Uccellini ha preannunciato l'inizio nei prossimi giorni del Corso SAF e ha rivolto un appello ai presenti a partecipare e ad ampliare il gruppo di volontari.

Il presidente del Gruppo di Benevento Aniello Petito ha dapprima elogiato il Sindaco e l'Amministrazione Comunale per aver fortemente incoraggiato la formazione di un gruppo comunale e infine ha provveduto alla consegna dei tesserini e degli attestati non senza aver dato appuntamento nei prossimi giorni nella nuova sede.   

 

Comunicato stampa n.38 del 26/04/2013

 Oggetto: Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile

Sabato 27 aprile 2013 presso la sala Goccioloni delle terme di Telese alle ore 17.00 si terrà un Convegno dei Volontari della Protezione Civile nel corso del quale verranno consegnati a tutti coloro che hanno partecipato ai corsi di formazione i tesserini che li qualificano come Volontari Effettivi. 

I corsi, ricordiamo, hanno permesso  ai volontari di acquisire le  giuste conoscenze e competenze per poter svolgere attività di Protezione Civile e compiere azioni di monitoraggio sul territorio.

Al riguardo l'Assessore Carmine Covelli ha dichiarato: "Si concretizza così l'ambizioso progetto fortemente voluto dall'Amministrazione Comunale. La nostra città, finalmente, può contare su un gruppo di Volontari dalle diverse professionalità ed esperienze opportunamente formati dall'attento addestramento da parte dei colleghi Volontari di Benevento coordinati dal Presidente Petito. L'auspicio è quello di iniziare da oggi una fruttuosa collaborazione tra Amministrazione, Cittadini e Volontari al fine supportare, in ogni occasione, la macchina comunale."

È previsto, a breve, un altro ciclo di corsi per formare i nuovi iscritti e corsi di specializzazione ad hoc di 'primo soccorso' e 'SAF - Soccorso Alpino e Fluviale'. In tempi brevi anche l'approvazione del Nuovo Piano Comunale di Protezione Civile, quale supporto alla gestione di eventuali emergenze.

Al convegno prenderanno parte il Sindaco di Telese Terme Pasquale Carofano, l'Assessore alla Protezione Civile Carmine Covelli, il Responsabile dei Volontari Protezione Civile Telese Terme Rinaldo Uccellini e il Presidente Volontari Protezione Civile Benevento Aniello Petito.

Nel corso dell'incontro sarà ufficializzata la concessione in comodato d'uso gratuito all'Associazione Volontari Protezione Civile dei locali di proprietà comunale situati presso l'ex campo sportivo in Viale Europa.

 

Comunicato stampa n.37 del 24/04/2013

Oggetto: Lavori di riqualificazione – pubblica illuminazione

Come anticipato nel comunicato stampa n.36/2013 vengono resi noti ulteriori e più completi dettagli relativi all'intervento di riqualificazione dell'impianto di pubblica illuminazione in corso su via Roma.

E' prevista la sostituzione di tutti i pali di via Roma e della piazzetta G.Romano con nuove lampade al risparmio energetico, che forniranno una migliore illuminazione all'intera strada.

E' stato calcolato un risparmio di circa 4.000,00 euro l'anno.

Il bando di gara espletato con la procedura dell'offerta migliorativa ha consentito di avere ulteriori prestazioni dalla società vincitrice dell'appalto. In particolare la ditta si è obbligata ad eseguire i seguenti lavori aggiuntivi.

Su via Caio Ponzio Telesino, via Colombo e via Turistica del lago sarà effettuata la sostituzione delle 49 armature esistenti con nuove armature più funzionali e con lampade di sodio di 150 watt.

Sarà effettuata altresì la manutenzione dei relativi sostegni.

Nelle traverse di via Roma vi sarà il completamento dell'impianto con il montaggio di un numero di punti luce indicato a fianco di ciascuna delle seguenti strade:

via Chianciano n.1 – via Fiuggi n.1 – via Salsomaggiore n.1 – via San Pellegrino n.1 – via Montecatini n.1 – via Riccardi n.3 – via Del Boario n.1 – via Petrarca n.1 – via Sabino n.1 – via Caserta e via Benevento n.7 – via Napoli n.1 –

Al quadrivio è prevista la sostituzione del palo triplo e del paolo doppio.

Il termine dei lavori è previsto per il 2 agosto 2013.

I pali vecchi, sostituiti, verranno dopo una verifica e manutenzione, utilizzati per implementare l'illuminazione, ancora mancante, in alcune zone del paese.

L'Assessore Giovanni Liverini al riguardo ha dichiarato: " La pubblica illuminazione in questi ultimi anni è migliorata nettamente, come è sotto gli occhi di tutti, grazie ad una attenta e scrupolosa opera di manutenzione ordinaria.  Auspico che con il completamento dell'intervento in corso d'opera le legittime aspettative dei cittadini  possano essere pienamente soddisfatte".

 

     

 

 Comunicato stampa n.36 del 20/04/2013

 Oggetto: Realizzazione di lavori pubblici

Si comunica che da pochi giorni hanno preso il via due importanti lavori pubblici.

Il primo riguarda un intervento di riqualificazione degli impianti di pubblica illuminazione con applicazione di tecnologie per il risparmio energetico. Esso è destinato a migliorare la qualità dell'illuminazione sull'intera via Roma e ad integrare nelle traverse collegate alcuni punti luce tuttora mancanti.

L'importo dei lavori da eseguire ammonta a 350.000 euro circa.

L'impresa vincitrice dell'appalto è la "Azzurra Sannio" srl.

Il secondo intervento concerne il potenziamento e l'adeguamento della rete fognante.

I lavori saranno realizzati su più strade della cittadina, compreso le zone più periferiche come la Piana di Telese e la zona di Via Scafa.

E' previsto nel corso degli interventi la chiusura delle strade interessate con traffico consentito solo ai residenti con modalità che saranno concordate.

L'importo dei lavori ammonta a circa 840.000 euro.

L'impresa vincitrice dell'appalto è la "Idroambiente" srl.

E' occasione questa per comunicare altresì che i lavori di rifacimento dell'ex piazzetta mercato oggi Piazza della Civiltà Sannitica sono stati riavviati da qualche settimana.

Il Sindaco al riguardo ha dichiarato: "Esprimo la mia soddisfazione per l'avvio di importanti lavori per il territorio telesino, auspicando che possano essere velocemente portati a compimento. L'Assessore Giovanni Liverini nei prossimi giorni fornirà illustrazioni di dettaglio sulle opere appena avviate". 

 

 Comunicato stampa n.35 del 19/04/2013

Oggetto: IL CASO EMBLEMATICO DELL'ISOLA ECOLOGICA

La vicenda dell'isola ecologica rappresenta un caso emblematico di cattiva gestione amministrativa, le cui conseguenze sono cadute sulla nostra Amministrazione e, purtroppo, anche sui cittadini. Dopo circa due anni di contenzioso, il responsabile dell'Ufficio tecnico comunale, ing. Maurizio Perlingieri, è riuscito a far valere le nostre ragioni, sovvertendo un iter che fino a questo punto ci aveva visti soccombere su tutta la linea: revoca del contributo regionale pari a € 200.000; anticipo di pagamento, con fondi comunali, di oltre 30.000 euro, alla ditta esecutrice, che intanto ci aveva chiamati in giudizio; cessione del credito, da parte della stessa ditta, ad una banca; pagamento delle spettanze per progettazione e direzione lavori.

«Come se ciò non bastasse, per circa due anni, e fino al deposito della relazione del consulenze tecnico nominato dal Tribunale di Benevento, non potevamo metter mano al cantiere ed avviare le attività dell'isola ecologica. Par questi motivi, non abbiamo potuto nemmeno utilizzare le risorse messe a disposizione da Consorzi nazionali di filiera, nell'ambito degli accordi da essi sottoscritti con la Provincia di Benevento, per fare dell'isola ecologica una vera e propria ecostazione, cioè una struttura in grado accogliere anche la cittadinanza e attuare forme innovative di gestione delle parti differenziate dei rifiuti urbani».

Contro l'impresa esecutrice dei lavori, il consulenze del tribunale ha riconosciuto al Comune di Telese Terme un danno superiore a € 300.000, stabilendo la verità dei fatti e mettendoci nelle condizioni di guardare con maggiore serenità al futuro, almeno in riferimento gestione dei rifiuti. Ringrazio il responsabile dell'Ufficio tecnico, ing. Maurizio Perlingieri, per il lavoro che sta svolgendo con competenza e abnegazione, segnando significativi risultati per la comunità».

Le prossime azioni saranno le seguenti:

 

a)      Avvio dei lavori di completamento e adeguamento, onde rimediare a quanto non eseguito dalla ditta appaltatrice. Il progetto è pronto e sarà coperto con fondi comunali;

 

b)      Riconoscimento, per l'isola ecologica, di determinati codici CER, onde ricevere tutte le autorizzazioni necessarie ad avviare le attività;

 

c)       Avvio dell'ecostazione, utilizzando le risorse messe a disposizione dai Consorzi di filiera tramite la Provincia di Benevento.

«Questo percorso ci porterà a raggiungere un ambizioso traguardo: migliorare i servizi senza alzare i costi. Infatti il Comune di Telese Terme, grazie all'ecostazione, potrà incassare direttamente i proventi della vendita del materiale, che dal 2015 dovrà anche corrispondere a determinati criteri qualitativi. Riguardo ai livelli quantitativi, pare utile ricordare che all'insediamento dell'Amministrazione Carofano la raccolta differenziata era al 25%, e che essa si è chiusa al 31 dicembre 2012 al 69%. Insomma, mi pare che un po' di risultati li stiamo raccogliendo, anche perché ci aspettano ulteriori, importanti scelte».

NB: Si riportano ampli stralci delle conclusioni depositate dal CTU del Tribunale di Benevento

«SULLA DIFFORMITA' DELLE OPERE ESEGUITE RISPETTO AL PROGETTO APPROVATO:

Si è evidenziato che non è mai stato sottoscritto, tra la Stazione Appaltante e l'impresa affidataria, l'atto aggiuntivo riguardante i lavori previsti dalla perizia di variante approvata con Deliberazione di Giunta Comunale n°266 del 25.11.2008. Confrontando il computo metrico del progetto di variante approvato con la contabilità redatta dalla direzione lavori in data 29.05.2009 emergono alcune discordanze rispetto alle previsioni di progetto. Tali discordanze sono evidenti in quanto: a) non vengono realizzate alcune categorie di lavori previste in progetto; b) alcune categorie di lavori previste in progetto vengono realizzate applicando prezzi diversi da quelli contrattualmente definiti. A solo titolo esempio si è evidenziato che:

1) la prevista tettoia in ferro riportata nella macrovoce 8 del computo metrico approvato non viene realizzata. E, ciò, in mancanza di autorizzazione da parte della Stazione Appaltante;

2) la prevista pesa a ponte riportata nella macrovoce 9 del computo metrico approvato riporta un costo di €.10.306,31. A seguito del ribasso del 29,884% offerto dall'impresa affidataria in sede di gara detto costo viene contrattualmente definito in €.7.226,37. Nella contabilità dei lavori eseguiti redatta dalla direzione lavori, la pesa a ponte assume un costo di €.13.308,15 e, ciò, senza alcuna apparente giustificazione e in mancanza di autorizzazione della Stazione Appaltante.

3) I previsti locali servizi riportati nella macrovoce 11 del computo metrico approvato riportano un costo di €.4.312,82. A seguito del ribasso del 29,884% offerto dall'impresa affidataria in sede di gara detto costo viene contrattualmente definito in €.3.023,98. Nella contabilità dei lavori eseguiti redatta dalla direzione lavori, i locali servizi assumono un costo di €.5.817,09 e, ciò, senza alcuna apparente giustificazione e in mancanza di autorizzazione della Stazione Appaltante.

Per quanto accertato, lo scrivente ritiene che la contabilità dei lavori eseguiti, redatta dalla direzione lavori, manifesta profili di illegittimità poiché redatta in violazione dell'articolo 159, comma 1, e succ. e articolo 160, comma 1, e succ. del D.P.R. 554/1999 allora vigente. Il certificato di pagamento che doveva essere emesso dal R.U.P. (come previsto dall'articolo 169 del D.P.R. 554/1999 allora vigente) manifesta, di conseguenza, ulteriore profilo di illegittimità in quanto si certifica il pagamento di opere difformi dal progetto approvato e difformemente a quanto contrattualmente definito.

SULLA MANCATA E/O CATTIVA ESECUZIONE DELLE OPERE EFFETTIVAMENTE REALIZZATE:

Dalle verifiche condotte sui luoghi di accertamento emerge con tutta evidenza che alcune opere realizzate dall'impresa esecutrice non rispettano la regola d'arte o del buon costruire. In particolare si è accertato che:

- buona parte della recinzione in rete metallica, che delimita l'area della Stazione Ecologica, è risultata divelta ed aperta in due punti in quanto alcuni pali in legno che reggono la rete metallica non sono saldamente vincolati al terreno.

- l'impianto di illuminazione dell'area, costituito da n°5 pali metallici con sovrastanti armature e da una rete di tubazioni interrate in PVC per consentire il passaggio dei cavi, non è collegato alla rete elettrica. Il cavo elettrico proveniente dall'apparecchiatura illuminante si ferma nella foratura metallica del palo dove andrebbe inserita la cassetta di derivazione da palo anch'essa mancante. L'impianto di messa a terra del palo di illuminazione, ove presente, è incompleto e non realizzato a regola d'arte.

- la casetta prefabbricata in legno oltre che difforme alle previsioni di progetto è mancante, al suo interno, delle previste partizioni. Non è stata realizzata la pavimentazione che doveva estendersi anche nella zona esterna di spiazzo e non è stata realizzato alcun impianto tecnologico (elettrico, idrico e sanitario).

- la pesa a ponte presenta i pannelli superiori di chiusura in parte smontati. Non è stato rinvenuto alcun impianto elettrico con quadro di comando e di manovra e, pertanto, non è stato possibile verificare il suo funzionamento.

- la piattaforma sopraelevata è stata realizzata in rilevato e il materiale di riempimento è contenuto dalle pareti in cemento armato. La pavimentazione del piazzale sopraelevato, realizzata con rete elettrosaldata e calcestruzzo di spessore variabile da cm. 8 a 10, in più punti è lesionata con evidenti segni di dissesto e/o di cedimento. Dai sondaggi praticati nella pavimentazione si può osservare che il sottostante materiale utilizzato per il riempimento non è idoneo allo scopo e non è stato compattato prima della formazione della pavimentazione in calcestruzzo. Le acque meteoriche infiltratesi attraverso il calcestruzzo hanno provocato un assestamento del sottostante materiale di riempimento determinando il galleggiamento di quasi tutta la pavimentazione di calcestruzzo. Allo stato, la piattaforma sopraelevata non può essere percorsa dai pesanti mezzi di trasporto.

- le ringhiere in ferro della piattaforma sopraelevata e delle rampe di accesso ed uscita non sono verniciate e sono trattate solo con antiruggine. Per dette ringhiere in ferro si è verificato che non sono stati realizzati i fori per i saliscendi degli appositi settori apribili.

- le caditoie in calcestruzzo atte alla raccolta e smaltimento dell'acqua piovana proveniente dal piazzale sopraelevato sono parzialmente dotate di telai e griglie metalliche.

- non è stato rilevato l'impianto idrico previsto in progetto.

- non è stata rilevato l'impianto antincendio previsto in progetto e mancano i due gruppi motopompa. Nella Tavola G-9 del progetto i due gruppi dovevano essere posizionati in adiacenza al casotto prefabbricato di legno e in prossimità della rampa di discesa della piattaforma sopraelevata.

- l'impianto fognario è difforme da quello previsto in progetto sia per quanto riguarda il numero e il posizionamento dei pozzetti sia per quanto riguarda le tubazioni.

SULLA QUANTIFICAZIONE DEI DANNI E DELLE CAUSE RELATIVI ALL'OGGETTO DELLA VERIFICA:

In ordine alla quantificazione dei danni e delle cause relative all'oggetto della verifica il sottoscritto consulente, per quanto accertato, ritiene che l'anomala procedura del pubblico appalto, la condotta dei relativi lavori e l'esecuzione degli stessi, in parte non eseguiti a regola d'arte e in parte non realizzati, hanno determinato per la Stazione Appaltante un danno che può così essere individuato e determinato:

1) danno derivante dalla mancata o non corretta esecuzione di alcune opere che, invece, la direzione lavori ha in parte contabilizzato per eseguite e in parte realizzate a regola d'arte. Queste opere, con la redazione degli atti contabili e l'emissione del certificato di pagamento, sono state illegittimamente liquidate all'impresa affidataria. Per quanto emerso dall'accertamento il sottoscritto consulente ritiene che per completare e collaudare la Stazione Ecologica Integrata è indispensabile procedere:

a) nella demolizione e nel rifacimento di alcune opere non realizzate a regola d'arte;

b) nel completare quelle opere parzialmente eseguite;

c) nel realizzare quelle opere previste nell'appalto a corpo che, invece, non sono state eseguite.

Per quantizzare questo danno lo scrivente ha utilizzato come strumento di riscontro il progetto di variante approvato con delibera di G.C. n°266 del 25.11.2008 e redatto un computo metrico dei lavori necessari per completare la Stazione Ecologica Integrata e renderla collaudabile. Tale computo metrico, il cui importo ascende ad €.89.848,18 oltre IVA al 10% , è stato redatto sulla base dei prezzi del prezzario Opere Pubbliche della Regione Campania vigente dell'anno 2011 [...].

2) danno derivante dal maggior costo che la Stazione Appaltante dovrà sostenere per rendere l'opera pubblica collaudabile sotto il profilo tecnico e amministrativo. Questi costi sono rappresentati dall'incarico professionale per la redazione di una perizia tecnica relativa alle opere di completamento, dall'incarico professionale di direzione lavori, dall'incarico professionale di coordinatore della sicurezza sia nella fase di progettazione che in esecuzione, dalle spese per la procedura di una nuova gara d'appalto, dal maggior costo delle opere di completamento per gli incrementi di prezzo dovuti ai materiali, mano d'opera e noli; dall'incarico professionale per il collaudo tecnico-amministrativo dell'intera opera.

Per quantizzare questo maggior costo lo scrivente ha preso in esame il quadro economico del progetto di variante, approvato con deliberazione di Giunta comunale n°266 del 25.11.2008, ove è indicato un costo per spese tecniche (progettazione, direzione lavori, sicurezza, ecc.) pari a €.18.500,00. Detto importo corrisponde ad un'aliquota percentuale del 15,49% calcolata sull'importo totale dei lavori previsti pari ad €.119.398,42. Applicando la stessa aliquota percentuale sul totale dei lavori di completamento già stimata in €.89.848,18 si ottiene un costo per spese tecniche pari ad €.13.917,48 oltre IVA e CNAPAIA.

3) danno derivante dalla perdita del finanziamento pubblico. Dall'esame della documentazione relativa al pubblico appalto è emerso che la Giunta Regionale della Campania, con decreto dirigenziale n°135 del 24.11.2009, ha revocato il finanziamento di €.200.000,00 già concesso al Comune di Telese Terme con decreto dirigenziale n°1378 del 04.12.2008. Dall'esame del decreto di revoca si evince che non è stato adottato alcun atto di liquidazione e il Beneficiario Finale non ha presentato alcuna spesa certificabile sul P.O.R. 2000/2006 ,  e ciò in quanto non sono mai stati redatti ed approvati la relazione sul conto finale ed il certificato di regolare esecuzione».

 

Comunicato stampa n.34 del  19/04/2013   

   Oggetto: Concorso "Balconi in...fiore" IX edizione

Al via la nuova edizione del concorso "Balconi in...fiore" che quest'anno si avvale della collaborazione degli studenti dell'IIS Telesi@ ai quali è stato affidato il compito di fotografare le composizioni floreali e di raccogliere l'intera documentazione che sarà poi esaminata dalla commissione giudicatrice che provvederà  a stilare la graduatoria di merito.

La novità di questa IX edizione è data dalla anticipazione del periodo di svolgimento del concorso. Infatti i partecipanti hanno tempo fino a lunedì 20 maggio per presentare la domanda di partecipazione che può essere ritirata presso l'ufficio Protocollo del Comune oppure scaricata dal portale www.comune.teleseterme.bn.it nella home page sezione "concorso balconi in...fiore".

La consegna può essere fatta al protocollo del Comune oppure inviata tramite posta elettronica al seguente indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La commissione premierà i primi 3 classificati ma, come sempre, a tutti i partecipanti sarà consegnato un dono realizzato in ceramica artigianale.

La premiazione dei vincitori avverrà, come da consolidata tradizione, il giorno 15 agosto 2013 nel parco delle terme al termine della Messa celebrata da S.E. Mons. Vescovo Michele De Rosa.

Riguardo alla anticipazione dei tempi rispetto alle edizioni precedenti, l'Assessore allo Spettacolo e alle Manifestazioni Carmine Covelli ha precisato che "si tratta di una scelta effettuata proprio per dare la possibilità ai ragazzi dell'IIS Telesi@ di poter collaborare alle varie fasi del concorso prima della chiusura delle scuole. Un grazie alla Dirigente dott.ssa Domenica Di Sorbo sempre disponibile a coinvolgere il suo Istituto Scolastico in iniziative promosse dal Comune e grazie agli studenti che daranno un contributo determinante per il successo della manifestazione".

 

Comunicato stampa n.33 del  18/04/2013

 Oggetto: TARSU. Ulteriori precisazioni

Nonostante le precisazioni fatte dalla Casa Comunale per rassicurare i cittadini, l'intervento di Capasso purtroppo impone di ritornare nuovamente sull'argomento, affinché la chiarezza di informazioni non venga compromessa.

Si ribadisce, pertanto, integralmente quanto già detto nel precedente comunicato.

La cosa più importante che comunque va rimarcata è che la TARSU non ha subito alcun aumento per i cittadini.

Il gettito tributario derivante dalla TARSU che poi è cresciuto come detto dall'ex assessore è vero.

Tale maggior gettito, va specificamente precisato, è cresciuto sia per un maggior numero di contribuenti dovuto all'aumento demografico del paese, sia grazie all'emersione di ulteriore base imponibile avutasi a seguito del condono.

Si precisa infine che questa Amministrazione ha già proceduto, qualche mese fa, ad effettuare una gara pubblica per l'affidamento del servizio sulla raccolta rifiuti.

Purtroppo la gara è stata annullata in quanto in sede di verifica veniva accertato che uno die due partecipanti non era in possesso dei prescritti requisiti, determinando una condizione di non validità del bando, che prevedeva la presenza minima di almeno due concorrenti con i requisiti richiesti.

Al riguardo il Sindaco Pasquale Carofano ha dichiarato: " A me sembra che l'intervento di Capasso porta nel dibattito più confusione che chiarezza.

Le cose da fare al riguardo sono ben chiare a questa Amministrazione.

Si procederà in primis a rendere quanto meno pesante possibile la cosiddetta TARES che sostituisce la TARSU. La nuova tassa imposta dal Governo centrale prevede nuovi oneri a carico dei cittadini.

Pensiamo al riguardo di utilizzare quel maggior gettito registratosi nel 2012 per far rimanere al minimo le nuove aliquote TARES.

Quanto all'IMU stiamo lavorando per creare le condizioni che possano consentire sensibili riduzioni sulla prima casa, finanziando il minor gettito anche con risparmi su altre voci di bilancio.

Va poi detto che, dopo decenni di inerzia, è stata questa Amministrazione per la prima volta ad avviare una iniziativa di regolarizzazione del servizio di raccolta rifiuti con l'emanazione di un bando di gara.

Purtroppo dopo l'annullamento della gara non imputabile all'Ufficio Tecnico, la stessa non è stata riproposta per il maturare di eventi che hanno aperto nuove prospettive. Si sta lavorando oggi, infatti, ad una gara unica tra i Comuni della istituenda Città Telesina per far sì di poter conseguire un maggior risparmio di spesa a tutto vantaggio dei cittadini.

Evito per adesso qualsiasi polemica con chi ha inteso porsi al di fuori delle responsabilità".    

 

Comunicato stampa n.32 del 17/04/2013

Oggetto: Cartelle pagamento TARSU

Le cartelle di pagamento TARSU, in fase di notifica da parte di Equitalia, stanno creando un diffuso malumore tra i cittadini-contribuenti.

Per questo motivo appare utile fare chiarezza e rassicurare la cittadinanza su alcuni aspetti.

La tassa che i cittadini sono tenuti a pagare non ha subito alcun aumento.

La riscossione è affidata da sempre a Equitalia che per il servizio prestato percepisce una provvigione, che non è mai mutata.

L'unica novità rispetto agli anni precedenti è consistita nel fatto che si è proceduto direttamente con la notifica della cartella di pagamento, evitando il previo invio dell'avviso bonario che comunque aveva un costo seppur inferiore.

La nuova modalità di riscossione rendendo più agile la procedura ha consentito il vantaggio al contribuente di poter pagare in quattro rate anziché in due.

Con la nuova procedura comunque il contribuente è rimasto gravato di maggiori spese postali per poco più di cinque euro.

Il Sindaco Pasquale Carofano al riguardo ha dichiarato: " Di questi tempi anche un esigua somma di cinque euro addebitata al cittadino pesa molto. Per questo motivo si sta pensando di passare ad una gestione diretta della TARSU affinché tutte le spese afferenti la gestione esterna, come quella attuale, possano essere eliminate a tutto vantaggio del contribuente.Inoltre per andare incontro ai cittadini in un momento così critico si sta procedendo a verificare la possibilità di poter abbassare sensibilmente l'IMU sulla prima casa".

 

Comunicato stampa n.31 del 16 /04/2013

 Oggetto: Sindaci della Città Telesina sulla questione dei turni notturni del 118  


I Sindaci della Città Telesina Pasquale Carofano (Telese Terme), Alessandro Di Santo (Castelvenere), Antonio Santonastaso (Solopaca), Giuseppe Di Cerbo (Amorosi) e il Commissario straordinario del Comune di San Salvatore Telesino Olimpia Cerrato hanno indirizzato una comunicazione al Direttore Generale dell'ASL Bn1 Michele Rossi, al Direttore Sanitario Gelsomino Ventucci e al direttore del Distretto di Telese Terme Anna Maria Giangregorio in merito alla disposizione che autorizza l'effettuazione dei turni notturni del 118 senza la presenza dei medici.

In allegato la lettera. 

 

Comunicato stampa n.30 del 16/04/2013

 Oggetto:  Richiesta di incontro urgente con i vertici dell'azienda termale

Le recenti notizie apparse sulla stampa riguardanti difficoltà gestionali del Grand Hotel Minieri e delle Terme di Telese non poche preoccupazioni hanno destato all'Amministrazione Comunale.

Per tale motivo il Sindaco Pasquale Carofano ha chiesto un incontro urgente con i vertici dell'azienda termale e in particolare con il Presidente Costanzo Jannotti Pecci.

Si tratta di capire, infatti, quali siano oggi le sofferenze dell'azienda e come sia possibile superarle per poter garantire i lavoratori nelle loro legittime istanze ed assicurare nel contempo un regolare andamento della stagione estiva del parco termale.

 

 Comunicato stampa n.29 del 12/04/2013

      Oggetto:  incontro Sindaci della Città Telesina e GAL Titerno

Ieri 11 aprile 2013 i Sindaci dei Comuni della Città Telesina hanno incontrato  lo staff dirigenziale del GAL Titerno. Hanno preso parte all'incontro Pasquale Carofano (Telese Terme), Giuseppe Di Cerbo (Amorosi), Alessandro Di Santo (Castelvenere), Antonio Santonastaso (Solopaca). Per il Comune di San Salvatore Telesino ha partecipato la dott.ssa Nicolina Columbro, Segretaria dell'ente, che ha portato i saluti del Commissario straordinario dott.ssa Olimpia Cerrato. Per il GAL erano presenti il Presidente, Antonio Ciabrelli, l'Amministratore delegato, Elio Mendillo, e il Consigliere Pasquale Massaro. Era inoltre presente il Coordinatore del Programma LEADER, Nicola Ciarleglio.

L'incontro è stato convocato per discutere della misura n. 313 del PSR 2007-2013, "Incentivazione di attività turistiche", per la quale il GAL si appresta ad emanare apposito bando, rivolto ai 15 comuni soci. Le risorse disponibili ammontano a € 750 mila.

La misura vuole promuovere lo sviluppo socioeconomico duraturo e sostenibile dei territori rurali. In tale ottica l'offerta turistica deve essere principalmente orientata alla promozione e valorizzazione delle risorse ambientali, architettoniche, storico-culturali e produttive delle aree rurali attraverso l'armonizzazione e l'integrazione con altri programmi di sviluppo locale, perseguendo obiettivi comuni di sviluppo individuati su scala territoriale. Gli obiettivi specifici sono così sintetizzabili:  accrescere l'attrattività delle aree rurali;   valorizzare le risorse naturali, architettoniche e culturali delle aree rurali rendendole attrattori turistici;  innescare processi di sviluppo sostenibile integrato;  promuovere la conoscenza dei prodotti di qualità del territorio;  promuovere l'offerta turistica del territorio a livello nazionale e internazionale; realizzare infrastrutture informative a supporto della promozione e della valorizzazione del territorio;  incoraggiare l'adozione e la diffusione delle Tecnologie di Informazione e Comunicazione (TIC) per la promozione e il marketing territoriale.

In tale contesto, il GAL si farà carico di coordinare le idee progettuali che perverranno dalle singole amministrazioni, in modo che l'offerta complessiva risulti razionale e integrata, eviti irrazionali sovrapposizioni e, al contrario, si caratterizzi come proposta unitaria del sistema territoriale. Naturale deve essere il coordinamento con i Comuni della Città dei Sanniti, ma anche con quelli che non fanno parte di alcuna unione (Ponte e Pontelandolfo) o fanno parte di altri Gal (Solopaca). Le amministrazioni a breve dovranno individuare le loro proposte, unitamente al personale interno che si occuperà delle procedure, con il sostegno tecnico del GAL.

Di rilevante importanza la valutazione che è emersa durante i lavori: occorre che il coordinamento territoriale diventi sistematico metodo operativo, anche in vista delle nuove programmazioni europee. Proprio per questo il Sindaco di Telese Terme, a nome anche delle altre amministrazioni, ha ufficialmente chiesto al GAL di rendersi struttura tecnica di riferimento per l'elaborazione di una strategia territoriale di sviluppo, che consenta alla nascente Città Telesina di trovarsi pronta alle imminenti sfide programmatiche.

 

Comunicato stampa n.28 del 03/04/2013

Oggetto:  Portale istituzionale

Dopo la presentazione del nuovo portale del Comune di Telese Terme avvenuta il 7 giugno 2012 nell'ambito del convegno "Il Futuro è oggi. Il Comune a casa dei cittadini" è proseguito il lavoro secondo i criteri di accessibilità e usabilità della Legge Stanca.

Il provvedimento sancisce l'obbligo per le PA di creare siti accessibili a tutti gli utenti,  in particolare coloro che soffrono di disabilità, in modo da abbattere le cd. barriere virtuali e di evitare che il digital divide impedisca la fruizione dei servizi informatici offerti dalla Pubblica Amministrazione.

Il portale inoltre deve essere di facile navigazione anche da parte di chi dispone di computer con connessioni lente.L'usabilità invece deve garantire agli utenti di portare a termine l'obiettivo prefissato in modo corretto, efficiente e soddisfacente.

Il punto di partenza è stato il vecchio sito che aveva caratteristiche ormai non più rispondenti alle esigenze dei cittadini e il nuovo portale ha dovuto correggere queste criticità.

In una prima fase "la bussola della trasparenza dei siti web" predisposta dal Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione (URL: http://www.magellanopa.it/bussola/) per orientare e monitorare l'attuazione delle linee guida siti web nelle pubbliche amministrazioni, rilevava mediante il sistema delle faccine colorate alcune deficienze in merito soprattutto alle notizie presenti nella home page e nella sezione trasparenza.

In collaborazione con la società Alphasoft che fornito il nuovo portale del Comunale, l'ufficio che cura la comunicazione istituzionale ha provveduto a rivedere le stringhe di accesso per le notizie comunque presenti e non monitorate dalla "bussola della trasparenza" e a colmare le deficienze rilevate.

Il risultato estremamente lusinghiero è ora sotto gli occhi di tutti gli utenti.

Inserendo l'indirizzo del portale del Comune di Telese Terme (www.comuneteleseterme.gov.it) l'esito è completamente soddisfacente con le faccine tutte di colore verde che stanno a certificare che l'indicatore di riferimento è soddisfatto.

Si tratta di un lavoro svolto su indicazione degli Assessorati alla trasparenza e all'innovazione che comunque non si ferma qui; si rinnova altresì l'invito a tutti i cittadini di segnalare all'ufficio competente - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. -  eventuali criticità oppure di suggerire nuovi sviluppi.

 

 

 Comunicato stampa n.27 del 29/03/2013

 Oggetto:  auguri di Buona Pasqua del Sindaco Pasquale Carofano

"Formulo a tutti i cittadini di Telese Terme e alle loro famiglie gli auguri di una Buona Pasqua nella speranza che il profondo messaggio di pace e di fraternità che scaturisce da questa ricorrenza, raggiunga tutti i cittadini del mondo affinché, in questo periodo di forti tensioni e difficoltà, diventi lo strumento più efficace sulla strada del progresso e della pacifica convivenza.

Alla nostra comunità rinnovo l'impegno mio e di tutta l'Amministrazione Comunale di un maggiore ascolto delle esigenze dell'intera cittadinanza per supportare adeguatamente il percorso di crescita della nostra cittadina"

 Il Sindaco

(Pasquale Carofano)

Comunicato stampa n.26 del 27/03/2013

 Oggetto:  Raccolta frazione umida giorno di Pasquetta

Si comunica alla cittadinanza che lunedì 01 aprile 2013, giorno di Pasquetta, la raccolta della frazione umida sarà effettuata regolarmente, come da calendario, dal personale addetto al servizio.

 

Comunicato stampa n.25 del 21/03/2013     foto

Oggetto:  Educazione alla legalità economica

Questa mattina 21 marzo presso la Scuola Media "M.D'Azeglio" di Telese Terme il Comandante della Brigata della Guardia di Finanza di Solopaca luog. Giovanni Onofrio ha incontrato gli alunni delle classi III° nell'ambito del Progetto di educazione alla legalità economica, promosso dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e dalla Guardia di Finanza.

Presenti il Sindaco Pasquale Carofano e il dirigente dell'Istituto Comprensivo Luigi Pisaniello.

Dopo l'introduzione a cura del dirigente scolastico, il Sindaco ha rivolto il suo saluto ai numerosi ragazzi presenti sottolineando l'importanza di crescere nella cultura della legalità prestando attenzione ai piccoli gesti di vita quotidiana.

 "Ognuno di noi – ha aggiunto il Sindaco Carofano – può contribuire alla piena affermazione della legalità nel nostro Paese adottando comportamenti idonei ed esprimendo il proprio disappunto nei confronti di tutti quelli che non rispettano leggi e regole di convivenza democratica e civile.  Le nuove generazioni devono contribuire a rendere migliore un Paese che nei prossimi anni sarà affidato alle loro capacità di essere motore propulsore del cambiamento della società".   

Il luog. Onofrio ha richiamato l'attenzione sull'attività della Guardia di Finanza e si è affidato a dei video per affrontare temi delicati quali la lotta agli stupefacenti, alle merci e alla banconote false, all'evasione, ai grandi patrimoni delle eco-mafie.

Una giornata davvero interessante per gli alunni che, in chiusura, hanno posto delle domande al luog. Onofrio che ben volentieri ha interagito con loro dando anche dei consigli pratici su come riconoscere le banconote false, invitando i ragazzi a richiedere sempre lo scontrino fiscale e a non comprare merce contraffatta.

 Comunicato stampa n.24 del  13/03/2013

 Oggetto: Presentazione libro "Una vita dimezzata"

Venerdì 15 marzo 2013 alle ore 17.00 nella sala Goccioloni delle Terme l'Amministrazione Comunale di Telese Terme presenta il libro di Maria Rosaria Colicchio "Una vita dimezzata" .

Il libro è la commovente testimonianza di una madre che non solo racconta la terribile malattia che ha colpito sua figlia ma vuole combattere con tutte le sue forze affinché rimanga sempre alto il livello di attenzione per le persone che si trovano in uno stato vegetativo protratto e che hanno diritto e, sembra un vero paradosso sottolinearlo, di credere nella ricerca e nel riconoscimento della loro piena dignità di persone.L'incontro pertanto rappresenta una importante occasione per approfondire queste tematiche con l'intervento di medici che si occupano di neurologia riabilitativa e che faranno il punto sui risultati finora conseguiti come il caso clamoroso segnalato dallo scienziato inglese Owen del canadese Scott Routley che, in stato vegetativo da 12 anni,  nel novembre scorso avrebbe risposto, attraverso la risonanza magnetica cerebrale funzionale, ad alcune domande dei medici e avrebbe detto di non provare dolore.

Alla presentazione interverranno:

Ø  Pasquale Carofano – Sindaco di Telese Terme –

Ø  Patrizia Tanzillo – Consigliere con delega alla Cultura –

Ø  Tullio Furlan – presidente associazione "Amici dei Cerebrolesi" –

Ø  Bernardo Lanzillo – Direttore reparto Neurologia riabilitativa della Fondazione Maugeri –

Ø  Anna Estraneo – Responsabile Unità operativa "disturbi protratti della coscienza" della Maugeri –

Ø  Maria Rosaria Colicchio – autrice –

Modera: Antonio Giaquinto – Responsabile Comunicazione Comune di Telese Terme -   

 

Comunicato stampa n.23 del  12/03/2013

  Oggetto: incontro Sindaci "Città Telesina" con il commissario straordinario del Comune  di San Salvatore  Telesino          

Pochi giorni fa il Sindaco di Amorosi Giuseppe Di Cerbo, di Castelvenere Alessandro Di Santo, di Solopaca Antonio Santonastaso e di Telese Terme Pasquale Carofano hanno incontrato la dott.ssa Olimpia Cerrato, Commissario straordinario del Comune di San Salvatore Telesino.

L'iniziativa promossa dai Sindaci ha inteso porre all'attenzione della dott.ssa Cerrato la necessità di procedere alla gestione associata di alcune funzioni fondamentali che la Legge 135/2012 impone ai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti.

Al riguardo sono state illustrate al Commissario tutte le attività finora svolte dai 5 Comuni per il raggiungimento di tale finalità, non ratificate dal solo Comune di San Salvatore Telesino a causa dello scioglimento anticipato del suo Consiglio Comunale. La questione, giudicata di rilevante importanza, sarà tempestivamente approfondita dalla dott.ssa Cerrato che si è riservata di assumere le più pertinenti decisioni in merito.  Oggi, pertanto, i Sindaci si augurano che possa essere ripreso, al più presto, il percorso della costituenda Città Telesina, nonostante in merito si è dovuta registrare una battuta d'arresto per le dimissioni del Sindaco di San Salvatore Telesino. 

Comunicato stampa n.22 del  08/03/2013

 Oggetto:  Convocazione Consiglio Comunale  

Il Presidente dr. Michele Selvaggio ha convocato per il giorno 11 marzo 2013 alle ore 17.00 presso la sala Goccioloni nel Parco delle Terme una seduta di Consiglio Comunale per discutere sul seguente ordine del giorno:

Lettura e approvazione verbali precedenti sedute del 28.12.2012 e del 22.01.2013

Regolamento dei Controlli Interni. Approvazione.

 

Comunicato stampa n.21 del  07/03/2013

 Oggetto:  Studio di fattibilità tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery  

In attuazione degli adempimenti previsti dall'art.50 bis del Codice dell'Amministrazione Digitale (D.Lgs. n.235/2010), la Giunta comunale ha approvato la Relazione e lo Studio di Fattibilità tecnica per la Continuità Operativa e il Disaster Recovery. In tal modo, il Comune di Telese Terme è in grado di valutare le criticità che potrebbero determinare l'interruzione dei servizi istituzionali, pianificando soluzioni appropriate.

Lo Studio di Fattibilità Tecnica definisce il piano di continuità operativa (Disaster Recovery), mettendo in evidenza i risultati emersi nel percorso di autovalutazione eseguito secondo le linee guida messe a disposizione dall'Agenzia per l'Italia Digitale.

Al momento il Comune di Telese Terme gestirà la problematica in modo autonomo e con proprie risorse, sia dal punto di vista organizzativo sia da quello economico, ma in futuro si procederà a gestire il servizio in forma associata con altri enti, così come previsto dal Decreto Semplificazione dell'aprile 2012, attraverso il Centro Servizi Territoriale del Consorzio Sannio.it.

La Relazione illustra gli obiettivi complessivi che l'Amministrazione Comunale si propone di raggiungere in tema di digitalizzazione e innovazione tecnologica. Nella relazione trasmessa all'Agenzia per l'Italia Digitale viene pertanto evidenziato il percorso intrapreso per l'innovazione tecnologica dell'Ente. Gli obiettivi operativi assunti dal Comune di Telese Terme, e già in parte attuati, riguardano in via prioritaria:

1)      L'uso della rete per razionalizzare la spesa e migliorarne la trasparenza e l'efficacia,con particolare attenzione agli aspetti della sicurezza informatica, dei ruoli e delle responsabilità dei soggetti interessati;

2)      La dematerializzazione dei documenti e la loro gestione elettronica;

3)      La diffusione dell'impiego presso i propri dipendenti di servizi infrastrutturali avanzati;

4)      La cooperazione dei processi sia interni sia con altre amministrazioni.

5)      La protezione dell'ambiente e la prevenzione e gestione dei rischi.

La relazione, inoltre, evidenzia che attraverso il nuovo portale del Comune è possibile accedere ad una specifica sezione contenente la modulistica per l'attivazione di numerosi procedimenti amministrativi, all'Albo Pretorio online, al SUAP e all'area servizi e-government, dedicata a cittadini e imprese.

In merito il vice Sindaco con delega all'innovazione dichiara:

"Prosegue la linea di ammodernamento delle infrastrutture informatiche e miglioramento dei servizi ai cittadini. Si tratta di un'azione poco visibile ma indispensabile, iniziata con il rifacimento delle reti e la razionalizzazione dei contratti di fornitura dei servizi. Il nostro portale veniva classificato, negli anni passati, tra i meno trasparenti e funzionali dell'intera provincia. Le cose sono già cambiate radicalmente: tutti gli atti sono accessibili e ogni cittadino, oltre che visionarli, può fruire di  numerosi servizi on line che prima erano una chimera. I prossimi obiettivi riguardano la possibilità di pagare via web i servizi comunali e il miglioramento dell'interattività del sistema. Com'è ovvio, il contributo e le proposte dei cittadini saranno cosa gradita".

 

Comunicato stampa n.20 del  06/03/2013

Oggetto:  realizzazione sistema di videosorveglianza

Un ulteriore passo in avanti è stato compiuto nel complesso iter amministrativo concernente l'installazione di un sistema di videosorveglianza territoriale della città di Telese Terme.

Il R.O.O. del Ministero dell'Interno con nota dell'11 febbraio 2013, infatti, ha comunicato di aver approvato la procedura dell'incarico di progettazione affidato all'ATP Presutto-Iannotti.

A seguito di tale provvedimento ministeriale è stato possibile inviare il progetto esecutivo di videosorveglianza alla task force tecnologia del Ministero, che ora è chiamato alle valutazioni di propria competenza.

All'esito di tali valutazioni si procederà a cura dell'Ufficio Tecnico Comunale all'affidamento dei lavori.

Si ricorda che il progetto prevede l'installazione nei punti più sensibili della cittadina termale di 42 telecamere di cui 33 fisse e 9 brandeggiabili.

L'importo, interamente finanziato dai Fondi PON Sicurezza 2007-2013, per la realizzazione del Sistema di Sicurezza, è di  euro 300.000,00.      

Comunicato stampa n.19 del  05/03/2013

 Oggetto:  realizzazione rotatoria

In data 4 marzo 2013 la Giunta Comunale ha preso atto, senza rilevare alcun elemento ostativo, del progetto della Provincia di Benevento concernente la messa in sicurezza di alcuni incroci della cittadina termale mediante la realizzazione di rotatorie.

In particolare il progetto esecutivo esaminato dalla Giunta prevede la realizzazione di due rotatorie che interessano una l'incrocio della Strada Provinciale 87 con la Strada Provinciale 83, l'altra l'incrocio della Strada Provinciale 87 con la Strada Provinciale 85.

In questo modo saranno messe in sicurezza gli snodi stradali avanti il cimitero di Telese e quello nella zona di innesto di via Vomero con la strada Telese-Amorosi. Sarà, inoltre, dato un nuovo assetto all'attuale incrocio canalizzato posto a lato del cimitero e sarà realizzato il rifacimento del piano viabile e della segnaletica, della rotatoria esistente tra la Strada Provinciale 113 e la via comunale Vallo Rotondo. 

Il Consiglio Comunale prossimamente sarà convocato per l'approvazione dello schema di accordo bonario da sottoscrivere tra il Comune di Telese Terme e la Provincia di Benevento riguardante la cessione alla Provincia di Benevento in un'area di 500 m/q di proprietà comunale interessata dal progetto.

 

 Comunicato stampa n.18 del 01/03/2013

 Oggetto:   lettera dei Sindaci della Città telesina al Sindaco dimissionario Pasquale Izzo

Si trasmette in allegato la lettera che i Sindaci di Amorosi Giuseppe Di Cerbo, di Castelvenere Alessandro Di Santo, di Solopaca Antonio Santonastaso e di  Telese Terme Pasquale Carofano hanno indirizzato al Sindaco dimissionario di San Salvatore Telesino Pasquale Izzo.

lettera 

 Comunicato stampa n.17 del 01/03/2013  

   Oggetto:   congratulazioni al Generale dei Carabinieri Massimo Iadanza

Il Sindaco Pasquale Carofano ha indirizzato un telegramma di felicitazioni al Generale Massimo Iadanza, al quale nei giorni scorsi è stato conferito, dal Consiglio dei Ministri, il prestigioso incarico di vice Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri.

Il Generale Iadanza è nato a Telese Terme. Entrato nell'Arma ha ricoperto, nel corso degli anni, ruoli di responsabilità sempre più rilevanti, grazie al suo valido lavoro  e ai risultati conseguiti nel campo della sicurezza.

Questo il testo del telegramma inviato questa mattina dal primo cittadino di Telese Terme.

"A nome mio e dell'intera Amministrazione Comunale esprimo vive felicitazioni per il prestigioso  incarico conferitoLe dal Consiglio dei Ministri a Vice Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri.La cittadina di Telese Terme orgogliosa di tale riconoscimento, Le formula i migliori auguri di un proficuo lavoro". 

Comunicato stampa n.16 del 22/02/2013

 Oggetto:   Allerta meteo

Il Settore Programmazione Interventi di Protezione Civile sul Territorio della Regione Campania ha diramato oggi venerdì 22 febbraio 2013 un bollettino per le condizioni meteo avverse.

L'avviso sollecita una particolare attenzione, da venerdì 22 febbraio 2013 e per le successive 24 ore, in vista del possibile verificarsi dei seguenti fenomeni meteorologici per la zona di allerta 1-3-5-6-8  e per la zona di allerta 2-4-7.

Il Comune di Telese Terme rientra nella zona di allerta 4 relativamente alla quale sono previste:

Ø  Precipitazioni diffuse anche a carattere di moderato o forte rovescio o temporale;

Ø  Visibilità ridotta sulle zone montuose e, temporaneamente, durante le precipitazioni più intense.

Inoltre potrebbero verificarsi fenomeni locali di allagamento in pianura e possibilità di dilavamenti e/o consistenti smottamenti sui versanti, con possibili inneschi di colata di fango e/o frana, soprattutto nelle zone colpite dai fenomeni temporaleschi.

Possibili crisi nel reticolo idrografico dei bacini minori e nella rete di drenaggio urbano, con diffusi allagamenti in corrispondenza di punti singolari e/o di bassa pendenza, soprattutto nelle zone colpite dai fenomeni temporaleschi.

Il Sindaco Pasquale Carofano e l'Amministrazione Comunale invitano i cittadini a prestare attenzione alle notizie della Protezione Civile e ad adottare tutte le precauzioni necessarie.

Comunicato stampa n.15 del 13/02/2013

   Oggetto:   condoglianze per scomparsa Sindaco di Frasso Telesino avv. Lino Massaro

Con grande commozione e sgomento abbiamo appreso la notizia della improvvisa scomparsa del Sindaco di Frasso Telesino avv. Lino Massaro che in questi anni tutti abbiamo avuto modo di apprezzare per la sua grande umanità e disponibilità a lavorare per il bene della sua comunità e dell'intero Sannio.

In questo triste momento la cittadinanza di Telese Terme è vicina alla moglie Margherita Orfitelli,  ai suoi familiari e all'intera comunità di Frasso Telesino.

Il Sindaco Pasquale Carofano e l'Amministrazione Comunale di Telese Terme

 

Comunicato stampa n.14 del 12/02/2013

  Oggetto: Stapa Cepica. Evitata la soppressione dei servizi. 

E' stato perfezionato il procedimento amministrativo attraverso il quale il Comune di Telese Terme ha concesso in comodato d'uso agli uffici regionali dello Stapa Cepica i locali, rientranti nella propria disponibilità, siti in via Ubaldo Mainolfi.

Grazie a tale disponibilità da parte della cittadina termale è stato possibile evitare che importanti servizi, svolti a favore dell'agricoltura, venissero soppressi o accorpati in qualche altra località. Al riguardo, purtroppo, si era dovuto registrare che il nuovo ordinamento amministrativo della Giunta Regionale della Campania aveva appalesato il chiaro orientamento di un drastico ridimensionamento delle sue strutture organizzative territoriali per la evidente necessità di pervenire ad una riduzione di costi.

All'Amministrazione Comunale è sembrato pertanto veramente dannoso, non solo per Telese Terme, ma per l'intero comprensorio, l'ipotesi della soppressione del centro di sviluppo agricolo, che opera in questo territorio dal lontano 1971 e che fornisce tuttora supporto ed assistenza tecnica ad una vasta platea di aziende agricole.

La decisione politica di concedere a titolo gratuito i suddetti locali allo Stapa Cepica è stata assunta in Consiglio Comunale in data 12.11.2012 con il solo voto favorevole della maggioranza.  Sul punto la minoranza ha inteso esprimere un voto di astensione.

La convenzione firmata al riguardo lo scorso 8 febbraio tra il Dirigente del Demanio e Patrimonio della Regione Campania e il Dirigente dell'Ufficio Tecnico del Comune di Telese Terme prevede appunto che l'Ente comunale metta a disposizione i locali occorrenti per le attività e che la Regione Campania provveda a fornire il personale, i beni mobili, le utenze e tutto quanto occorra per il buon funzionamento dell'ufficio.

La stipula contrattuale ha la durata di 6 anni, rinnovabili tacitamente per uguale periodo in mancanza di disdetta.

Al riguardo il Sindaco Pasquale Carofano dichiara: " Ritengo che l'accordo raggiunto con la Regione Campania rappresenti un risultato importantissimo per la comunità telesina. Si è, infatti, riusciti a mantenere sul nostro territorio un presidio rilevante per gli agricoltori e per l'agricoltura.

Oggi, purtroppo, Telese sta pagando la miopia politica del passato, che non ha fatto rientrare mai nella sua visione una seria programmazione di insediamenti di strutture pubbliche, allorquando era possibile realizzarle in quanto, come è noto,  le risorse finanziarie non mancavano.

In questo caso è stato possibile fronteggiare l'emergenza avendo potuto utilizzare locali acquisiti convenzionalmente con un privato". 

 Comunicato stampa n.13 del 01/02/2013

 Oggetto: Elenco scrutatori elezioni politiche 2013

Oggi 1 febbraio 2013 alle ore 15.00 si è riunita la Commissione Elettorale per la nomina degli scrutatori in vista delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013.

Questo l'elenco:

Sezione 1 : Benevento Alessandra – Guarnieri Immacolata Grazia – Di Gioia Giovanni – Imparato  Christian.                                            

Sezione 1 speciale: Martone Ugo – Vinciguerra Giuseppe.

Sezione 2: Forgione Maria Immacolata – Ciaburri Giuseppe Pasquale – Colella Salvatore – Festa Antonello

Sezione 3: Di Palma Emanuela – Moriano Roberta – De Lucia Michele – Salerno Enrico.

Sezione 4: Del Vecchio Ersilia – Grillo Rita – Pacelli Mariagrazia – Sorriento Vittorio.

Sezione 5: Esposito Rosa – Ferrucci Michela – Iovara Gaia – Loreto Ester.

Sezione 6: Bruno Orsola – Caruso Massimo – Cusano Luigi – Cusano Vincenzo.

 

Comunicato stampa n.12 del 23.01.2013

Oggetto:  Approvazione Atto Costitutivo e Statuto della Città Telesina

Si è svolto ieri 22 gennaio 2013 il Consiglio Comunale con all'ordine del giorno l'approvazione dell'atto costitutivo e dello Statuto della Città Telesina.

Si è registrato al riguardo la condivisione unanime della proposta.

Nasce quindi la Città Telesina dopo un trentennio di appassionati dibattiti, di attese e di speranze sia di amministratori, sia di cittadini.Numerosi sono stati gli interventi durante lo svolgimento del Consiglio da parte dei Consiglieri della maggioranza e della minoranza.

E' emerso nel corso del dibattito consiliare una grande soddisfazione e un clima di sentita partecipazione per un risultato considerato veramente storico.

E' stato sottolineato che il traguardo conseguito, niente affatto scontato, è stato il frutto di una grande determinazione e di un tenace lavoro delle 5 Amministrazioni coinvolte, consapevoli del fatto che oggi non è più tempo di campanilismi, ma che invece vanno promosse politiche unitarie su vaste aree che possano mettere a valore armonicamente le diverse peculiarità.

Lo Statuto appena approvato può essere considerato l'atto primario e fondamentale per l'avvio di una programmazione di sviluppo concreto e ambizioso.   

Il nuovo soggetto giuridico, composto dai Comuni di Amorosi, Castelvenere, San Salvatore Telesino, Solopaca e Telese Terme, potrà far valere, peraltro, con più forza le proprie ragioni e le proprie autodeterminazioni in qualsiasi sede fino all'Unione Europea.

E' stato, altresì, ribadito nel corso del civico consesso l'auspicio che nuove realtà territoriali possano compartecipare nel futuro al progetto, che ha posto le basi per ulteriori aggregazioni che lasciano pensare alla valle telesina come un grande territorio e una numerosa popolazione.

E' stato infine sottolineato che il perseguimento di una politica unitaria è atto di grande responsabilità perché dovrà avere la capacità di capire che qualsiasi decisione dovrà essere effettuata nell'interesse di un comune sviluppo e non con l'idea di mere spartizioni che sono state le cause di politiche fallimentari del passato.

Già oggi, peraltro, c'è da registrare l'avvio di percorsi comuni quali ad esempio la condivisione di politiche turistiche e la previsione di emanare un bando unico per il servizio integrato di spazzamento, raccolta e trasporto di rifiuti solidi urbani.   

A breve il procedimento di istituzione della Città Telesina sarà perfezionato con la convocazione dei 5 Consigli Comunali che ratificheranno in maniera solenne la nascita della Città Telesina.

E' previsto che il Presidente dell'Unione sarà il Sindaco di Telese Terme per i primi 5 anni con la Giunta composta dagli altri Sindaci o loro delegati, mentre il Consiglio dell'Unione sarà composto da 4 Consiglieri del Comune di Telese Terme e da 3 Consiglieri per ciascuno degli altri 4 Comuni.

I vice presidenti dell'Unione saranno i Sindaci di San Salvatore Telesino e di Solopaca per due anni e mezzo ciascuno. Successivamente per le suddette cariche saranno adottati criteri elettivi nell'ambito dell'Unione.

 

Comunicato stampa n.11 del 22.01.2013

 Oggetto:  Città Telesina

 

Oggi 22 gennaio 2013 alle ore 18.00 presso la sala Goccioloni delle terme si terrà il Consiglio Comunale per l'approvazione dell'atto costitutivo e dello Statuto della "Città Telesina".

Le stesse determinazioni saranno adottate nella giornata di oggi anche ad Amorosi e Castelvenere dai rispettivi Consigli Comunali. Entro la fine del mese sullo stesso argomento si pronunceranno i Consigli Comunali di San Salvatore Telesino e di Solopaca.  

Domani 23 gennaio sul portale del Comune di Telese Terme sarà possibile visionare e scaricare lo Statuto della "Città Telesina" nella sua versione integrale.

Comunicato stampa n.10 del 17.01.2013

Oggetto:  Temporaneo trasferimento Poliambulatorio. Lavori di ristrutturazione.

Il Sindaco Pasquale Carofano rende noto che sono state provvisoriamente trasferite le attività poliambulatoriali dell'ASL Bn1 dalla sede di Telese Terme all'ex PO di Cerreto Sannita, a causa di interventi edilizi di ristrutturazione e messa in sicurezza dell'immobile di via Massarelli della cittadina termale.

Pertanto, non appena saranno ultimati i sopra menzionati lavori, le attività del Poliambulatorio saranno nuovamente riprese nella sua sede di Telese Terme.

Quindi il disagio dell'utenza sarà limitato ai tempi strettamente tecnici necessari per l'adeguamento dei locali da ripristinare in aderenza al progetto definitivo approvato dagli uffici tecnici dell'ASL Bn1.

 

Comunicato stampa n.09 del 17.01.2013

 Oggetto:  Convocazione Consiglio Comunale

 

Il Presidente dott. Michele Selvaggio ha convocato, in seduta straordinaria, una riunione del Consiglio Comunale per il giorno 22.01.2013 alle ore 18.00 presso la sala Goccioloni delle terme, per discutere sul seguente ordine del giorno:

1)      Istituzione Unione Comuni "Città Telesina". Approvazione atto costitutivo e Statuto. 

 

Comunicato stampa n.08 del 16.01.2013

 Oggetto:  Progetto "La Città Telesina fa la differenza":  - rifiuti + raccolta differenziata".

 Le Amministrazioni Comunali di Amorosi, Castelvenere, San Salvatore Telesino, Solopaca e Telese Terme, Comuni della istituenda Città Telesina, hanno elaborato un Progetto denominato "La Città Telesina fa la differenza: - rifiuti + raccolta differenziata".

I Comuni condividono l'obiettivo della riduzione della produzione dei rifiuti nonché l'incremento e il miglioramento dei livelli di raccolta differenziata. Ciò agevolerà anche il raggiungimento dei livelli quantitativi di raccolta differenziata previsti dalla normativa. Il rafforzamento del processo istituzionale dell'Unione della "Città Telesina", inoltre, potrebbe permettere la realizzazione di economie di scala e la diminuzione dei costi economici ed ambientali di trasporto, raccolta e recupero delle diverse frazioni di rifiuto.

Si punta inoltre all'approvazione di provvedimenti condivisi da parte dei Comuni della istituenda Città Telesina come: regolamento edilizio sostenibile, protocolli d'intesa per campagne di educazione ambientale, disincentivazione di bicchieri monouso nei bar, promozione di sacchi compostabili e/o riutilizzabili, GPP (Green Public Procurement o acquisti verdi). Tali strumenti saranno approvati in base ad un preciso cronoprogramma allegato al progetto. Sarà poi realizzato il monitoraggio dei risultati mediante verifiche quadrimestrali da effettuarsi durante l'attuazione del progetto. Altri interventi al fine di reperire ulteriori risorse economiche potranno riguardare Convenzioni uniche dei Comuni della Città Telesina per l'acquisto di materiali compostabili, nonché per la raccolta e lo smaltimento dell'amianto, l'apertura di case dell'acqua.   

Il Comune di Telese Terme ha già attuato una concreta politica di riduzione dei rifiuti e miglioramento della qualità e quantità della raccolta differenziata e sta promuovendo ulteriori azioni volte a migliorare la gestione dei rifiuti anche attraverso la sottoscrizione di un Protocollo di Intesa denominato "Riciclochip" per adottare un sistema sperimentale di raccolta dei rifiuti con un sistema RFID di lettura e tracciamento dei rifiuti, in particolar modo per la frazione differenziata.

Nell'anno 2011 – dati non definitivi perché si attendono le risultanze del lavoro di un apposito tavolo tecnico attivato dalla Regione Campania – il Comune di Telese Terme ha prodotto un totale di rifiuti differenziati di  1.672.845,00 pari a 50,52% e di 1.638.253,00 di indifferenziati pari al 49,28%.

Da sottolineare che la discrasia con i dati certificati della Regione Campania è dovuta alla decurtazione del 15% del multimateriale e tale decurtazione dall'anno 2012 sarà del 30%.

Nel 2012 il totale dei rifiuti differenziati è di 2.284.890,00 pari a 69,77% e il totale dell'indifferenziato è di 989.850,00 pari 30,23% (dati del Comune in attesa di certificazione regionale).

Sono previste le seguenti azioni: compostaggio domestico, promozione di stovigliame compostabile o a lunga durata nelle mense collettive, attivazione di azioni di comunicazione e sensibilizzazione per favorire la partecipazione attiva dei cittadini.

I cinque Comuni si vedranno già nelle prossime settimane per valutare l'emanazione di un bando unico per il servizio integrato di spazzamento, raccolta e trasporto di rifiuti solidi urbani. La durata complessiva del progetto sarà di due anni.

 

Comunicato stampa n.07 del 15.01.2013

 Oggetto:  La Città Telesina

Ieri 14 gennaio 2013 presso il Comune di Telese Terme i Sindaci di Amorosi, Castelvenere, San Salvatore Telesino, Solopaca e Telese Terme hanno sottoscritto il Protocollo di Intesa per la costituenda Città Telesina impegnandosi a sottoporre il documento all'approvazione dei rispettivi Consigli Comunali.

Le Amministrazioni dei 5 Comuni intendono perseguire obiettivi comuni utilizzando strumenti condivisi di pianificazione intercomunale mettendo in relazione valori, potenzialità, vocazioni ed economia, attraverso azioni innovative e sostenibili che pongano nel giusto rapporto le risorse, le attività, i servizi e le infrastrutture.

Nei prossimi giorni, a Telese Terme il 22 gennaio, si celebreranno i rispettivi Consigli Comunali per l'approvazione dell'Atto Costitutivo della Città Telesina e del relativo Statuto.  

 

Comunicato stampa n.06 del 12.01.2013

Oggetto:  Costituzione Città telesina

Lunedì 14 gennaio 2013 presso la sede del Comune di Telese Terme vi sarà l'incontro definitivo per l'istituzione dell'Unione dei Comuni tra Telese Terme, San Salvatore Telesino, Castelvenere, Solopaca e Amorosi.

Nasce, quindi, la Città Telesina.

Lo storico risultato che si registra premia l'impegno e la tenacia delle Amministrazioni interessate.

Oggi, pertanto, si vive una grande soddisfazione e un grande entusiasmo per la concretizzazione di un'idea che ha appassionato comunità e Amministratori da qualche decennio.

Sulla vasta area che unirà i 5 Comuni, per oltre 20.000 abitanti, potrà essere sviluppata una politica unitaria e comune al fine di valorizzare al meglio le potenzialità paesaggistiche, ambientali, storiche, culturali, turistiche , enogastronomiche e di produzioni dell'agricoltura di straordinaria valenza.

Il nascente soggetto giuridico potrà far valere, in ogni sede fino a livello europeo, con più forza le proprie ragioni di sviluppo in armonia alle proprie specificità, che spesso nel passato sono state mortificate.

La nuova Città Telesina apre uno scenario di grande speranza per il territorio e le popolazioni interessati potendo rilanciare e promuovere iniziative in grado di creare una nuova e più solida economia soprattutto per i giovani che oggi sono costretti a migrare per altri luoghi per trovare lavoro.

La previsione, inoltre, è quella di dare ulteriore slancio alla costituenda città affinché anche altri Comuni della valle telesina possano a breve compartecipare all'ambizioso progetto che, ritiene fondamentale e ancor più decisivo l'aggregazione di nuove comunità territoriali.

Con rapida cadenza saranno definiti gli ulteriori passaggi amministrativi per dare operatività al Protocollo d'Intesa che sarà firmato lunedì prossimo dai 5 Sindaci.

 

Comunicato stampa n.05 dell'11.01.2013

 Oggetto:  Protocollo d'Intesa per tracciabilità dei rifiuti

Questa mattina 11 gennaio 2013 presso la Casa Comunale è stato firmato il "Protocollo di Intesa per una strategia comune, condivisa e integrata di sviluppo locale, attinente alle attività dei servizi connessi alla raccolta differenziata dei rifiuti" tra Comune di Telese Terme e la Rete di Imprese RICICLOCHIP. Hanno firmato l'Assessore con delega all'Ambiente Gianluca Aceto e il presidente della Rete di Imprese RICICLOCHIP Antonio De Magistris. Presenti all'accordo il progettista dell'azienda Strim Remo Ranciaro e il Responsabile Area Tecnica del comune ing. Maurizio Perlingierie un rappresentante della ditta Lavorgna.

All'atto della firma il Presidente della Rete di imprese dott. De Magistris ha voluto sottolineare che Telese Terme è il primo Comune della regione Campania a partire con la sperimentazione del sistema di tracciabilità per la differenziata, rimarcando altresì il ruolo avuto anche il patrocinio dato dalla Provincia di Benevento.

Il progetto prevede la sperimentazione dell'utilizzo di sacchetti personalizzati mediante l'applicazione di etichette identificative elettroniche "rfid" al fine di consentire un sistema di identificazione e misurazione dei rifiuti. Le modalità operative saranno messe a punto nelle prossime settimane, alla luce degli approfondimenti tecnici che sono stati già attivati. L'utenza sarà informata e istruita mediante una capillare campagna divulgativa.

La sperimentazione, senza oneri per il Comune di Telese Terme, avrà durata minima di 6 mesi, eventualmente prorogabile per il tempo strettamente necessario. Superato tale lasso, previa verifica dei risultati, l'Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di attivare le procedure di legge per la stabilizzazione dei sistemi di tracciabilità.

Soddisfatti il Sindaco Pasquale Carofano e il vice Sindaco Gianluca Aceto, che hanno sottolineato come "Telese Termesi appresta a fare da apripista nel sistema di tracciabilità dei rifiuti nell'ambito del Progetto Pilota RicicloChip. Si tratta dell'ennesimo impegno dell'Amministrazione Comunale nel settore della raccolta dei rifiuti che prevede altri 2 passaggi molto importanti. Il primo riguarda la presentazione del progetto di riduzione a monte dei rifiuti e il secondo la pubblicazione del bando per il servizio integrato.

Intanto, prosegue il lavoro nel tavolo tecnico aperto in Regione per la definizione dei dati della raccolta differenziata: i criteri adottati retroattivamente dalla Regione, infatti, introdotti verso la fine del 2012 a valere sui dati del 2011, hanno inopinatamente penalizzato tutti i comuni che effettuano la raccolta del sacco multimateriale, decurtato ope legis del 15%. Tale condizione ha abbassato il dato del 2011 dal 51% a poco più del 44%.

In primavera si spera di avviare i lavori per il completamento, l'adeguamento e l'apertura dell'ecostazione, dopo il lungo e laborioso impegno da parte dell'ing. Perlingieri che ha sbrogliato una intricata vicenda a tutti nota, che partiva dalla revoca del finanziamento da parte della Regione Campania e il conseguente contenzioso aperto dalla ditta esecutrice dei lavori. Il tutto, mentre attraversiamo l'ennesima fase di trasformazione, con il passaggio dalla TARSU alla TARES, passaggio estremamente delicato, che impone il massimo dell'attenzione a tutela dei cittadini e dell'equilibrio economico-finanziario dell'ente".

 

Comunicato stampa n.04 del 10.01.2013

Oggetto:  Iniziative dell'Amministrazione Comunale sul dimensionamento scolastico

LA Giunta Comunale in data 8 gennaio 2013 ha deliberato l'accoglimento delle proposta del Comune di Solopaca di accorpamento dell'Istituto Scolastico di Solopaca, Scuola Media, Elementare e Materna all'Istituto Scolastico Comprensivo di Telese Terme.

Il giorno successivo in data 9 gennaio 2013 a firma congiunta dei Sindaci dei Comuni di Telese Terme e Solopaca, è stata inoltrata una nota alla Regione Campania Assessorato all'Istruzione per opporsi ad una diversa ipotesi decisa dalla Provincia di Benevento, che invece ha previsto l'accorpamento dell'Istituto Scolastico di Solopaca all'istituto di Guardia Sanframondi.

La tempestività delle iniziative delle Amministrazioni Comunali di Telese Terme e di Solopaca, pertanto, hanno rimesso in discussione l'ipotesi della Provincia di Benevento, riportando nell'alveo naturale e logico un iter che deve tener conto delle linee guida della Regione Campania che ben si armonizzano con la previsione di accorpamento Telese Terme – Solopaca, e che invece sono state totalmente disattese dalla Provincia di Benevento.

Al riguardo il Sindaco di Telese Terme ha inteso dichiarare: "Sono veramente sorpreso dalla polemiche strumentali e pretestuose registratesi sull'argomento negli ultimi giorni. Anziché apprezzare la solerzia di una azione politica dell'Amministrazione, che appena avuta notizia di un'ipotesi irrazionale e illogica decisa dalla Provincia di Benevento, si è attivata nei modi dovuti per contrastare un ennesimo scippo che si voleva perpetrare ai danni della comunità telesina e di quella solopachese.

All'opposizione rimando indietro tutte le accuse.

Solo oggi 10 gennaio 2013 è stata dal gruppo di minoranza presentata tardivamente una interrogazione sull'argomento, che anziché dare un utile contributo alla causa, solleva il solito polverone teso evidentemente a gettare ombre sull'operato dell'Amministrazione fatto di trasparenza e di efficienza".    

 

Comunicato stampa n.03 del 09.01.2013

  Oggetto:  Adesione al progetto "BENERGIA – Azioni di sviluppo per un centro di eccellenza per le energie rinnovabili"

L'Amministrazione Comunale prosegue nel suo percorso di un deciso miglioramento dell'efficienza energetica sul territorio della cittadina attraverso l'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, in modo da conseguire dei risparmi in termini di consumi e di ridurre, l'obiettivo fissato è del 20% entro il 2020, le emissioni di gas serra nocivi .

Dopo l'approvazione all'unanimità, in Consiglio Comunale, del Piano di Azione per le Energie Sostenibili (PAES), la Giunta comunale ha deciso l'adesione al Progetto "BENERGIA – Azioni di sviluppo per un centro di eccellenza per le energie rinnovabili", nell'ambito del programma ELENA. Il Comune di Telese Terme metterà a disposizione della Provincia di Benevento i dati necessari per l'implementazione del progetto tecnico, tutti i documenti e le informazioni necessarie alla preparazione dei capitolati di gara e di fornire tutta la collaborazione necessaria per lo sviluppo delle diverse fasi del progetto.

Nel 2008 la Commissione Europea ha lanciato l'iniziativa del Patto dei Sindaci per coinvolgere le città e i cittadini rispetto agli obiettivi di politica energetica sostenibile individuando nelle Province attori che possano proporsi come strutture di supporto per assistenza alle città e ai Comuni di piccole dimensioni che non hanno le risorse per ottemperare agli obblighi derivanti dal suddetto Patto.

La Provincia di Benevento ha sottoscritto nel maggio 2009 un accordo di partenariato con la Direzione Generale dell'Energia della Commissione Europea (DG-ENER) nel quale si riconosce la Provincia di Benevento come attore principale del Patto e impegna la stessa a promuovere l'adesione al Patto dei Sindaci, ad erogare contributi finanziari ai Comuni per i costi correlati alla preparazione dei Piani di Azione per la sostenibilità energetica, la contrattazione e la gestione dei servizi necessari, a definire obiettivi e metodologia di valutazione, a fornire supporto tecnico per organizzazione di eventi pubblici come ad es. giornate per l'energia.

Dal momento che la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) ha aderito al Patto dei Sindaci e ha attivato una linea di credito di circa 50 miliardi di euro a livello europeo (programma ELENA), la Provincia di Benevento ha avviato un procedimento per ottenere un finanziamento a valere sul fondo "ELENA" per il quale siglerà un accordo con la BEI per l'assistenza tecnica necessaria all'implementazione in favore di 30 Comuni del proprio territorio per la gestione energetica del patrimonio immobiliare pubblico e delle reti di pubblica illuminazione , inclusa la produzione di energia da fonte rinnovabile (Progetto BENERGIA).

Nell'ambito del Progetto è stato realizzato uno studio di fattibilità avente ad oggetto interventi specifici per ognuno dei Comuni coinvolti, dedicati al miglioramento dell'efficienza e risparmio energetico dell'illuminazione pubblica, dell'efficienza energetica degli involucri edilizi, degli impianti di riscaldamento, delle unità di consumo energetico, all'installazione di impianti fotovoltaici.

Il Comune di Telese Terme si appresta ad elaborare una proposta di nuovo regolamento edilizio, prima attuazione del PAES. Entro il mese di gennaio si conta di formalizzare una rapporto di collaborazione con la facoltà di Ingegneria dell'Università del Sannio.

Comunicato stampa n.02 dell'08.01.2013

Oggetto:  Consulta Comunale Permanente per la tutela del diritto alla Salute

Il Consiglio Comunale nella seduta del 12.11.2012 con delibera n.25, ha istituito la "Consulta Permanente per la Tutela del Diritto Alla Salute" al fine di realizzare un tavolo comune che, oltre alla funzione di confronto, iniziativa e approfondimento, abbia un ruolo di impulso sulle politiche comunali per promuovere e contribuire al miglioramento della qualità dei servizi sanitari e socio-sanitari erogati sul territorio comunale.

In base a quanto previsto dall'art.2  del relativo regolamento la Consulta opera al fine di promuovere il valore della salute come bene comune, essere luogo di incontro, confronto e di collaborazione tra associazioni, enti, esperti del settore, per garantire ai cittadini la tutela del diritto alla salute e ai servizi socio-sanitari, facilitare la comunicazione e il coordinamento tra realtà territoriali che a vario titolo si occupano delle problematiche della salute e infine di collaborare con l' Amministrazione Comunale con proposte e iniziative atte a promuovere l'interesse, la ricerca e il confronto sui programmi di intervento nel campo della tutela della salute.

La Consulta è composta dall'Assemblea, costituita da rappresentanti di Enti senza fine di lucro, di associazioni iscritte all'Albo del Comune o all'Albo regionale, di organizzazioni operanti nel settore socio-sanitario, dal Presidente e dal Segretario.

Il Sindaco, o un suo delegato, presiederà l'Assemblea della quale faranno parte di diritto il Direttore Generale, i direttori dei Servizi Sociali, Sanitari e Amministrativi dell'Azienda ASL e i Direttori del Distretto socio-sanitario.

Il Regolamento può essere scaricato dal portale del Comune nella sezione Regolamenti mentre il modulo relativo alla richiesta di ammissione alla Consulta è inserito nella sezione Modulistica o può essere ritirato presso gli uffici della segreteria comunale.

 Al riguardo il Sindaco Pasquale Carofano ha dichiarato: " Auspico che l'organismo appena costituito possa svolgere un ruolo concreto ed efficace su un tema delicato e importante quale quello socio-sanitario. Oggi più che mai c'è necessità di poter individuare politiche incisive per poter migliorare un'offerta di servizi che possano garantire soprattutto coloro che vivono nel disagio. Inoltre si appalesa la necessità anche di poter disegnare un quadro socio-sanitario che risponde a requisiti di razionalità e di efficienza su un bacino di utenza allargato a un territorio non solo comunale ma dell'intero comprensorio della valle telesina. Le azioni da mettere in campo pertanto sono più che mai attuali tenuto conto anche delle problematiche che hanno contrassegnato nell'ultimo periodo il nostro territorio e il nostro sistema socio-sanitario".

Comunicato stampa n.01.del 02.01/2013

 Oggetto:  visita scavo archeologico zona Episcopio

Venerdì 4 gennaio 2013 dalle ore 10.00 alle ore 14.00 sarà aperto ai cittadini il cantiere della zona Episcopio ove sono in via di ultimazione i lavori di scavo archeologico intorno alla Torre Longobarda.

Tale iniziativa si va ad affiancare all'illustrazione progettuale pubblica fatta qualche mese fa prima dell'inizio dei lavori, nell'intento di avviare un processo culturale in un'area di Telese di grande valenza di ricostruzione storica non solo della cittadina termale ma di una più vasta area del comprensorio della valle telesina.

Saranno presenti alla visita i rappresentanti dell'Amministrazione Comunale, il Direttore dei lavori arch. Vincenzo Vallone e il responsabile archeologico dott. Simone De Mauro, che offriranno ai visitatori un interessante quadro di conoscenze sull'esito degli scavi. Le maestranze dell'impresa esecutrice dei lavori forniranno adeguata assistenza ai fini della sicurezza.  

La cittadinanza è invitata a partecipare.